• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Come avviare attività affittacamere a studenti e guadagnare

 

Gli studenti, soprattutto quelli universitari fuori sede, rappresentano da sempre, detto ovviamente in senso buono, una fonte di reddito per chi affitta loro case e stanze.

I ragazzi che vanno all'Università lontano dalla propria casa e dalla propria famiglia infatti, hanno questa necessità e chi ha la fortuna di poter offrire loro un alloggio, può guadagnarci un po' di soldi.

 

Perché non avviare un'attività di affittacamere, dunque?

Sappiamo bene quanto sia opprimente la crisi economica che stiamo attraversando, quindi poter usufruire di questa opportunità non può che giovare. Di seguito vi diciamo come fare e vi diamo qualche utile suggerimento in merito.

Prima di cominciare la lettura dell'interessante guida vorrei però consigliarti di dare un'occhiata alla sezione dedicata a come avviare tantissime altre attività imprenditoriali. Sicuramente potrai trovare molti spunti interessanti: clicca qui!

 

 

Affittacamere non professionale

avviare-affittacamere-studenti

Vivi in una grande casa, hai a disposizione alcune stanze che non usi e, magari, hai bisogno di guadagnare?

In tal caso puoi trarre un piccolo reddito diventando un affittacamere non professionale.

Si tratta della soluzione ideale per le persone che vivono in una grande città e/o in una città universitaria.

 

Ma chi è l'affittacamere non professionale?

Innanzitutto diciamo subito che una normativa unica nazionale in tal senso non esiste, quindi per prima cosa, bisogna verificare le leggi e i regolamenti regionali e comunali.

Dal punto di vista generale invece, ti diciamo subito che quella di affittacamere professionale è un'attività occasionale.

Affinché possa essere considerata tale, essa deve essere esercitata nella medesima dimora in cui si ha il domicilio o la residenza.

Esattamente come accade nel bad & breakfast, anche l'affittacamere tradizionale può offrire la colazione al mattino; si tratta di due esercizi molto simili, che in alcune regioni coincidono.

Cosa devi fare in concreto?

Soltanto presentare la SCIA, cioè la Segnalazione Certificata di Inizio Attività.

In concreto, la SCIA è un documento telematico che contiene i dati dell'immobile e serve a garantire che la struttura sia in possesso dei requisiti edilizi, igienici e sanitari richiesti.

Ovviamente il proprietario, cioè l'affittacamere, deve a sua volta avere la relativa idoneità morale.

Si può inviare il documento attraverso la piattaforma specifica oppure per posta certificata al comune nel quale si trovano gli alloggi affittati.

Devi provvedere a tale incombenza prima di cominciare l'attività.

 

E veniamo alla normativa fiscale: qual è l'iter burocratico?

Se offri solo i servizi minimi per gli affittacamere, ovvero riscaldamento, elettricità, acqua calda e fredda, pulizia, cambio biancheria ed un addetto una volta a settimana, la locazione può dare luogo a redditi di fabbricati.

Se invece garantisci anche servizi aggiuntivi, ad esempio la colazione, sei tenuto a dichiarare quanto guadagni nel Modello Unico oppure nel 730, all'interno della categoria redditi diversi.

Ai clienti devi rilasciare la ricevuta, che per gli importi superiori a 77,47 euro, deve essere accompagnata da una marca da bollo di 2 euro.

Quanto detto finora vale per l'affitto agli studenti universitari, ma anche in una località turistica, che sia di mare, di montagna o di altra natura.

Non sei tenuto ad aprire una Partita IVA, non devi iscriverti al Registro delle Imprese e non devi neppure comunicare i prezzi.

 

 

Affittacamere professionale

come-avviare-affittacamere-studenti

Vuoi diventare un affittacamere professionale?

In questo caso le regole sono un po' diverse.

Si possono dare in affitto fino a 6 camere (12 posti letto) al massimo, distribuite in non più di due appartamenti situati nel medesimo stabile ammobiliato e con lo stesso ingresso dalla strada.

Puoi affittare a studenti, professionisti, turisti stranieri e famiglie.

Sei tenuto ad aprire Partita IVA con Codice ATECO 55.20.51 e devi iscriverti al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio.

A differenza dell'affittacamere non professionale, quello professionale, o "guest house", non è obbligato a vivere nella stessa casa in cui ospita.

 

Come promuovere l'attività

come-avviare-attivita-affittacamere-studenti

Tutte le attività, soprattutto all'inizio, hanno bisogno di pubblicità.

Quale mezzo sfruttare al meglio adesso se non internet?

La rete è un "mare magnum" di opportunità ed è lo strumento migliore e più efficace per raggiungere un pubblico di utenti praticamente sterminato.

Dunque cosa fare?

Il primo consiglio che ti diamo è quello di inserire il tuo stabile (o più di uno) nei motori di ricerca specifici dedicati all'affitto per studenti, come ad esempio Uniaffitti.

Un esempio?

Se la casa o la stanza è a Bologna, fai in modo che ti trovino in un attimo tutti gli studenti che hanno intenzione di affittare un alloggio proprio in questa città.

Lo stesso vale per qualsiasi altro posto.

Vai quindi su Google ed effettua una ricerca dei siti di questo tipo ed inserisci l'annuncio in ciascuno di essi.

Probabilmente ti verrà richiesto di inserire delle immagini, ma anche se ciò non fosse obbligatorio, ti suggeriamo di metterle comunque, perché la maggior parte delle persone, sul web, viene colpita proprio dalle foto.

C'è poi un altro metodo per farsi pubblicità, decisamente più "vintage", ma sempre valido: l'annuncio cartaceo.

Più facile di così non si può.

Stampa dei biglietti con le indicazioni essenziali dell'alloggio che vuoi affittare (tipo: affitto stanza per studenti ammobiliata con bagno in zona x. Per contatti ecc. ecc.); alla fine del foglio inserisci il numero di telefono e/o l'indirizzo email al quale vuoi essere contattato.

Ovviamente, per maggiori chance, appendi il foglio nei locali più frequentati dagli studenti, ovvero bar, fermate del bus, edicole, cartolibrerie ecc.

Ma puoi anche non fermarti qui.

Che ne dici del volantinaggio?

 

 

Anche in tal caso si tratta di un "vecchio metodo" che però dà sempre buoni risultati.

Fai stampare qualche centinaio di volantini (non costa molto) e distribuiscili facendoti preferibilmente aiutare da qualcuno.

Lasciali nei locali e magari inseriscili nelle cassette postali private (senza esagerare ed essere troppo invadente, una sola volta basta, chi è interessato ti contatterà!); le zone migliori, chiaramente, sono quelle in prossimità dell'Università e delle scuole, ma tutti i posti frequentati da ragazzi vanno bene.

Tuttavia sai qual è la migliore pubblicità per la tua nuova attività?

La serietà e la professionalità che saprai mostrare, intesa soprattutto come rispetto per le persone che ospiterai.

E' vero, le case per gli studenti sono notoriamente spartane ed essenziali e va bene così, ma ciò non significa che debbano essere prive di comfort e dignità.

In poche parole, dota la casa/stanza di un letto ed un materasso comodi, di mobili economici ma nuovi, di un bagno efficiente e di tutti i servizi essenziali.

Fai in modo che gli studenti possano sentirsi realmente "a casa" e questa sarà, lo vedrai, la migliore pubblicità per te e per la tua professione.

Come risparmiare fino al 90% sulle commissioni del bonifico estero

transferwise-widget-cambio

Cliccando sul banner vai direttamente su Transferwise, qui leggi la recensione.

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest