• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Come fare un prestito tra privati (tra cui anche amici o parenti) con bonifico e quale causale

 

La necessità di dover fare un prestito tra privati può nascere da diverse motivazioni. I soggetti protestati per ovvi motivi, sono quelli che, se hanno necessità di ottenere soldi tramite un prestito, hanno più il bisogno di ottenerlo da un prestito tra privati. Un'altra motivazione per la quale una persona può preferire il prestito tra privati rispetto alle banche è la documentazione per la burocrazia, che può essere data da un regolare contratto o una scrittura privata, se il prestito lo si riceve da un conoscente o un parente.

 

Vediamo però nel dettaglio cosa sono i prestiti tra privati, come fare un prestito tra privati (tra cui anche amici, parenti, familiari stretti) con bonifico bancario, quale causale inserire, la modalità di estinzione, eventuali tasse, il contratto, gli interessi e infine consigli utili per evitare truffe di ogni genere.

 

 

Pagamento tramite bonifico

prestito-tra-privati-con-bonifico-guida

Quando si realizza un prestito tra privati, uno dei fattori più importanti è il metodo di consegna del denaro richiesto in prestito. Il bonifico è il mezzo più adatto per questa tipologia di transazione poichè è tracciabile e, in caso nascesse la necessità, in qualsiasi momento si potrà andare a controllare qual è la somma reale che è stata offerta in prestito ed in quale data è stato eseguito.

Inoltre, il trasferimento dei soldi del prestito via bonifico evita la consegna del denaro fisico e tutti i rischi correlati di portare con sè grosse cifre di denaro. I costi di un bonifico sono veramente irrisori, addirittura molte banche, per alcune tipologie di conto corrente online, non fanno neanche pagare la commissione per la disposizione del bonifico se fatto online.

Dunque il bonifico è il metodo di pagamento più sicuro e tracciabile e quindi, chi eroga o riceve un prestito tra privati dovrebbe scegliere sempre e solo questa tipologia di trasferimento fondi.

Se vuoi informazioni utili su "come fare un bonifico", ovvero quali dati sono necessari ti consiglio di leggere questo articolo: clicca qui.

 

Causale su bonifico

Ma quale causale si deve scrivere su un bonifico eseguito per un prestito tra privati?

Sicuramente dovrà essere una causale specifica, che comunque dà un'indicazione di dettaglio e faccia capire la reale motivazione della transazione. Bisogna però prima capire di che tipo di prestito si tratta: se è previsto un interesse o è solamente una cessione di denaro verso un famigliare o di un amico stretto al quale si vuole prestare soldi senza riottenerli maggiorati di interesse.

In caso di un prestito con interesse la causale del bonifico potrà essere qualcosa del tipo 'prestito fruttifero', mentre nel caso il prestito sia senza finalità di ricevere soldi di interessi la causale potrà essere 'prestito non fruttifero' o 'prestito infruttifero'.

Nella causale non deve essere, invece, inserito la finalità del prestito. Infatti in essa dovrà essere citata solamente la causa del trasferimento via bonifico, ma non in che modo poi saranno spesi quei soldi.

 

 

Modalità di estinzione

prestito-tra-privati-con-bonifico-restituzione-tassi

Essendo un prestito tra privati, la modalità di rimborso ed estinzione può essere concordata tra le parti. In caso di un finanziamento con interessi sarà possibile utilizzare il classico pagamento a rate con ammortamento alla francese, con cifra della singola quota definita a priori.

Allo stesso modo, anche in caso di rimborso senza interessi, si può prevedere un piano di ammortamento a rate, che però non prevedano in alcun modo il pagamento degli interessi. Nel caso di prestito in cui non ci siano interessi e ci sia anche una forte conoscenza tra i due soggetti (creditore e debitore), si potrebbe pensare ad un pagamento a rate annuali oppure ad un'estinzione con una maxi rata alla fine del periodo di prestito (con durata stabilita a priori).

Ovviamente anche il trasferimento di denaro, dovuto al pagamento delle rate del prestito, dovrà rigorosamente essere eseguito tramite bonifico. Questo per conservare nel migliore dei modi la tracciabilità di tutto quello che è stato versato e quando è stato trasferito.

 

La causale in questo caso potrebbe essere:

  • 'Pagamento rata 1 prestito fruttifero' in caso di prestito con interessi;

  • 'Pagamento rata 1 prestito infruttifero' in caso di prestito senza interessi.

 

Contratto e tasse

Quando c'è un prestito tra privati, è necessario sottoscrivere un regolare contratto o almeno di una scrittura privata. Nel caso in contratto venga poi registrato, ci sono in questo caso delle spese accessorie da pagare:

  • imposta di bollo di 16 euro ogni 2 fogli di contratto (ogni 4 facciate);

  • imposta di registro che vale il 3% del totale da restituire.

Inoltre il creditore che offre un prestito tra privati che è fruttifero ed attraverso il quale guadagna degli interessi, è tenuto a dichiarare questi guadagni in dichiarazione dei redditi.

Viceversa, chi riceve un prestito da un privato non può in alcuna maniera portare in detrazione gli interessi pagati che si pagano: infatti questa possibilità c'è solamente quando il prestito viene erogato da una banca.

 

 

Interessi e tasso soglia

Ad un prestito tra privati può quindi essere applicato un tasso di interesse. Esiste però un limite, il tasso di soglia, oltre in quale non è possibile andare. In pratica il funzionamento è molto semplice: in base al tasso effettivo globale medio (TEGM, tasso medio applicato dalle banche più importanti), il Ministero di Economia e Finanze pubblica ogni trimestre una tabella, indicando quali sono i TEGM ed i tassi di soglia, oltre i quali viene considerato un tasso di usura. Istituti di finanziamento, banche e privati che erogano un prestito, non devono mai superare il tasso di soglia indicato dal Ministero.

 

Attenzione alle truffe

prestito-tra-privati-con-bonifico-consigli-anti-truffa

Quando si ha la necessità di ottenere denaro liquido, spesso si accetta qualsiasi cosa, anche di ottenere dei soldi da chi non si conosce ed a tassi piuttosto elevati. La prima cosa da fare, quando si chiede un prestito ad un chiunque privato, è consultare i tassi di usura, in modo da capire che tipo di soggetto si ha di fronte.

Se gli interessi richiesti superano il limite, è meglio evitare di accettare il prestito. Inoltre bisogna sempre tenere gli occhi aperti e capire con chi si sta sottoscrivendo il prestito tra privati. Infatti, nonostante tutte le accortezze che si possono avere come redigere e firmare un contratto con notaio o utilizzare i bonifici per tutte le transazioni eseguite, a volte, se si ha a che fare con la persona sbagliata, si può entrare in una situazione che potrebbe assumere dei contorni tragici.

Quindi prima di accettare un prestito tra privati si deve sempre capire da chi si sta ricevendo il denaro, perchè è sicuramente meglio affidarsi ad una banca che ad un usuraio.

Come risparmiare fino al 90% sulle commissioni del bonifico estero

transferwise-widget-cambio

Cliccando sul banner vai direttamente su Transferwise, qui leggi la recensione.

 

azimo-recensione-guida

Cliccando sul banner vai direttamente su Azimo, qui leggi la recensione.

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest