• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Come aprire attività di vendita e posa in opera di pavimenti in legno

 

Ogni professionista che si rispetti ha il sogno di aprire un’attività commerciale. Lavorare alle dipendenze di un capo non è di certo l’obiettivo di chi vuole sognare in grande, mettendosi in gioco nel mondo del lavoro e soprattutto investendo nella propria professionalità ed esperienza. E sono molti i professionisti che vogliono aprire attività di vendita e posa in opera di pavimenti in legno.

Ciò non toglie però che per aprire un’attività siano necessari determinati requisiti o regolamentazioni, che variano a seconda della tipologia di attività commerciale sulla quale si decide di investire. Negli ultimi anni gli italiani hanno investito sulla casa, curando ogni dettaglio, al fine di rendere accogliente e caldo il proprio nido familiare. Ecco che scommettere sul legno è un’idea considerata vincente per chi è professionista di settore.

Ogni imprenditore piccolo o grande che si rispetti, oltre ad essere un professionista deve decidere su quale segmento di mercato investire. E scommettere sul legno sembrerebbe negli ultimi anni essere una scelta piuttosto vincente. Avviare un’attività di vendita e posa di pavimenti in legno è una decisione da prendere se il professionista possiede tutti i requisiti validi.

Oltre a dover  reperire ogni informazione necessaria a livello burocratico, e calibrando tutti i bilanci finanziari dell’investimento prima di lanciarsi nell’impresa. Ma quali sono i requisiti essenziali per aprire un’ attività di vendita e posa in opera di pavimenti in legno?

Prima di andare avanti voglio però, suggerirti di dare uno sguardo alla sezione dove si parla esclusivamente di come avviare tantissime altre attività imprenditoriali, sicuramente potrai trovare qualche spunto interessante - clicca qui!

 

 

Tutti i requisiti per avviare attività di vendita e posa pavimenti

come-avviare-attivita-posa-e-vendita-parquet

Il mercato immobiliare e di arredamento nel nostro Paese ha mantenuto negli anni una crescita piuttosto discreta. L’attenzione al dettaglio ma soprattutto la cura della pavimentazione del parquet delle abitazioni è diventato un aspetto da non sottovalutare per chi ama l’arredamento d’interni. Tanto da poterlo considerare un possibile business redditizio soprattutto per i professionisti del settore, che vogliono aprire un’attività di vendita e posa in opera di pavimenti in legno.

L’investimento in tale tipologia di attività di parchettista e posatore è decisamente contenuto rispetto ad altri mestieri, ma è indispensabile essere assolutamente esperti di posa in pavimenti in legno prima di pensare di potersi mettere in proprio.

 

Ma chi è il parchettista e di cosa si occupa?

Il parchettista è un tecnico specializzato nella vendita e nella messa in posa di pavimenti in legno. Ma tale definizione potrebbe essere assolutamente riduttiva rispetto alla professionalità di un parchettista, che dovrà occuparsi della scelta di materiali di qualità, tenendo conto delle esigenze del cliente. Ma soprattutto tenendosi costantemente aggiornato, senza tralasciare le tecniche di finitura sia tradizionali che moderne. Non solo, dovrà essere preparato anche sull'importante topic che riguarda la manutenzione e la salvaguardia del parquet negli anni.

Sicuramente la messa in posa del pavimento in legno rappresenta lo step finale del quale si dovrà occupare il parchettista. Che dovrà occuparsi della scelta del materiale, della misurazione e della preparazione del legno, tramite strumenti di precisione dato che un calcolo sbagliato potrebbe procurargli svariati problemi. Oltre alla messa in posa dovrà occuparsi della spianatura, la lisciatura, laccatura, ceratura, tenendo conto di aver controllato la temperatura e l’umidità.

 

Come diventare parchettista?

Tra i principali requisiti per riuscire ad aprire un’attività come parchettista, sicuramente dobbiamo citare la passione verso tale professione. Come abbiamo precedentemente indicato sono diverse le doti che un professionista che si occupa di posa pavimenti in legno deve avere per riuscire ad essere professionale e soddisfare le esigenze del cliente.

È necessario diventare un parchettista professionista partecipando a diversi corsi di formazione che dovranno essere conformi al Quadro Europeo delle Qualifiche. Dopo aver partecipato al corso si dovrà superare un esame per ottenere un patentino che abilita alla professione di posatore o assistente qualificato.

 

 

Iter burocratico per avviare un’attività di posa pavimenti in legno

avviare-attivita-posa-e-vendita-parquet

Esistono dei passaggi fondamentali da seguire per riuscire ad avviare la vostra attività di vendita e posa in opera di pavimenti in legno. Sicuramente iniziando dall’individuazione di finanziamenti o contributi a fondo perduto, o anche agevolazioni che possono aiutare ad avviare l’attività.

Fattore fondamentale per ogni professionista è la conoscenza di ogni legge, normativa che possa consentire di aprire un’attività assolutamente in regola. Si dovranno ottenere tutte le licenze, autorizzazioni e i requisiti che possano attestare di essere dei professionisti.

Per iniziare ad avviare la propria attività e pensare di mettersi in proprio si deve partire da una scelta ponderata. Una volta valutati aspetti positivi e negativi legati alla professione, si potrà procedere rivolgendosi ad un commercialista professionista che ci indicherà tutti i passaggi da seguire per l’apertura dell’attività.

Il commercialista ci aiuterà a trovare il codice ateco relativo alla nostra professione, aiutandoci nella compilazione della modulistica necessaria per la richiesta dell’apertura dell’attività, mettendoci al corrente su ogni aspetto normativo e logistico, oltre ad avviare pratiche per la richiesta di possibili incentivi o agevolazioni, quando possibile.

Trattandosi di un’attività commerciale è necessaria per il professionista l’apertura della Partita IVA presso l'Agenzia delle Entrate competente. Dettaglio del quale potrà occuparsene il proprio commercialista o direttamente scaricando dal sito dell’Agenzia delle Entrate il modulo che dovrà essere compilato in ogni sua parte, e consegnato all’Ente tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, o direttamente a mano presso uno degli sportelli.

Indispensabile per l’apertura dell’attività imprenditoriale l’iscrizione al registro delle imprese, la comunicazione di inizio attività presso il Comune , oltre all’apertura delle posizioni INPS e INAIL.

 

Scegliere il locale ideale: quali caratteristiche?

come-aprire-store-pavimenti-in-legno

Prima di muovere i primi passi nella scelta della location ideale per avviare la propria attività di vendita e posa in opera di pavimenti in legno, è necessario analizzare il target di riferimento, ma soprattutto eseguire un’analisi attenta delle reali possibilità di successo di questa attività imprenditoriale.

Ma sembrerebbe che l’investimento iniziale per l’avvio dell’attività di parchettista e posatore sia decisamente contenuto, è possibile avvalersi di un locale dalle dimensioni ridotte, e di pochi collaboratori almeno per i primi periodi. Motivo in più che incentiva maggiormente i professionisti che decidono di mettersi in proprio.

In quanto essendo un settore decisamente in crescita con una buona prospettiva di redditività, l’esigenza di locali adeguati alla crescita aziendale diventano poi necessari per procedere all’espansione dell’attività.

È indispensabile però aggiungere che maggiori saranno le dimensioni del locale, maggiore sarà la possibilità di realizzare al proprio interno, oltre ad uffici destinati alla relazione con la clientela, soprattutto per la fase di progettazione, un’area adibita all’esposizione dei vari materiali scelti dall’azienda. Fondamentale sarà predisporre una zona dedicata alla stoccaggio ed al magazzino del parquet e dei prodotti per la cura e manutenzione dello stesso come stucchi, olii o vernici (qui ad esempio su Solidrenner trovate una vasta rassegna di prodotti per pavimenti in legno).

L’offerta di parquet ad oggi è davvero molto vasta, quindi il cliente deve avere l’opportunità di poter fare una scelta calibrata sia un base all’abitazione che si deve pavimentare ma anche in base alla tipologia di prodotto, preferibilmente vedendolo fisicamente e non esclusivamente tramite catalogo online o cartaceo.

Chi ha poca dimestichezza nella gestione, ma soprattutto nell’apertura di un’attività imprenditoriale può affidarsi al franchising. In questa circostanza saranno gli stessi professionisti del gruppo a guidare l’imprenditore nella scelta della sede, nella gestione dell’iter burocratico, secondo quanto stabilito in fase contrattuale con il gruppo franchising scelto dall’imprenditore.

 

 

Sicuramente i primi periodi successivi all’apertura dell’attività di posa pavimenti in legno consentiranno di ottenere un guadagno necessario a coprire l’investimento iniziale, ma essendo un settore sempre più in crescita dato che la clientela apprezza pavimenti in legno, le prospettive di guadagnano sembrano crescere in maniera esponenziale.

Come ogni attività imprenditoriale anche i professionisti del parquet devono contare molto sulle strategie di marketing utilizzate per vendere.  Soluzioni mirate al target di riferimento, necessarie ad incrementare le vendite e di conseguenza i guadagni, sempre con una maggiore attenzione alla professionalità dei tecnici.

La pubblicità anche tramite canali come i social media, potrebbe essere la strategia determinante per guidare ogni professionista al successo. Ad oggi diverse sono le aziende che utilizzano proprio il web per promuovere la propria attività imprenditoriale, con immagini, video o veri e propri slogan studiati per attirare il target che si vuole attirare.

Come risparmiare fino al 90% sulle commissioni del bonifico estero

transferwise-widget-cambio

Cliccando sul banner vai direttamente su Transferwise, qui leggi la recensione.

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest