• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Come fare un bonifico in Inghilterra

 

bonifico-verso-inghilterra

L'Inghilterra, così come gli altri Paesi della Gran Bretagna, sin dall'introduzione dell'euro ha deciso di non adottare la moneta comune alle altre nazioni dell'Unione Europea di cui anche lei fa parte, ovvero l'euro. Ma non per questo effettuare un bonifico dall'Italia risulta più complicato e meno conveniente. Il primo passaggio è quello di procurarsi come sempre il codice Iban del destinatario, che in questo caso partirà con la sigla GB ed è composto da 22 caratteri.

 

 

Quanto costa un bonifico dall'Italia verso l'Inghilterra?

Se l'euro è considerata comunque una moneta forte, lo è al momento anche la sterlina inglese. Ecco perché non sempre può essere conveniente per il cliente italiano effettuare un bonifico con valuta diversa dalla nostra anche se in alcuni casi è obbligatorio. Meglio sempre informarsi in precedenza sui quelle che debbono essere le procedure corrette, ricordandosi che normalmente effettuare un bonifico dall’Italia all’Inghilterra costa in media l'1.5% del valore trasferito a cui vanno aggiunti 2 euro di costo fisso per le operazioni. Meglio può andare a chi sia cliente di istituti bancari britannici, come Barclays che almeno verso quei Paesi possono godere di condizioni privilegiate nel cambio.

 

Pagamenti alternativi

Chi vuole risparmiare sull'operazione di bonifico verso l'Inghilterra, oltre a scegliere la piattaforma online dedicata all'home banking, potrà optare per vie alternative. Come Transferwise che, anche se è nato soltanto da pochi anni, viene già considerato sul mercato il più affidabile soprattutto per trasferimenti in sterline. Questo deriva dal fatto che il tasso di cambio applicato è quello reale, aggiornato quotidianamente e soprattutto che i trasferimenti internazionali di denaro con Transferwise hanno un costo pari allo 0,05% della somma inviata, decisamente più incitante rispetto a quello che offrono mediamente le banche italiane.

 

 

Consigli per gli acquisti

Come per altri bonifici verso l'estero, anche per l'Inghilterra e Regno Unito (UK) è sempre bene osservare regole basilari, quali verificare anticipatamente che la banca del destinatario abbia rapporti con la propria banca, specificare sempre la data di esecuzione del bonifico, concordare con il destinatario le modalità di trasmissione del bonifico e qualora sia possibile mettersi d'accordo sulla divisione delle spese del bonifico internazionale, visto che le parti possono sostenere entrambe i costi.

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest