• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Come avviare un centro di trucco semipermanente

 

come-aprire-centro-trucco-semipermanente

Negli ultimi anni a questa parte sono moltissime le donne che dedicano parte integrante del loro tempo alla cura del proprio corpo. Tuttavia c’è chi non si reputa soddisfatto di alcuni tratti del viso o del corpo ed ecco che c’è chi trova immediatamente la soluzione al problema ovvero: ricorrere al trucco semipermanente.

Si tratta di una tendenza che sta spopolando in ogni parte del mondo, e a quanto pare il numero di donne interessate a questo settore sta aumentando di giorno in giorno.

Pertanto, l'idea di aprire un centro di trucco semipermanente al giorno d’oggi, può rivelarsi più che ottimale.

Per diventare un operatore di trucco semipermanente è necessario aver frequentato e poi superato un esame finale, nello specifico il corso Regionale riconosciuto di tatuaggi e piercing.

Durante questo corso è possibile acquisire tutte le competenze di base per diventare un consulente di bellezza.

Oltre a questo attestato di abilitazione, per poter affinare la manualità e la sensibilità dei vari apparecchi si potrebbe pensare di frequentare un corso di specializzazione così oltre a potenziare le tecniche acquisite in precedenza, sarà possibile acquisirne di nuove e stare a passo con i tempi e con la tendenza del momento.

Tuttavia così come per ogni attività, anche in questo caso, ci sono delle procedure da seguire, iter burocratici da rispettare, e per eseguire ogni cosa in maniera corretta occorre una buona dose di pazienza poiché gli imprevisti di certo non mancano, pertanto avere uno spirito imprenditoriale capace di affrontare ogni problematica è la migliore strada da prendere in considerazione per perseguire il proprio obiettivo e accaparrarsi una buona fetta di mercato, contraddistinguendosi dalla concorrenza.

E allora, se l’intenzione è quella di avviare un centro di trucco semipermanente ecco tutto quello che si deve sapere nel dettaglio. Ricordiamo che questo articolo è  a scopo puramente informativo, pertanto una volta che si avranno le idee ben chiare è doveroso rivolgersi ad un consulente affinché possa preparare tutta la documentazione di cui si necessita per avviare un centro di trucco semipermanente. Prima di iniziare la lettura della guida, ti consiglierei di spulciare la sezione del portale dedicata all'avviamento di numerose altre attività lavorative: vai qui!

 

 

Avviare un centro di trucco semipermanente: documenti necessari

Come per qualsiasi attività, anche in questo caso bisognerà preoccuparsi degli adempimenti burocratici.

 

Pertanto, ecco qui di seguito tutto quello che si deve fare in base alla normativa vigente:

·        Registrare l’impresa presso la Camera di commercio nell’apposito registro Ditte e nell’Albo Imprese Artigiane;

·        Essere in possesso dell’attestato di abilitazione regionale (non è possibile avviare un centro di trucco semipermanente se non si dispone di questo documento);

·        Aprire la P.IVA presso l'Agenzia delle Entrate competente;

·        Richiedere il nulla-osta igienico sanitario: sarà l’ASL di competenza che una volta eseguite le opportune verifiche all’interno del locale stabilirà se è idoneo o meno per avviare un’attività di questo tipo;

·        Regolarizzare la posizione sia all’INPS che all’INAIL, anche per eventuali dipendenti.

 

Questi appena illustrati sono i documenti necessari per poter aprire un centro di trucco semipermanente.

 

Avviare un centro di trucco semipermanente i costi

aprire-centro-trucco-semipermanente

E ora passiamo alla nota dolente, ovvero quanto costa avviare un esercizio del genere? Ebbene, questo dipende da molteplici fattori: affitto o acquisto del locale, il numero e la tipologia di macchinari da scegliere, il numero di dipendenti che eventualmente verranno impiegati nel centro.

Indicativamente si può partire da un investimento minimo di 30.000€ per arrivare fino a 50.000-60.000€.

L’affitto del locale può incidere in modo considerevole sia per le dimensioni che per il luogo in cui è ubicato.

Tuttavia se non si dispone di un buon capitale ci si potrebbe informare se ci sono delle agevolazioni da parte della Regione o in alternativa richiedere un finanziamento presso un ente creditizio.

Una risorsa molto utile potrebbe essere rappresentata dai finanziamenti per l’imprenditoria femminile. Per poter dunque, usufruire di tale agevolazione occorre che l’azienda abbia un fatturato annuo inferiore ai 7 milioni di euro e che abbia meno di 50 dipendenti, oltre a ciò, i requisiti che bisogna possedere sono i seguenti:

·        Il titolare deve essere una donna;

·        il 60% dei soci deve essere costituito da donne (parliamo di società di persone o cooperative);

·        i 2/3 del totale della società di capitali deve essere costituito di sole donne.

 

Un altro costo che può incidere sulle spese iniziali è la messa online del sito web aziendale. Un portale professionale e ben indicizzato sui principali motori di ricerca (come ad esempio truccopermanente.it) può venire a costare presso un'agenzia SEO da circa 1000€ fino a molte migliaia di euro per siti più elaborati e con molto lavoro SEO-onpage e SEO-offpage per una presenza massiccia su Google o su altri motori.

 

Dove acquistare l’arredamento per un centro di trucco semipermanente?

avviare-centro-trucco-semipermanent

Un aspetto a cui bisogna prestare attenzione è la scelta dell’arredamento. Per poter contenere i costi è necessario valutare più preventivi e scegliere l’arredo che meglio rispecchia le proprie esigenze.

La scelta è davvero molto ampia e scegliere quello che fa al proprio caso a volte si rivela alquanto difficile.

Tuttavia ci sono diverse aziende specializzate nel settore, che effettuano anche lavori su misura a costi contenuti. Magari valutando diversi preventivi si potrà scegliere quello che meglio corrisponderà al proprio portafoglio.

 

Alla domanda “Dove acquistare l’arredamento per un negozio di trucco semipermanente”, le scelte possono essere tra le più disparate:

·        recarsi personalmente in diversi punti specializzati nel settore;

·        collegarsi su siti online appositi;

·        ricercare delle buone occasioni tramite pagine web rinomate. Infatti non sono poche le occasioni che si possono scovare che provengono da fallimenti o attività cessate. In questo caso i prezzi sono davvero convenienti.

 

Quindi, la regola in questo caso è, prendersi tutto il tempo necessario per valutare attentamente ogni singolo aspetto e scegliere quello più consono ai propri bisogni e portafoglio.

 

Aprire un centro di trucco semipermanente conviene al giorno d’oggi?

come-avviare-centro-trucco-semipermanente

Il settore estetico sta crescendo a dismisura in questi ultimi anni nonostante la recessione economica-finanziaria che ha colpito l’Italia. Infatti da quanto è stato dimostrato da alcune indagini di mercato pare che sono sempre di più le donne volte a migliorare il proprio lato estetico del viso e del corpo.

Il trucco semipermanente garantisce un aspetto gradevole anche senza l’utilizzo usuale di rossetto o matita per occhi. Una scelta estetica, dunque, che permette di correggere alcuni tratti del viso con una certa naturalezza.

E allora, quale migliore occasione per aprire un centro di trucco semipermanente? I guadagni sono garantiti! Naturalmente la professionalità e la competenza devono essere le caratteristiche imprescindibili dell’azienda, solo così si potrà ottenere un buon introito mensile.

Calcolando che per ogni zona trattata il costo è di 200-300€ indicativamente, si può facilmente intuire come questa professione possa apportare soddisfazioni di tutto rispetto.

Come risparmiare fino al 90% sulle commissioni del bonifico estero

transferwise-widget-cambio

Cliccando sul banner vai direttamente su Transferwise, qui leggi la recensione.

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest