• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Come aprire una falegnameria

 

aprire-una-falegnameria

Se siete degli esperti falegnami e volete aprire un'attività di falegnameria, di certo state proseguendo nella giusta direzione per aprire le porte di un settore che potrebbe darvi tantissimi benefici e soddisfazioni da un punto di vista professionale. L'opzione di aprire una falegnameria può essere valida soprattutto per chi ha lavorato già per diverso tempo presso un'azienda di questo tipo.

L'esperienza giocherà un ruolo cruciale perché, lavorare nel mondo della falegnameria, richiede come requisito fondamentale proprio il saper lavorare il legno alla perfezione. Cosa serve per intraprendere nel migliore dei modi questa attività? Soprattutto tanta forza d'animo, un po' di coraggio, passione e dei fondi per iniziare il vostro sogno. Non sei ancora convinto? ecco la sezione dedicata a come avviare molte altre attività.

 

 

I requisiti per aprire un'attività di falegnameria

avviare-una-falegnameria

Per aprire un'attività di falegnameria, innanzitutto, dovete essere dei falegnami esperti. Oltre ad aver conseguito un corso specifico, sarà opportuno anche aver svolto l'apprendistato presso un'impresa dello stesso ambito d'azione ed in più, sarà utile saper utilizzare bene tutti gli strumenti. In questo lavoro, la pratica ha un ruolo cruciale. Una volta verificati questi requisiti, non vi resta che iniziare l'iter burocratico ed amministrativo per aprire la vostra attività di falegnameria.

 

L'iter burocratico e amministrativo per aprire un'attività di falegnameria

come-aprire-una-falegnameria

L'attività di falegnameria rientra nell'ambito delle imprese di tipo artigianale. E' per questo motivo che il consiglio è quello di aprire una società di tipo individuale e poi iscriversi presso il registro delle imprese artigiane in modo da avere fin da subito a disposizione una partita iva. Ottenere la partita Iva è fondamentale per iniziare a guadagnare pagando le tasse legalmente.

La praticità della ditta individuale invece, vi darà l'opportunità di prendere delle decisioni in maniera personale e senza il supporto necessario di soci. Oltre a questi passaggi bisogna anche iscriversi presso INAIL ed INPS, in modo tale da ottenere i contributi previdenziali e quelli antinfortunistici che sono fondamentali in un'attività di questo genere. Non dimenticate che ogni attività di falegnameria richiede anche la necessità di poter assumere del personale come aiutanti o una segretaria che possa organizzare il vostro lavoro. Punto cruciale potrebbe essere assumere anche un consulente finanziario, ovvero un commercialista che dovrà curare fiscalmente la vostra società.

 

Il campo di azione di un attività di falegnameria

Prima di aprire una falegnameria è importante scegliere in quale campo voler agire. Innanzitutto, un falegname può occuparsi di piccoli lavori oppure di grandi imprese. La cosa importante è decidere prima il tipo di campo di azione prediletto, perché qualora doveste scegliere per delle piccole forniture, allora non avete bisogno di un grande laboratorio. Invece se state cercando di realizzare qualcosa un po' più in grande, avrete bisogno di spazi molto più consistenti e l'investimento iniziale dovrà essere maggiore.

 

 

La scelta della sede

aprire-attivita-falegnameria

Per avviare una falegnameria è necessario scegliere una sede adeguata che sia a norma da un punto di vista sanitario e antincendio. La sede dovrà essere collegata con tutte le utenze ed in più dovrà essere sufficientemente grande da ospitare un laboratorio ma anche un front office per rapportarsi con i clienti. Prima di iniziare l'attività bisogna chiedere l'autorizzazione presso il comune di appartenenza e poi arredare la sede almeno nella parte del front office per accogliere la clientela. Nel laboratorio invece sarà necessario l'acquisto di macchinari specifici per lavorare il legno, qualunque sia il campo di azioni in cui avete deciso di puntare per la crescita della vostra attività.

 

Quanto costa aprire un'attività di falegnameria

falegnameria-casette

Aprire un'attività di falegnameria potrebbe avere un costo che oscilla dai 50 fino ai 200 mila euro, a seconda del tipo di investimento che avete intenzione di fare. Se ad esempio, volete diventare dei riparatori oppure dei fornitori di piccoli prodotti in legno allora, l'investimento può anche essere contenuto tra i 50 e gli 80 mila euro.

Se invece avete intenzione di realizzare dei prodotti più grandi o impegnativi come delle case in legno (come ad esempio su mondocasette.com) o degli arredi personalizzati, allora dovete necessariamente fare un investimento in termini di macchinari molto più importanti, che potrebbe anche superare i 100 mila euro. È chiaro che in questi termini potrebbe essere utile chiedere un finanziamento oppure il supporto di un socio finanziatore.

 

Le prospettive di crescita di un'attività di falegnameria

come-avviare-una-falegnameria

Aprire un'attività di falegnameria può avere delle ottime opportunità di crescita da un punto di vista economico. Infatti, un'attività di questo tipo, soprattutto se ci si dedica alle grandi forniture e alla realizzazione di arredi su misura può avere degli introiti anche superiori ai 200 mila euro annui. È chiaro che l'investimento iniziale è tutt'altro che facile, però le soddisfazioni potrebbero non tardare ad arrivare. Per promuovere un'attività di questo tipo sarà necessario effettuare una strategia di marketing mirata al pubblico di riferimento e che sia ben diffusa a livello territoriale, con il supporto web per ampliare la fascia di mercato anche a livello globale.

Come risparmiare fino al 90% sulle commissioni del bonifico estero

transferwise-widget-cambio

Cliccando sul banner vai direttamente su Transferwise, qui leggi la recensione.

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest