• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Come aprire un centro o clinica di chirurgia estetica

 

Le statistiche confermano come le cure estetiche costituiscano una spesa che sempre più persone decidono di sostenere per apparire al meglio di sé.

Essere in forma, tonici, magri e di aspetto gradevole è diventato un imperativo per la maggior parte di uomini e donne di qualsiasi età.

Non stupisce pertanto che, a fronte di questa esigenza collettiva, ne sia sorto tutt'intorno un business ed un giro d'affari per niente trascurabile.

 

avviare-centro-chirurgia-estetica

Aprire un centro o una clinica estetica rappresenta per tanti aspiranti imprenditori un sogno che non si vede l'ora di realizzare, ma gli intoppi non mancano.

E' vero infatti che un centro estetico, lavorando con professionalità e dedizione, può portare ad ottenere ottimi guadagni, ma le spese iniziali da sostenere non sono, oggettivamente, alla portata di tutti.

Ci sono poi i costi di gestione, che raggiungono inevitabilmente cifre di notevole entità.

Le difficoltà non mancano insomma, però se si riesce a superarle, una clinica estetica può realmente diventare un punto di forza e di richiamo nella zona in cui essa sorge.

Siete interessati?

Di seguito vi diamo le informazioni di base su ciò che serve e sui passi da compiere per aprire un centro o clinica di chirurgia estetica.

 

 

Aprire un centro estetico: gli elementi essenziali

come-aprire-clinica-chirurgia-estetica

Il primo ed indispensabile passo da compiere in vista dell'apertura di un centro estetico è individuare la struttura adatta ad ospitarlo.

Preferibilmente essa deve collocarsi in una zona nevralgica, piuttosto frequentata e ben servita dai mezzi pubblici.

E' importante che i potenziali clienti possano raggiungere l'edificio in modo agevole, compresa la possibilità di parcheggiare facilmente.

Passiamo alle dimensioni: quanto dovrebbe essere grande una clinica estetica?

Una regola precisa in merito non esiste, ma per ragioni logistiche si deve necessariamente optare per una metratura piuttosto grande, in quanto bisogna tener conto che non possono mancare specifiche stanze riservate agli interventi, che hanno bisogno di macchinari ingombranti, ambienti per la degenza dei pazienti, la sala d'attesa, gli immancabili servizi igienici ed altri spazi.

Insomma, all'interno della struttura tutti devono avere la possibilità di muoversi adeguatamente, sia il personale che i clienti.

Da ciò si evince che la scelta della struttura non può assolutamente essere lasciata al caso, ma deve invece scaturire da una approfondita ricerca di mercato che sappia individuare una zona ed un edificio che siano i migliori possibili allo scopo.

Anche la concorrenza, evidentemente, ha un peso: sarebbe del tutto illogico aprire la struttura nelle vicinanze di un'altra che offre servizi identici, a maggior ragione se essa ottiene risultati più che soddisfacenti (difficilmente in questo campo i clienti sono disposti a rivolgersi altrove se si trovano bene dove stanno).

 

Personale e formazione

La chirurgia estetica è un ambito delicato, che investe il campo della medicina, quindi la competenza è un punto inderogabile.

Sotto tale aspetto si può dire che aprire una clinica di chirurgia estetica sia una delle attività più impegnative in assoluto.

Qualsiasi intervento, anche quello apparentemente più banale, eseguito sul corpo delle persone, deve scrupolosamente e tassativamente rispettare un iter e delle regole ben precise, poiché, se così non fosse, i pazienti correrebbero il rischio di subire danni fisici irreparabili.

Su ciò la legge, giustamente, è molto severa ed il suo mancato adempimento comporta conseguenze pesantissime.

 

 

In termini pratici, un centro estetico deve avvalersi di personale altamente specializzato, di alto livello, qualificato ed esperto, tanto più che l'estetica è un settore dinamico in continua evoluzione, che deve rispondere alle esigenze più disparate.

Ecco perché i medici, gli infermieri e gli anestetisti devono possedere le qualifiche indispensabili per poter lavorare garantendo ai pazienti il massimo delle prestazioni.

Se è vero che la professionalità e la competenza sono necessarie ovunque, ciò vale ancora di più in ambito medico-estetico, per cui se volete avere successo cominciate dalla scelta di un personale ineccepibile sotto ogni punto di vista.

Sarà la bravura del personale, prima di qualunque altra cosa, a permettervi di farvi conoscere ed apprezzare, oltre che di sbaragliare la concorrenza, decisamente agguerrita.

 

Quanto costa aprire un centro di chirurgia estetica?

Rispondere esattamente a questa domanda è praticamente impossibile, ma tenendo conto delle voci di spesa principale, possiamo certamente affermare che si tratta di una delle start up più costose in assoluto.

Di soldi ce ne vogliono un bel po', inutile negarlo.

Vediamo perché.

Per prima cosa ci sono gli stipendi da pagare regolarmente ogni mese allo staff (medici, infermieri, addetti all'amministrazione e pulizia, ecc), ma anche i relativi contributi previdenziali ed assistenziali che la legge prevede.

Calcolate che in una clinica lavorano medici, infermieri, vigilanti ed inservienti, quindi non si tratta di una spesa di poco conto.

Ci sono poi i macchinari che non possono assolutamente mancare, strumentazioni sofisticate e costose sulle quali non è possibile risparmiare più di tanto, in quanto devono essere sicure, altamente performanti e perfettamente in grado di andare incontro alle esigenze della clientela.

Aggiungete l'affitto, le utenze periodiche e provate a fare un calcolo sommario di quanto denaro serve per mantenere un centro di questo tipo.

Non solo, poiché potrebbe accadere di trovare la struttura perfetta ma che essa abbia bisogno di lavori di ammodernamento per essere adattata al nuovo scopo, il che comporta, come è evidente, una ulteriore e cospicua spesa.

 

 

Documentazione necessaria

come-avviare-clinica-chirurgia-estetica

Oltre alle qualifiche specifiche del personale che vi lavora, per aprire un centro di chirurgia estetica bisogna obbligatoriamente aprire una Partita IVA, iscriversi all'Agenzia delle Entrate ed alla Camera di Commercio, aprire le posizioni INPS ed INAIL e quindi comunicare al Comune interessato l'inizio dell'attività.

Gli ambienti dell'edificio che ospita il centro inoltre, devono rispettare in pieno i requisiti di igiene e di sicurezza secondo la Normativa vigente.

In linea generale, possiamo dire che l'iter per l'apertura della clinica ed il disbrigo delle pratiche che occorrono per raggiungere l'obiettivo sono piuttosto complessi, pertanto il consiglio è quello di affidarsi a consulenti specializzati ciascuno nella propria materia di competenza.

In tal modo non si allungheranno i tempi e, soprattutto, sarete certi dell'accuretezza e della correttezza della parte burocratica del percorso.

Se pensate di poter fare tutto da soli vi sbagliate o, almeno, noi ve lo sconsigliamo fortemente.

Se non siete addentrati in queste questioni troverete intoppi ed incorrerete in inevitabili rallentamenti, oltre al fatto che il rischio di sbagliare è decisamente alto.

Ne vale la pena?

Certamente no, soprattutto se avete voglia e fretta di cominciare a lavorare (e a guadagnare).

Affidatevi ad un bravo commercialista e tutto sarà più facile e veloce.

Una volta superata la lunga e tortuosa parte burocratica, che in Italia è sempre piuttosto impegnativa, la strada sarà finalmente in discesa.

La qualità, la professionalità e la serietà saranno le chiavi preferenziali per raggiungere il successo, non dimenticatelo mai.

In più, specialmente all'inizio, non potrà non giovarvi enormemente una campagna pubblicitaria meticolosa e capillare, che vi aiuterà a farvi conoscere e a costituire una prima clientela su cui poter contare.

Se sarete capaci di farvi apprezzare, il resto verrà da sé.

La pubblicità è l'anima del commercio, quindi stanziare un budget apposito in tal senso è sicuramente indispensabile. Ad esempio potrebbe essere di utilità, almeno all'inizio, l'iscrizione a portali specifici (come ad esempio chirurgiaemedicinaestetica.net) che propongono preventivi online su interventi estetici. In tal modo si raddoppiano pressapoco le possibilità di acquisire nuova clientela, sia che tu abbia un centro a Roma, a Milano o a Napoli.

Può apparire un po' gravoso se si tiene conto della spesa non indifferente già affrontata in precedenza, ma vi garantiamo che ne vale davvero la pena.

In fondo avete fatto 30, come si suol dire, e non fare 31, mai come in queste circostanze, può costare tardivi pentimenti.

Come risparmiare fino al 90% sulle commissioni del bonifico estero

transferwise-widget-cambio

Cliccando sul banner vai direttamente su Transferwise, qui leggi la recensione.

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest