• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Come aprire un parcheggio low cost vicino all'aeroporto

 

I parcheggi, al giorno d'oggi, rappresentano un ottimo investimento per chi vuole dedicarsi a un'attività commerciale. Ormai, infatti, l'auto si utilizza per qualsiasi scopo: per andare al lavoro, per fare la spesa, anche solo per percorrere pochi metri. Di conseguenza, aumenta il bisogno di posti auto sicuri, ben organizzati e soprattutto economici. Lo stesso vale per coloro che usano l'automobile per recarsi all'aeroporto, non volendo servirsi dei mezzi pubblici per comodità o per semplice fretta. I parcheggi situati nei pressi degli aeroporti sono senza dubbio utili, in particolare se low cost, considerando che i posti auto ufficiali spesso costano più dello stesso volo aereo.

 

aprire-parcheggio-low-cost-vicino-aeroporto

Aprire un parcheggio all'aeroporto, in aggiunta, è una scelta vantaggiosa per chi lo gestisce. Le spese iniziali potrebbero spaventare, ma con il tempo sarà possibile trarre dall'attività un notevole guadagno. Naturalmente non bisogna imporre agli utenti dei costi troppo elevati, per non rischiare di trovarsi senza clienti: meglio optare per una tariffa più bassa, che comunque risulterà remunerativa per il proprietario con il passare dei mesi.

Prima di iniziare a leggere questa interessante guida vorrei però consigliarti di spulciare anche la sezione dove parliamo di come avviare tantissime altre attività imprenditoriali, articoli che potrebbero sicuramente schiarirti le idee: clicca qui!

 

 

Regole e costi per avviare un parcheggio

come-aprire-parcheggio-low-cost-vicino-aeroporto

Aprire un parcheggio significa intraprendere un iter burocratico piuttosto lungo. Anche questo non deve scoraggiare: è naturale che ogni singolo dettaglio debba essere a norma. Prima di iniziare, tuttavia, è importante accertarsi di rispettare una serie di criteri, tra cui il possesso di un certificato antimafia adeguatamente compilato, una fedina penale pulita e la possibilità di ottenere i certificati di destinazione d’uso dei locali nei quali sarà edificato il parcheggio. Quando infatti si farà richiesta al Comune della specifica licenza, dopo massimo cinque giorni la domanda verrà inoltrata al Prefetto; quest'ultimo, entro sessanta giorni, dovrà verificare che sia tutto in regola. A questo punto, in caso di parere positivo, il futuro titolare potrà andare avanti con il procedimento.

Bisognerà aprire una partita IVA, indispensabile per la gestione di un'attività. Questo step va compiuto presso l'Agenzia delle Entrate, online oppure di persona allo sportello. I moduli dovranno essere compilati e inoltrati con raccomandata e ricevuta di ritorno, oppure semplicemente consegnati a mano. Sarà inoltre essenziale effettuare un'iscrizione al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio. Non meno importante è la regolarizzazione della posizione di eventuali dipendenti, nonché dei contributi INPS e INAIL. È consigliabile informarsi su alcuni decreti, come il D.P.R. 19 dicembre 2001 n. 480, che riguarda l'esercizio dell'attività di rimessa di veicoli, e il decreto del Ministero dell'Interno del 21 febbraio 2017 sulle norme di sicurezza antincendi. Gli orari del parcheggio dovranno essere regolati dall'ordinanza del 29/01/2013 P.G.

Parlando invece dei costi iniziali, già si è detto che essi saranno piuttosto consistenti, soprattutto se il parcheggio è collocato vicino a uno dei maggiori aeroporti d'Italia. In questo caso le spese per acquistare o affittare uno spazio saranno certamente più elevate. Inoltre, più servizi si offrono più i prezzi salgono: si pensi, ad esempio, ai parcheggi con servizio navetta, o a quelli che si occupano anche del rifornimento di carburante. Comunque, già dopo i primi mesi si noteranno degli ampi margini di guadagno. I costi di gestione sono di solito più bassi rispetto a quelli iniziali, con l'eccezione di quelli per i dipendenti e per la manutenzione, che in ogni caso verranno recuperati con il tempo.

 

 

Un'ottima soluzione: diventare partner di un top player online

aeroporto-parkos-bari-parking

Essere partner di un comparatore online dei parcheggi di un aeroporto è estremamente conveniente. Queste piattaforme consentono di effettuare confronti tra parcheggi e anche di prenotare un posto auto dal proprio computer di casa.
Un esempio su tutti: Parkos.it, probabilmente la migliore piattaforma web per prenotare online il parcheggio in prossimità di un aeroporto. Offre piena visibilità a tutti i fornitori di parcheggio che richiedono una partnership. In questo modo, grazie anche alle periodiche campagne di marketing, aumenterà sicuramente il numero di clienti.

Il titolare può usufruire di un servizio di assistenza gratuita da parte degli operatori della piattaforma e non dovrà affrontare costi di registrazione o spese fisse mensili. È sufficiente mandare un'email per avviare la procedura; in seguito all'iscrizione, Parkos inserirà il nuovo parcheggio tra quelli messi a confronto nel momento in cui viene effettuata una ricerca per un determinato aeroporto. Se, ad esempio, si inaugura un parcheggio presso l'aeroporto di Milano, esso verrà subito proposto a qualcuno che ha necessità di lasciare lì la propria auto.

 

 

Come migliorare il proprio business

avviare-parcheggio-low-cost-vicino-aeroporto

Una volta terminato l'iter burocratico e affittato o acquistato lo spazio apposito vicino a un aeroporto, bisognerà adottare dei provvedimenti affinché l'attività decolli. Giochi di parole a parte, è sempre utile studiare i competitor per esaminare le loro tariffe e i servizi proposti. Sembra che, negli ultimi tempi, siano più remunerativi quei parcheggi che prevedono meno servizi ma costi più bassi: dopotutto, chi spende una grande quantità di denaro per un biglietto aereo vuole giustamente risparmiare su altri elementi come, per l'appunto, il parcheggio. Comunque è importante curare una serie di dettagli, quali ad esempio la distinzione tra posti coperti e scoperti e il servizio navetta gratuito.

Nel primo caso è opportuno differenziare le tariffe, alzando leggermente quella dei posti coperti che proteggono le macchine dallo sporco, dalla polvere e dalle intemperie. Gli utenti potranno scegliere il tipo di parcheggio che preferiscono in base alle proprie esigenze e al budget che hanno a disposizione. Per quanto riguarda la navetta, invece, essa è opportuna soprattutto se il parcheggio non si trova proprio vicinissimo all'aeroporto: i clienti apprezzeranno la possibilità di usufruire di una simile comodità. È meglio acquistare più navette, almeno un paio, così da assicurare corse continue verso l'aeroporto senza che nessuno rischi di perdere l'aereo. Inoltre, è essenziale che i mezzi di trasporto siano in ottime condizioni, confortevoli e moderni, in modo da lasciare la clientela del tutto soddisfatta. Del resto, una navetta di qualità avrà bisogno di una minore manutenzione, fattore che garantisce un risparmio per il futuro.

Gli elementi da tenere in considerazione se si vuole avviare un parcheggio all'aeroporto, quindi, sono numerosi. Chi si occupa del business dovrà riflettere sul denaro da investire, sugli oneri burocratici, sulla posizione, sull'eventuale pubblicità; alla fine, se è tutto in regola, si potrà gestire un affare davvero vantaggioso, considerato il valore che le automobili hanno oggi per la maggior parte delle persone.

Come risparmiare fino al 90% sulle commissioni del bonifico estero

transferwise-widget-cambio

Cliccando sul banner vai direttamente su Transferwise, qui leggi la recensione.

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest