• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Come avviare una ferramenta online (ecommerce)

 

Avviare una ferramenta è un progetto imprenditoriale piuttosto valido, ma solo se studiato in ogni dettaglio, specie se si vuole aprire una ferramenta online mediante l'apertura di un ecommerce grazie al quale proporre i propri prodotti non solo in ambito locale ma internazionale.

 

Trasformare un’ambizione personale in un’attività commerciale volta al successo non è sempre così semplice, ma sicuramente con un’analisi dettagliata, utilizzando le giuste strategie e investendo sia soldi che tempo è possibile poter sognare in grande e aprire una ferramenta online.

Prima di pensare ad un vero e proprio progetto imprenditoriale è fondamentale conoscere bene il campo per poter dimostrare di poter avere le giuste competenze imprenditoriali. Avere delle basi solide prima di avviare un progetto imprenditoriale è estremamente essenziale, anche per un settore commerciale come una ferramenta online che nonostante abbia un margine di guadagno non molto alto, è comunque un settore che non risente della crisi economica.

 

 

Come aprire una ferramenta partendo dal capitale

come-aprire-ferramenta-online

Per poter avviare una qualsiasi attività commerciale è necessario dover sostenere dei costi, e proprio da qui nasce l’esigenza di partire da un capitale iniziale cui disporre. Ma proprio per avviare una ferramenta non serve una grossa cifra economica, anche se la situazione potrebbe cambiare nel caso in cui si voglia realizzare un grande progetto imprenditoriale.

Chi non può usufruire di un capitale iniziale può cercare di ottenere delle agevolazioni che spesso sono proprio riservate ad alcune categorie di persone, come giovani e disoccupati per i quali sono proprio le Regione ad elargire dei finanziamenti volti all’inserimento nel mondo del lavoro di tali categorie. 

Tutte le agevolazioni sono delle forme di finanziamento che dovranno essere restituite tramite rate e con tassi di interesse contenuti.

Ulteriore passaggio da non dover sottovalutare è la scelta del locale da destinare all’attività commerciale. La scelta ideale sarebbe di un locale che abbia delle dimensioni piuttosto grandi, in quanto la merce da trattare è piuttosto ingombrante, mentre dovendo aprire una ferramenta online poco inciderebbe la zona in cui si trova il locale. Dato che non si dovrà tenere conto né che la zona sia trafficata, né che ci si preoccupi troppo della concorrenza nel territorio.

La migliore soluzione sarebbe aprire un locale fisico accompagnato da un ecommerce per proporre i prodotti non solo in ambito locale, ma in un contesto più grande.

 

Tutti gli aspetti burocratici per avviare un ferramenta

Qualsiasi sia l’attività commerciale che si vuole avviare il percorso burocratico rappresenta forse l’aspetto più tortuoso e spesso infinito dell’intero processo di progettazione e realizzazione dell’attività commerciale. Una delle prime mosse da dover compiere è rivolgersi alle istituzioni territoriali per capire i diversi passaggi da fare, e di sicuro si dovrà mettere a norma il locale secondo quanto previsto dalla legge italiana in materia di sicurezza sul lavoro e salute.

Solo successivamente si potrà presentare la dichiarazione di inizio attività presso il comune do si sta aprendo l’attività di ferramenta.

Essendo un’attività commerciale uno dei primi passi da seguire è legato all’apertura della partita IVA presso l’Agenzia delle Entrate, oltre a doversi iscrivere al Registro delle imprese presso la Camera di Commercio.

Proprio questi aspetti particolarmente delicati possono essere eseguiti in piena autonomia o decidere di rivolgersi ad un commercialista che possa curare ogni aspetto burocratico minuziosamente per evitare di incorrere in qualche errore, e garantire il disbrigo delle pratiche nei tempi giusti.

Sicuramente rivolgersi ad un commercialista comporta dei costi aggiuntivi da dover affrontare, ma per aprire una ferramenta è necessario seguire correttamente un intero percorso burocratico corretto e soprattutto senza dover sprecare tempo prezioso.

 

 

Conviene aprire una ferramenta?

Decidere di aprire una ferramenta è un progetto economicamente possibile e probabilmente anche piuttosto vantaggioso. Diventa fondamentale prima di aprire una ferramenta avere una chiara idea del progetto che si vuole portare avanti, dalla progettazione, all’aspetto burocratico, ma anche la pubblicità per far conoscere la nuova attività commerciale e soprattutto gli obiettivi che si vogliono raggiungere.

Nel caso di una ferramenta online sicuramente l’aspetto da non dover sottovalutare assolutamente è la pubblicità tramite i principali social network, o anche utilizzando canali come radio, giornali o televisione, o canali promozionali che acquisiscono clienti direttamente o indirettamente.

 

Come avviare una ferramenta online tramite ecommerce

come-aprire-sito-ecommerce-ferramenta

Con l’avvento dell’era digitale sono numerose le attività commerciali che hanno deciso di puntare anche all’avvio di un negozio online in quanto diversi sarebbero i punti a favore per l’apertura di una ferramenta online.

C’è chi aspira ad affiancare ad un negozio fisico aperto al pubblico un’attività commerciale online, e chi invece anche per ammortizzare qualche costo di gestione, come i locali o il personale, preferisce invece avviare una ferramenta che sia disponibile per i clienti esclusivamente online.

Un ecommerce consente di raggiungere un innumerevole numero di clienti in tutta in Italia, o anche nel mondo, oltre a consentire di ammortizzare qualche costo sull’avvio e la gestione dell’attività commerciale.

Aprire una ferramenta ecommerce è di sicuro un’opportunità da dover cogliere specialmente se si vuole espandere il proprio business.

Un sistema di vendita che presenta innumerevoli vantaggi che si può realizzare come un ecommerce personale o appoggiarsi a grandi piattaforme presenti online come Amazon o eBay.

Per avviare una ferramenta online però ci si dovrà appoggiare ad una piattaforma di vendita, un sito che dovrà essere d’impatto, facilmente accessibile da tutti, e che sia strutturando in ogni dettaglio. Dalla progettazione di un catalogo prodotti, ai metodi di pagamento o di consegna.

Hai varie possibilità per decidere di come mettere su il tuo ecommerce ferramenta: puoi fartelo scrivere direttamente in codice puro HTML per una personalizzazione estrema, ma con costi molto alti, altrimenti puoi utilizzare vari CMS gratuiti e a pagamento che offrono lo stesso ottime funzionalità ma già pronte da utilizzare.

In tal senso ti posso consigliare CMS come Joomla, Wordpress o Drupal installando plugin specifici o CMS nati solo per ecommerce come Magento, Prestashop, Shopify, WooCommerce ed altri. Generalmente gli esperti indicano come Prestashop o Magento (il noto portale www.masterfer.it ad esempio è realizzato proprio con Magento) le piattaforme più performanti.

Nel prossimo paragrafo andremo a sviscerare l'argomento.

 

 

Tipologie di piattaforme per la ferramenta online

come-avviare-ecommerce-ferramenta

È possibile scegliere tra tre diversi sistemi di piattaforme, ovvero i sistemi open source caratterizzate dal codice sorgente libero o modificabile; le piattaforme in affitto dove è possibile ottenere un ecommerce pagando un periodo di noleggio.

Mentre la scelta che richiede un maggiore investimento economico è il sito web proprietario, costruito da programmatori esperti partendo da zero.

Una delle fasi più importanti da non sottovalutare nella progettazione del sito web della ferramenta online è la costruzione e l’organizzazione del catalogo, in modo tale che tutti i prodotti destinati alla vendita siano facilmente riconoscibili con descrizioni dettagliate e fotografie.

Chi vuole aprire una ferramenta online oltre a dover essere competitivo deve consentire ai propri clienti di poter acquistare la merce tramite metodi di pagamenti diversi tra loro, come il bonifico, o anche carte prepagate, contrassegno alla consegna e Paypal, e con la garanzia di transazioni sicure e di consegne piuttosto veloci.

Come risparmiare fino al 90% sulle commissioni del bonifico estero

transferwise-widget-cambio

Cliccando sul banner vai direttamente su Transferwise, qui leggi la recensione.

 

azimo-recensione-guida

Cliccando sul banner vai direttamente su Azimo, qui leggi la recensione.

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest