• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Come aprire un'agenzia scommesse

 

Non sono approdati in Italia da moltissimo tempo, ma ci hanno messo decisamente poco a diventare un punto di riferimento fisso per gli sportivi: stiamo parlando dei centri scommesse.

Ricordate anni fa, quando ogni Sabato ci si recava in ricevitoria a giocare la schedina sperando di vincere un po' di soldi?

Ora che il caro 1x2 è andato definitivamente in pensione, ci pensano i centri scommesse a colmare egregiamente il vuoto da esso lasciato, offrendo agli utenti varie opportunità di vincita, spesso cospicue.

 

 

I centri scommesse hanno avuto il merito di regalare un volto nuovo al gioco d'azzardo, che in tal modo non ha nulla di losco in quanto è perfettamente legale e costituisce anche una possibile fonte di guadagno per tanta gente.

 

come-aprire-centro-scommesse

Ammettiamolo, il periodo è difficile e qualche soldo in più, tra l'altro ottenuto senza fatica e persino divertendosi, non può che far comodo.

Non solo: le agenzie scommesse costituiscono anche una valida occasione di lavoro.

Finora essi non hanno fatto altro che incrementare il numero dei clienti, alcuni occasionali altri assidui, pertanto il mercato è ampio e con probabili margini di crescita, quindi perché non aprirne uno?

Gli appassionati di sport, si sa, sono moltissimi e la scommessa, del tutto lecita, è per la maggior parte di essi una innocua "droga" alla quale è impossibile resistere; l'interesse intorno a questa abitudine sempre più diffusa e capillare non accenna a diminuire e ciò rappresenta un fattore importante sul quale puntare.

Ovviamente, aprire una agenzia scommesse è un'attività vera e propria e come tale richiede l'esecuzione di un iter preciso per poter poi esercitare la professione nel pieno rispetto delle regole.

Siete tentati dall'idea ma non sapete quali passi compiere per realizzarla?

Di seguito vi diciamo tutto ciò che si deve fare per aprire un centro di scommesse sportive.

 

Centro scommesse: cosa serve per aprirne uno

avviare-centro-scommesse-sportive

Dunque avete deciso: mettere in piedi un centro scommesse è quanto desiderate fare per dare una svolta alla vostra vita.

Bene, allora non dovete fare altro che seguire il percorso burocratico previsto dalla legge.

Innanzitutto dovete scegliere se aprire un corner all'interno di un negozio che esiste già oppure un'agenzia di scommesse vera e propria, in quanto si tratta di due attività diverse che prevedono anche una differente regolamentazione.

In linea di massima, per il corner si chiede che si abbiano a disposizione almeno 10 mq. di spazio, che diventano 60 mq. per un centro scommesse.

In secondo luogo è previsto che fra un'agenzia e l'altra vi sia una determinata distanza minima da rispettare, esattamente come accade, ad esempio, per i tabacchi.

In parole povere, non è possibile aprire un centro scommesse troppo vicino ad un altro.

Ogni concessionario poi, quindi Lottomatica, Sisa, Snai ecc, predispone delle proprie regole pertanto, prima di iniziare, informatevi sui requisiti specifici richiesti onde evitare spiacevoli sorprese in corso d'opera.

 

 

Aprire un centro scommesse: requisiti ed iter burocratico da seguire

Come per qualsiasi altra attività, anche aprire un centro di scommesse sportive richiede necessariamente l'espletamento di alcune pratiche ed il possesso di determinati requisiti: vediamo quali sono.

 

Per mettere in piedi un'agenzia di scommesse dovete:

- aprire la Partita Iva presso l'Agenzia delle Entrate competente;

- effettuare l'iscrizione alla Camera di Commercio;

- chiedere ed ottenere la licenza di pubblica sicurezza da parte della Questura;

- ottenere la convenzione dal concessionario.

 

Quest'ultimo, costituisce certamente il passo decisivo per realizzare il vostro sogno professionale.

Dunque scaricate il modulo preposto dal sito ufficiale della Polizia di Stato e poi presentatelo all'AAMS - Amministrazione Autonoma Monopoli di Stato - quando essa pubblica il bando (qui su bookmakersaams.bet puoi leggere le recensioni dei migliori bookmakers AAMS).

Una volta che avrete adempiuto a tali obblighi, vi troverete ad un buon punto del vostro percorso.

 

Quanto costa aprire un'agenzia di scommesse sportive?

come-aprire-agenzia-scommesse

Ecco un punto sicuramente fondamentale di cui parlare: il budget iniziale da stanziare.

Spesso si tratta della nota dolente riguardo all'avvio di un'attività, perché non sempre si dispone del capitale necessario per concretizzare il progetto.

Quanto costa, nello specifico, aprire un'agenzia di scommesse sportive?

Non pochissimo, conviene specificarlo subito.

Ci sono molte cose che è indispensabile mettere in conto, perché lo standard di questo tipo di impresa è piuttosto elevato.

Calcolando i costi necessari per l'arredamento del locale, i macchinari ecc., non ci vuole molto a capire che non si tratta di cifre bassissime.

Diciamo che risparmiare o ridurre all'osso le spese non è facile.

Anche se stimare una cifra precisa in merito è per evidenti ragioni impossibile, in linea di massima, con una certa approssimazione, mettendo insieme l'arredo, i mezzi telematici, le utenze e le pratiche burocratiche da svolgere, essa è compresa fra i 25.000 ed i 35.000 euro per quanto riguarda un'agenzia vera e propria, mentre se ci si limita ad un corner è possibile cavarsela con 7/8000 euro.

Inutile sottolineare che, se ritenete che il vostro futuro lavorativo debba essere incentrato sulle scommesse sportive e non volete rinunciare a causa della mancanza di soldi, la seconda opzione rappresenta indubbiamente un'ottima soluzione.

 

 

L'alternativa: il franchising

Esiste una valida alternativa alle possibilità descritte finora: il franchising.

Saprete già di cosa si tratta: detto in modo semplice e breve, ci si "accoda" ad una casa madre che si preoccupa della gran parte dell'organizzazione e con la quale poi ci si dividono gli utili.

Il franchising è una modalità commerciale in auge già da molti anni e che comporta tutta una serie di vantaggi di non poco conto.

Il primo, come accennato, consiste nell'eliminazione per l'affiliato di tutti gli oneri burocratici inerenti all'avvio dell'impresa e, in genere, anche dell'incombenza di dover trovare un locale adatto, poiché è il marchio ad occuparsene, ma non solo.

Le spese si riducono notevolmente e, nel caso dell'agenzia di scommesse, si limitano ad una media di 10/15.000 euro circa, quindi un bel risparmio.

Esistono soluzioni "chiavi in mano" realmente convenienti, che permettono di dare avvio all'attività tagliando drasticamente il numero dei passaggi e quindi velocizzando enormemente le tempistiche, inoltre si gode di un canale privilegiato sia per quanto riguarda il rapporto diretto con la clientela sia per quanto concerne le dinamiche da tenere con i concessionari e gli enti burocratici.

I maggiori brand di scommesse provvedono anche alla sistemazione del locale e al tipo di servizio che viene fornito.

Tenete anche conto del fatto che trattandosi di un mercato vasto ed in continua crescita, i brand più famosi sono in genere favorevoli e disponibili ad ulteriori aperture e, spesso, invogliano eventuali nuovi affiliati con offerte allettanti riguardanti sconti e/o dilazioni sull'arredo, la formazione, l'assistenza fiscale ecc.

Poter sfruttare un marchio noto inoltre, dà maggiori garanzie sotto ogni punto di vista, anche considerando il fatto che quasi sempre, gli scommettitori si affidano a quello che riesce ad infondere loro maggior sicurezza e non lo cambiano facilmente.

La pubblicità, lo sapete, è "l'anima del commercio" e la presa sul pubblico di questi brand è di gran lunga superiore a quella di altri decisamente meno conosciuti.

Insomma, come avrete intuito, il franchising conviene per tante ragioni e se è vero che l'incasso non sarà tutto per sé, è altrettanto evidente che anche i rischi sono notevolmente inferiori.

A parte il fatto che si può guadagnare bene anche con il franchising, tenete presente che avrete molte meno incombenze dall'inizio all'attuazione del progetto, il che non è di certo un elemento di secondo piano.

 

Conclusioni

Agenzia di scommesse in proprio o in franchising quindi?

Prima di prendere questa importante decisione, anche alla luce delle informazioni che vi abbiamo dato, ponderate bene la situazione, analizzate in profondità i vostri desideri e cercate di rendervi conto delle vostre reali esigenze.

Le soluzioni ci sono, sta a voi optare per quella che rispecchia al meglio le vostre personali attitudini.

Come risparmiare fino al 90% sulle commissioni del bonifico estero

transferwise-widget-cambio

Cliccando sul banner vai direttamente su Transferwise, qui leggi la recensione.

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest