• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Come aprire un negozio di abbigliamento per bambini

 

Nonostante in Italia i dati sulla natalità negli ultimi anni non siano assolutamente incoraggianti, uno dei settori commerciali che continua a garantire importanti risultati è proprio il mondo dell’infanzia, che siano giochi, accessori o abbigliamento. Aprire un negozio di abbigliamento per bambini è un’attività che ancora oggi è considerata redditizia e che riscuote grande successo, dato che proprio in questo settore le famiglie tendono a spendere qualcosa in più per non fare mancare nulla ai più piccoli. Ma come avviare un negozio di abbigliamento per bambini nella vostra città?

Mettersi in proprio aprendo un negozio di bambini rappresenta un’interessante occasione, creando un’attività remunerativa, dinamica, per lavorare a stretto contatto con la clientela.

Non sei ancora sicuro di aprire uno store per l'infanzia? ti consiglio di spulciare la sezione dedicata a come avviare numerose altre attività: sezione lavoro.

 

 

Come aprire un negozio di abbigliamento per bambini di successo?

come-aprire-negozio-abbigliamento-bambini

Per cercare di avviare un’attività di successo è fondamentale analizzare il trend di mercato, saper analizzare con grande efficacia il territorio, ma anche il target di riferimento, per imparare a scegliere i prodotti più ricercati, o convenienti, con una grande attenzione alla qualità dei tessuti venduti, essendo rivolto ai più piccoli.

Uno dei primi passi per aprire un negozio di bambini di successo è sicuramente partire analizzando il settore ed il mercato, prestando attenzione alla possibile concorrenza, alla zona d’interesse per l’apertura, effettuando una pianificazione particolarmente attenta.

Parlando del mondo dei bambini il target di riferimento è realmente generico, dato che è la fascia d’età del bambino a differire i diversi esercizi commerciali. È possibile avere successo sia con l’apertura di un negozio per bambini specializzato in prodotti da neonati (da 0 a 36 mesi) o anche per bambini con una fascia d’età superiore, o magari scegliendo di occuparsi anche dell’abbigliamento premaman o degli accessori dei bambini.

 

Tutti i requisiti per avviare un negozio di abbigliamento per bambini

Tutti i genitori fanno dei grossi sacrifici per non far mancare nulla al proprio figlio, scegliendo sempre prodotti di qualità, ecco perché prima di parlare dei requisiti per poter avviare un’attività di negozio per bambini è necessario parlare delle caratteristiche che ogni venditore di questo settore deve necessariamente possedere.

I piccoli clienti e i loro genitori sono dei clienti particolari che richiedono necessariamente maggiore pazienza da parte del personale commerciale addetto alla vendita. Uno dei requisiti prioritari è la capacità di relazionarsi con genitori e bimbi, essendo sempre piuttosto disponibili e dotati di una forte tolleranza, dovendo essere disponibili a dover consigliare sia sulle tendenze del momento, che sulla praticità dei capi venduti, oltre che sulle misure.

Il successivo step prevede l’individuazione del target a cui si decide di rivolgersi, soprattutto decidendo tra la vendita di capi monomarca, spesso di marchi piuttosto onerosi,  o se puntare sul plurimarca, ugualmente di qualità ma sicuramente più economici.

Una scelta difficile che deve basarsi necessariamente sull’analisi di mercato territoriale, cercando di scoprire su quale tipologia di clientela puntare. Sicuramente la chiave del successo potrebbe essere la diversificazione, quindi potrebbe essere una valida occasione puntare su diversi target  cercando di calibrare successivamente in base alle risposte di mercato.

 

 

Come scegliere i locali del negozio per bambini?

aprire-negozio-abbigliamento-bambini

Anche la scelta del locale dipende dalla tipologia di prodotti e al target di riferimento, ma la location ideale deve presentare caratteristiche specifiche. Meglio scegliere una zona ad alta concentrazione abitativa di famiglie piuttosto giovani, o vicino a strutture scolastiche e luoghi di interesse per mamme e bambini, oltre che con un ampio e comodo parcheggio. Il locale può avere varie dimensioni, ma per la vendita di abbigliamento per bambini potrebbero essere necessari anche solo 70 mq circa.

Un’idea che potrebbe risultare geniale è dedicare una zona anche piuttosto piccola del negozio ai bambini, una sorta di angolo gioco con tavoli e sedie dove i  bambini possono intrattenersi mentre i genitori fanno acquisti nel negozio. Inoltre un fattore da non sottovalutare è la scelta dell’arredamento, cercando di ottimizzare gli spazi, rendendoli comodi e soprattutto utilizzando dei colori piuttosto vivaci e piacevoli, anche per i piccoli bambini.

 

L’iter burocratico per aprire uno store di abbigliamento per bambini

Ma oltre alla pianificazione e all’analisi di mercato è necessario conoscere dettagliatamente l’intero iter burocratico per aprire un negozio per bambini, e tra i principali requisiti per la sua apertura sono indispensabili:

  • L’apertura della partiva Iva presso l'Agenzia delle Entrate;

  • L’iscrizione al registro delle imprese alla Camera di Commercio;

  • Apertura delle posizioni INAIL e INPS;

  • La comunicazione di inizio dell’attività almeno 30 giorni prima dell’apertura del negozio, da presentare presso il comune.

 

Ulteriore requisito fondamentale è che i locali adibiti al negozio rispettino assolutamente le norme vigenti in materia di sicurezza e igiene. Il locale dovrà essere completo di bagni e spogliatoi per i dipendenti che ci lavorano.

All’imprenditore non saranno richieste licenze particolari o titoli di studio specifici, ma le capacità imprenditoriali, o l’esperienza nel settore, così come le capacità organizzativa sarebbero buone norme per chi decide di aprire un negozio per bambini che vuole puntare al successo.

 

 

Investimento per l’apertura di un negozio per bambini

avviare-negozio-abbigliamento-bambini

Dopo aver analizzato ogni requisito e iter burocratico da dover rispettare per poter aprire un negozio di moda per bambini è importante capire a fronte di quale investimento è possibile avviare l’attività commerciale. Aprire un negozio per i più piccoli richiede un budget iniziale di almeno 60.000 euro, sicuramente un investimento abbastanza corposo.

Soprattutto nella fase iniziale bisognerà investire su diversi fattori importanti, dall’affitto dei locali con eventuali lavori per la ristrutturazione da dove sostenere per metterli a norma di igiene e sicurezza, agli arredi, espositori e illuminotecnica in grado di valorizzare i capi esposti, ma anche le polizze assicurative per furto o incendio, oltre a tutte le attrezzature necessarie dai computer ai vari allacciamenti dei contratti per energia e telefonia.

Ma anche l’assunzione del personale addetto alla vendita, o eventuali addetti alle pulizie, oltre che tutti i costi relativi agli aspetti burocratici, dall’apertura della Partita Iva alla consulenza di un commercialista. E ulteriori costi che un imprenditore dovrà affrontare per far conoscere la propria attività commerciale è relativa alle campagne pubblicitarie, o essendo un negozio per bambini sarà possibile mettere a loro disposizione animazione, trucco per bambini o palloncini, proprio per attirare la clientela. Un'altra simpatica idea potrebbe essere quella di utilizzare shopper di cotone personalizzate (puoi approfondire ad esempio su stampasi.it) per imbustare i vestiti con logo dell'attività o con personaggi simpatici e cartooneschi.

Chi vuole aprire un negozio per bambini ma non ha l’opportunità di disporre dei fondi necessari può verificare la presenza di eventuali bandi regionali o europei, in quanto potrebbero esser emessi a disposizione anche fondi per l’imprenditoria giovanile o femminile. Inoltre è possibile valutare un’ulteriore opzione tramite apertura di un negozio di abbigliamento per bambini in franchising, alternativa particolarmente valida per chi non ha grosse cifre da poter investire.

Come risparmiare fino al 90% sulle commissioni del bonifico estero

transferwise-widget-cambio

Cliccando sul banner vai direttamente su Transferwise, qui leggi la recensione.

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest