• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Come aprire un ecommerce e guadagnare

 

come-aprire-un-ecommerce-e-guadagnare

Chi di noi non vorrebbe più prendere la macchina per andare a lavorare? Il sogno di ogni italiano è di alzarsi dal letto e iniziare il proprio lavoro indossando ancora il pigiama. Tutto questo è possibile se decidiamo di lavorare online, magari aprendo un eCommerce di successo. Ma cosa è, e cosa vuol dire la parola inglese eCommerce?
La parola eCommerce sta per "electronic commerce" che in parole povere significa vendere su Internet e comprende tutte le operazioni relative a transazioni e attività commerciali.

Se vuoi leggere anche un articolo che ti fornisce fino a 10 idee su come guadagnare online clicca sul link, altrimenti prosegui la lettura qui.

 

 

Aprire un eCommerce: Le fasi iniziali

Per vendere qualsiasi cosa nella rete basta avviare un eCommerce cioè un negozio online. La vendita si realizza sulla piattaforma web dove viene caricato il catalogo dei prodotti o di servizi che il compratore potrà consultare online e comprare inviando l'ordine di acquisto. Aprire un eCommerce non è difficile però è necessario sapere tutto ciò che è utile per avviare questo commercio elettronico.

Innanzitutto generalmente l'apertura richiede normalmente un investimento iniziale abbastanza limitato. Infatti dovremo comprare un dominio a tema con ciò che dobbiamo vendere e uno spazio web (hosting) adatti ad ospitare un CMS (Content Management System), che ci permetterà di realizzare un sito Internet commerciale con catalogo, prezzi, schede tecniche e immagini, carrello, un pannello di controllo personalizzato per ogni utente e pagine dedicate ai pagamenti (di solito bonifico bancario, contrassegno, Paypal, carte di credito).

 

La scelta del CMS del tuo eCommerce

aprire-un-ecommerce-con-prestahop

Fondamentale è la scelta del CMS con cui poi realizzeremo il nostro sito web eCommerce.
Tra i migliori CMS tra cui scegliere ci sono
WordPress, Drupal, Joomla, Magento, Prestashop. I primi 3 CMS sono adatti non solo ad eCommerce, ma a tutte le tipologie di siti da siti vetrina a blog, da magazine a portali, mentre gli ultimi due sono CMS dedicati, ovvero software nati solo per la creazione di negozi virtuali online. Per tale motivo consigliamo ai neofiti di aprire un eCommerce utilizzando gli ultimi due CMS che sono anche open source e quindi gratuiti come tutti quelli segnalati in questo articolo. Precisiamo che Magento e Prestashop hanno un vantaggio ed uno svantaggio subito evidenti: Magento forse è in assoluto il migliore e più completo CMS per un eCommerce, ma purtroppo il più difficile da installare, configurare e gestire. Diversamente Prestashop è facile sia da installare che da utilizzare tutti i giorni, ma non è completo come il primo.

 

aprire-un-ecommerce-con-magento

Se si è in grado di gestire da solo il CMS non si avrà bisogno di aiuto altrimenti ci si affidarà ad aziende e professionisti del settore che aiuteranno ad avviare l'attività oltre a fare lavori di indicizzazione avanzata delle pagine (SEO). Per tutti questi CMS sono disponibili in commercio delle estensioni più che altro a pagamento grazie alle quali si potrà impostare e personalizzare al meglio un negozio virtuale online.
Ricordiamo che un per buon indicizzamento delle singole voci dei prodotti in vendita dell'eCommerce consigliamo di inserire una descrizione originale accurata di almeno 150, 200 parole corredata da almeno 2 immagini e magari da un video esplicativo. Google infatti darà maggior risalto a siti dove il contenuto di qualità è abbondante. Lo stesso colosso americano non fa che ripetere "content is the King", ovvero il contenuto è il Re!

Creato l'eCommerce bisognerà essere dotati di una buona organizzazione e di un buon impegno per aggiornare i prodotti del proprio catalogo, saper gestire un buon sistema di promozione per la propria clientela, organizzare una rapida consegna di ciò che è stato ordinato e una buona gestione dei pagamenti. Questo permetterà, a chi saprà organizzarsi in modo competitivo e con articoli, se possibile non reperibili sui normali canali di vendita, una buona prospettiva di guadagno. E' chiaro che per raggiungere il successo è importante non commettere errori nella realizzazione del proprio eCommerce e per chi è all'inizio capiterà spesso, soprattutto se si cercherà di fare tutto da soli.

 

 

Le pratiche burocratiche per aprire un eCommerce

avviare-ecommerce-guadagnare

Bisogna avere le idee chiare su come:

- utilizzare le eventuali agevolazioni pubbliche che eventualmente potranno essere richieste;

- conoscere la normativa regionale e locale e le leggi nazionali che regolano l'attività del commercio elettronico;

- conoscere le autorizzazioni e i requisiti necessari per avviare un eCommerce;

- capire come progettare la gestione di un negozio online e ciò che riguarda l'attrezzatura, i locali, gli impianti necessari e il personale che dovrà essere utilizzato;

- valutare cosa offrire nel proprio eCommerce soprattutto per prodotti non reperibili su altri canali di vendita tradizionali;

- scegliere i fornitori per l'acquisizione dei prodotti da vendere.

 

Quindi l'eCommerce è una buona occasione per tanti giovani soprattutto se nelle loro menti frullano buone e innovative idee. Ad esempio citiamo l'idea imprenditoriale di Caterina Ongaro, laureata in Disegno Industriale e che dal cilindro ha tirato fuori un eCommerce "Evergreen Orange" che vende adesivi murali per la casa, per l'ufficio o per locali commerciali. Raggiungendo il portale possiamo vedere come il tutto sia massimizzato per rendere la navigazione facile, piacevole e soprattutto efficiente.

Ricordiamo ancora che sarà necessario costituire una società davanti al notaio, aprire la partita IVA, iscriversi alla Camera di Commercio, presentare la SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) allo sportello unico per le attività produttive del comune dove si avvierà l'attività e comunicare all'Agenzia delle Entrate l'indirizzo del sito Web, i dati identificativi dell'Internet Service Provider, l'indirizzo di posta elettronica e il numero di telefono e fax.

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest