• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Come avviare attività di elettricista e antennista

 

avviare-attivita-antennista-elettricista

Chi vuole muovere i primi passi nel mondo della radiofonia aprendo un'attività in proprio, può scegliere diversi metodi di approccio alla professione. Infatti, si potrebbe decidere di aprire una partita IVA come antennista, elettricista oppure optare per l'apertura di una società dedicata a questo particolare settore. Per avviare un'impresa, svolgere le attività di antennista ed elettricista bisogna avere un'azienda di tipo artigiano e quindi sarà obbligatorio avere una serie di requisiti.

Prima di continuare la lettura di questa guida vogliamo però informarti che sul sito abbiamo una sezione dedicata a come avviare molte altre attività.

 

 

I requisiti per aprire un'attività di antennista ed elettricista

aprire-partita-iva-come-elettricista

Per aprire un'attività di antennista o elettricista bisogna iscriversi al registro delle imprese, aprire la partita IVA e iscriversi presso l'albo degli artigiani, dichiarando all'INPS e all'INAIL in caso di infortunio sul lavoro, non solo il titolare, ma anche tutti i dipendenti dell'attività che si sta creando.

L'iscrizione alla Camera di Commercio prevede anche l'acquisizione di una serie di informazioni sui soci dell'azienda e sul titolare, in particolare. I requisiti riguardano la pratica rispetto alla professione specifica. Il titolare dovrà essere se stesso responsabile tecnico o ne dovrà nominare uno che abbia la qualifica di elettricista e antennista specifica della professione e che sia perciò abilitato ad esercitare l'attività.

 

I requisiti per svolgere questa attività richiedono di avere:

  • le laurea in materia tecnica;

  • la qualifica professionale e il periodo di lavoro di almeno un anno continuativo nel settore;

  • l'attività lavorativa svolta per almeno tre anni come operaio specializzato;

  • la qualifica professionale rilasciata da istituti regionali riconosciuti dalla regione di competenza e pratica di almeno due anni.

 

È necessario avere anche requisiti di onorabilità, tecnici ed in più bisognerà conoscere tutti i segreti della professione.

 

L'importanza del codice Ateco dell'elettricista

L'installazione di impianti prevede un'ampia gamma di azioni possibili e quindi ogni società dovrà riferirsi in particolare a dei codici Ateco da applicare in modo tale che l'Agenzia possa classificare le attività economiche svolte sul territorio e dalla nuova impresa nascente.

Per quanto concerne l'attività di elettricista e antennista, i codici Ateco sono i 43.21.01, 02 e 03. Soltanto mettendo in regola tutta la documentazione riferendosi a questo codice, si potrà finalmente iniziare l'attività in maniera legale.

 

Avviare un'attività di antennista ed elettricista

come-avviare-attivita-elettricista

Per avviare un'attività di antennista ed elettricista è necessario anche avere la sede legale che possa essere la base di un deposito in cui detenere tutti gli attrezzi necessari per questa azienda ed in più un front office in cui sarà possibile svolgere attività di segreteria o di tipo amministrativo.

Successivamente, sarà necessario provvedere anche l'acquisto di mezzi che serviranno ai tecnici installatori per svolgere la propria attività dai clienti e quindi la sede dovrà essere scelta con la disponibilità di uno spazio in cui sarà possibile parcheggiare in sicurezza i propri mezzi di trasporto. In più, sarà opportuno pensare ad effettuare tutte le documentazioni del caso che serviranno per aprire un'attività di questo tipo e quindi la comunicazione al Comune di competenza, una volta effettuate tutte le documentazioni necessarie fiscali per l'apertura della società con cui gestire il servizio di antennista ed elettricista.

 

 

I servizi che è possibile garantire come un'attività di antennista ed elettricista

diventare-antennista

Chi vuole diventare antennista o elettricista deve essere dotato di elasticità mentale, abilità manuale e deve essere specializzato, per capire il problema e affrontarlo nel modo giusto. Una volta avviata l'attività professionale è opportuno prevedere tutti i servizi che possono variare dall'installazione di impianti radio e TV, alla riparazione di impianti elettrici o di apparecchi portatili di tipo elettronico.

 

Tra le principali attività che questo tipo di aziende in grado di offrire ci sono:

  • riparazione di apparecchi radio e televisione;

  • installazione e regolazione delle antenne per la ricezione delle trasmissioni;

  • manutenzione e montaggio di stazioni radiotelevisive ed impianti per la trasmissione;

  • riparazione radio e TV;

  • riparazione, manutenzione di impianti elettrici e di strumenti portatili elettrici o elettronici.

 

La promozione di un'attività di antennista ed elettricista

avviare-attivita-antennista

Una volta aperta l'attività di antennista ed elettricista è necessario promuoversi attraverso il web affiliandosi a portali che ricevono richieste di servizi dagli internatuti (come ad esempio 100mani.it) ed eventualmente realizzando un sito internet con una promozione via social di sconti, offerte ed opportunità garantite.

Sarebbe importante anche effettuare però contemporaneamente un tipo di pubblicità che sia legata al cartaceo e quindi diffusa attraverso giornali e affissioni pubbliche. Questo perché solitamente le attività dell'elettricista e dell'installatore di antenne è circoscritta al territorio di riferimento.

 

I costi per aprire un attività di elettricista ed antennista

Per aprire un'attività di elettricista e antennista potrebbe essere necessario spendere circa 30/50 mila euro tra l'apertura della sede e l'acquisto di materiale necessario per questo genere di impresa. In più, in questa cifra sono anche comprese tutte le spese necessarie per avviare un'azienda da un punto di vista fiscale e commerciale.

Le prospettive di guadagno però sono molto buone, in quanto i dispositivi elettronici sono entrati a gamba tesa nella nostra vita e ci accompagnano in ogni attività. Quindi, fare in modo che funzionino sempre, vuol dire a volte avere la necessità di rapportarsi con un esperto del settore.

Come risparmiare fino al 90% sulle commissioni del bonifico estero

transferwise-widget-cambio

Cliccando sul banner vai direttamente su Transferwise, qui leggi la recensione.

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest