• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Come aprire un negozio di ferramenta

 

come-aprire-negozio-ferramenta

Riuscire a lanciarsi nel mondo delle attività in proprio è una sfida promettente. Molte persone decidono di inseguire il proprio sogno di aprire un'attività commerciale nonostante le difficoltà che possono presentarsi nella fase iniziale di questo tipo di lavoro.

Tra le attività che assicurano un buon guadagno e delle ottime prospettive, c'è quella del ferramenta. Sono molte le persone che decidono di aprire un negozio di ferramenta per avere l'occasione di mettere in campo la propria passione in un'attività imprenditoriale dalle mille opportunità e dai differenti tipi di risvolti.

Aprire un negozio di ferramenta dà l'occasione di poter avviare un'attività imprenditoriale che potrebbe diventare molto soddisfacente anche da un punto di vista economico. Inoltre, trattandosi di un negozio, vi darà l'opportunità di avere a che fare con tantissime persone ogni giorno, di coltivare la vostra passione per il fai da te, per il bricolage e per riparazioni di vario genere. Prima di continuare la lettura vi consigliamo di spulciare la sezione dedicata a come aprire numerose altre attività.

 

 

Cosa serve per aprire un negozio di ferramenta

avviare-ferramenta

Per aprire un negozio di ferramenta bisogna individuare il giusto locale in cui dare avvio all'attività. È opportuno trovare una location che sia posizionata bene e che riesca a raccogliere un buon numero di utenti. Sarà importante trovare anche una sede che abbia a disposizione un ampio parcheggio per i potenziali clienti.

Cercate di tenervi a distanza da centri commerciali e da altri competitors. A volte, i piccoli negozi di ferramenta hanno una clientela affezionata da diversi anni e quindi soltanto trovando una zona scoperta e riuscendo a mettere in campo dei prezzi competitivi si avrà l'opportunità di sfondare in questo settore. Bisognerà trovare un locale adeguatamente grande anche per riuscire a fornire agli utenti tutto il materiale per delle piccole riparazioni, per coltivare hobby e per il mondo del bricolage. Trovata la sede e ottenuti i permessi ad esso annessi, allora dovete seguire tutto l'iter burocratico necessario per aprire una ferramenta.

 

I requisiti burocratici e amministrativi per aprire una ferramenta

Chi vuole aprire un negozio di ferramenta deve conoscere bene il settore, seppure la legge non richiede dei requisiti specifici per questa attività. Basterà un po' di esperienza però per fare la differenza soprattutto per i clienti che amano farsi dare dei consigli dal proprio negoziante di fiducia. Coloro che infatti si rivolgono a un negozio di ferramenta solitamente sono persone che stanno iniziando a muovere i primi passi nel mondo del fai da te o sono esperti di questo ambito. Ecco perché, si aspettano di trovare del personale adeguato all'interno del nuovo negozio di ferramenta che si sta aprendo.

Il percorso burocratico da seguire è quello classico per ogni tipo di attività commerciale:

- aprire una partita IVA presso la competente Agenzia delle Entrate;

- iscriversi presso il registro delle imprese competente;

- comunicare l'inizio delle attività presso il municipio di appartenenza;

- richiedere l'autorizzazione per l'insegna presso il municipio di competenza;

- iscriversi presso INAIL e INPS per garantire i contributi previdenziali e antinfortunistici a sé stessi ed ai propri dipendenti.

 

 

I costi per aprire un negozio di ferramenta

aprire-ferramenta

Per aprire un negozio di ferramenta è opportuno anche prendere in considerazione quali possono essere i costi di questo delicato settore. Infatti, per fare in modo di non andare incontro ad alcun tipo di sorpresa da un punto di vista economico, è opportuno redarre un business plan che possa tenere sotto controllo tutti i passaggi finanziari da seguire passo dopo passo. Questo tipo di attività commerciale necessita anche della consulenza di un esperto finanziario che saprà guidarvi nell'intricato mondo fiscale ed amministrativo.

In più, considerate i costi per l'affitto oppure l'acquisto, ma anche per l'allestimento della sede. Dovete pensare anche la spesa necessaria per avere tutta una serie di accessori e di attrezzature necessarie a avviare la vostra attività commerciale nel settore. Quindi generalmente, si parla di una spesa che varia dai 40 mila fino ai 100 mila euro circa, a seconda della grandezza del negozio scelto.

 

Aprire un negozio di ferramenta in franchising

È anche possibile scegliere di aprire un negozio di ferramenta in franchising: così si avrà l'opportunità di poter usufruire di una serie di vantaggi legati all'organizzazione della nuova attività, da un punto di vista fiscale ma anche per quanto concerne l'arredo della sede. Optare per il franchising significa riuscire a risparmiare circa il 25% sulle spese per l'avvio dell'attività ma, avrete anche l'obbligo poi di rendere una percentuale dei vostri guadagni all'ente che detiene il marchio da voi gestito sul territorio.

 

Avviare un negozio di ferramenta di successo

aprire-negozio-ferramenta

Per avviare un negozio di ferramenta di successo è necessario pensare ad una campagna pubblicitaria e di web marketing che possa essere calibrata sui potenziali utenti e sul target di riferimento di questo settore. Sarà opportuno perciò inserirsi non solo su web directory di categoria ma anche su riviste di settore, mailing list di esperti e appassionati del mondo del fai da te.

È opportuno puntare sulla cartellonistica, sul volantinaggio e sulla pubblicità web per cercare di promuovere le proprie offerte a tutti i potenziali clienti proventi da ogni parte d'Italia. Per riuscire a superare i limiti geografici, sarà importante pensare anche ad uno sportello e-commerce che potrebbe aiutarvi ad ampliare i vostri confini fin dai primi passaggi. Infine sarà importantissimo mettere online un sito web che funga da vetrina dell'attività e da store online in modo da ampliare il mercato. Tenete presente che un sito web professionale sul tema ferramenta (come ad esempio www.ideashopadria.com) può venire a costare anche oltre 1000€.

Come risparmiare fino al 90% sulle commissioni del bonifico estero

transferwise-widget-cambio

Cliccando sul banner vai direttamente su Transferwise, qui leggi la recensione.

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest