• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Come investire i risparmi senza rischi

 

investire-sicuro-con-conti-deposito

Quasi la metà della popolazione italiana ha attivato almeno una forma di investimento, ma la scelta ricade di solito su prodotti tradizionali e senza grandi forme di diversificazione, anche a causa di un ancora alto tasso di “analfabetismo finanziario”. Ecco perché si punta su strumenti pratici e affidabili, come i conti deposito.

 

 

Dopo la crisi del 2007 meglio investire con un portafoglio diversificato

investire-risparmi-senza-rischi

Italiani, popolo di risparmiatori. Questo è uno dei principali miti che accompagna le analisi sui comportamenti delle famiglie nel nostro Paese quando si tratta di investire i propri capitali; anzi, per la precisione, quando si tratta di “mettere al sicuro” i propri soldi. Al di là delle notizie di cronaca e degli scombussolamenti del mercato, infatti, i nostri connazionali continuano a manifestare una forte predilezione verso prodotti tradizionali e ritenuti più solidi, con una scarsa apertura alle tipologie nuove e più vantaggiose. Ma c’è qualche eccezione, per fortuna.

Adeguarsi al contesto. Innanzitutto, bisogna premettere che il mondo dell’economia ancora non si è ripreso dalla grande crisi partita nel 2007; è da allora, infatti, che si è andata affievolendo la fiducia sui prodotti finanziari e, soprattutto, la quota di capitale dedicata al risparmio, che in moltissimi casi è stato utilizzato per far fronte alle esigenze della quotidianità. E anche ora che il mercato offre possibilità più numerose e spesso più remunerative, l’investitore italiano continua a preferire i classici spazi dell’azionario, dei bond e dei fondi.

Poca conoscenza, troppa presunzione. Un recente studio della Consob delinea i tratti di un “analfabetismo finanziario” che affligge ancora il nostro Paese, che in questo campo continua a orientarsi sulla base del proprio istinto o dei consigli di amici e parenti, lasciando solo in ultima ipotesi la possibilità di rivolgersi a un esperto. Il primo effetto che si segnala è quello della mancata creazione di un portafoglio diversificato su più livelli, che invece gli analisti più attenti reputano un'assicurazione (seppur flebile) sui mercati volatili di quest’ultimo periodo.

 

 

Gli investimenti degli italiani: meglio poco, ma sicuro!

risparmiare-soldi-con-conto-deposito

Meglio poco, ma sicuro. Si spiega anche così il motivo per il quale il risparmiatore italiano risulta essere particolarmente avverso al rischio, che viene interpretato come sinonimo di perdita; la pensa così oltre il 70 per cento delle persone intervistate dalla Consob, che dichiara di preferire prodotti con capitale o rendimento minimo garantito. Di pari passo va l’incremento dell’incidenza di depositi bancari o postali nei portafoglio d’investimento, che oggi è salita a quota 52 per cento (era al 38 per cento nel 2007), a tutto scapito di azioni e bond di stato, che invece crollano del 43 e del 23 per cento solo nell’ultimo anno.

Poco coraggio. I risparmiatori italiani sembrano dunque essere miopi, al momento della scelta dell’investimento, tenendo in scarsa considerazione gli strumenti più innovativi e le forme che possono rappresentare un margine di guadagno più alto (a fronte, però, di un aumento dei rischi connessi). Tuttavia, come dicevamo, c’è una eccezione, perché un prodotto finanziario sta scalando le classifiche di gradimento nel nostro Paese, anche perché unisce sicurezza, affidabilità e profitto. Ecco un articolo dedicato a come e dove investire mettendo in conto però anche qualche "rischio": Il mercato immobiliare, i titoli di stato o postali, gli investimenti in borsa, i prodotti bancari, le materie prime come l'oro.

 

Conto deposito come strumento di risparmio senza rischio

risparmiare

Conti deposito, strumento in crescita. Se, infatti, i conti corrente hanno margini di rendimento sotto zero, ci sono altri strumenti che invece sono in netta ascesa: ad esempio la soluzione di Banca Farmafactoring, che propone il Contofacto, un prodotto che si propone tra i migliori grazie a tassi di interessi per conto deposito superiori all’1,50 per cento sulle quote vincolate a 12 mesi, che aumentano anche in proporzione al tempo selezionato.  Ma ci sono anche altre promozioni sui conti deposito che a turno offrono i grandi gruppi bancari come BNL, Unicredit, Banco San Paolo, Mediolanum, Credem, Fineco, Ing Direct, Widiba, Webank, Hello Bank!, Che Banca! ed altre realtà nazionali e internazionali. Basta sfogliare quotidianamente i siti ufficiali per approfittare delle offerte e magari prelevare gratis o fare bonifici bancari senza commissioni.

Proprio i conti di deposito appaiono oggi i prodotti più allettanti sulla scena del risparmio, combinando i vantaggi di ottenere un ritorno economico (magari piccolo, ma certo) con quello di investire il proprio capitale senza correre rischi, avendo inoltre ulteriore garanzia di poter riavere indietro il capitale.

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest