• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

SDD Addebito Diretto SEPA

 

sdd-sepa

SDD è un acronimo utilizzato nel circuito dei pagamenti per identificare il Sepa Direct Debit. Per comprendere bene questa nuova forma di pagamento, è fondamentale capire dove nasce, perché e soprattutto cosa significa Sepa. Vediamo, quindi, nel dettaglio cos’è l'SSD Sepa Direct Debit.

 

 

Cos’è la SEPA?

sdd-addebito-diretto-sepa

SEPA identifica la Single Euro Payments Area, ossia, in italiano, un’area unica di pagamenti in euro. La nascita di tale area è stata favorita dalla Banca Centrale Europea e dalla Commissione europea con lo scopo di facilitare i pagamenti effettuati con bonifici (bonifici SEPA), addebiti, carte di credito o di pagamento tra una serie di paesi che hanno aderito a questo progetto.

L’area Sepa oggi include 31 paesi tra i quali 15 utilizzano l’euro, 12 utilizzano valute diverse. Il principio alla base di tale area è rendere i pagamenti tra cittadini di nazionalità diversa efficaci e sicuri. L’area Sepa ha anche lo scopo di rendere più facile l’accesso al proprio conto corrente indipendentemente dalla posizione fisica e dallo stato nel quale si trova il titolare del conto.

Con lo scopo di uniformare le forme di pagamento all’interno dell’area, i tradizionali servizi nazionali come il bonifico e il rapporto interbancario diretto, il RID, sono stati sostituiti nel 2014 dal bonifico SEPA, o SEPA Credit Transfer, e l’Addebito Diretto SEPA o SEPA Direct Debit.

 

I vantaggi della SEPA

  • Servizi di pagamenti europeo sicuri e facili tanto quanto quelli nazionali;

  • Inviare somme di denaro da un paese all’altro dell’area SEPA;

  • Potrai ricevere somme di denaro da un altro paese;

  • Puoi accedere al tuo conto corrente, attivo nel tuo paese d’origine, in qualsiasi altro paese tu ti trovi a vivere.

 

Cos’è l’SDD o Addebito Diretto Sepa?

sdd-cosa-e-come-funziona-vantaggi

SDD, o Sepa Direct Debit è una nuova forma di pagamento che ha sostituito il servizio Rid, quello che permetteva la domiciliazione dei pagamenti.

Si tratta di un servizio di incasso, di riscossione dei crediti dovuti con il quale il creditore può chiedere l’addebito della somma dovuta direttamente sul conto corrente. Il creditore può essere presente sul tuo stesso territorio nazionale o appartenere ad un altro stato senza che questo possa compromettere il servizio.

Per avviare il servizio di Addebito Diretto Sepa sarà necessario che il debitore autorizzi tali pagamenti attraverso la sottoscrizione di un accordo definito ‘mandato’ con il quale il debitore stesso autorizza il creditore a far valere l’addebito sul conto. Tramite questo servizio, il debitore può saldare sia pagamenti singoli sia pagamenti periodici come le rate di un mutuo o le utenze domestiche.

 

Tipologie di Sepa Direct Debit

Esistono due tipologie di SDD, quello definito Core e quello Business to business:

  • SDD Core: tipologia obbligatoria per il cliente classificato come consumatore. Si applica anche dei casi in cui si tratta di un rapporto consumatore/impresa;

  • SDD Business to business: si applica solo se sia il creditore che il debitore sono non consumatori, quindi due imprese.

 

Come utilizzare il servizio SDD

sdd-utenze-acqua-luce-gas

Ogni consumatore può utilizzare le forme di addebito valide nell’area SEPA sia per pagamenti con scadenza fissa e ricorrente come le bollette delle utenze domestiche (luce, gas, acqua etc.) sia per i pagamenti che avvengono sporadicamente e che prevedono un unico pagamento immediato.

Ad attivare questa forma di addebito dei pagamenti è il debitore stesso che consegna il mandato compilato e firmato al creditore. Sarà poi compito del creditore raccogliere e conservare la documentazione. L’addebito di un pagamento sul proprio conto può essere attivato anche presso il proprio istituto di credito (SDD Unicredit, SDD MPS, SDD BNL, SDD Intesa San Paolo,...)anche se, per completare la documentazione, saranno necessari, oltre al codice IBAN del tuo conto corrente, anche il numero del mandato compilato presso il creditore e il Codice identificativo del creditore stesso, un codice che permette l’identificazione univoca dell’impresa o del fornitore dei servizi.

La nuova forma di addebito europeo, ha sostituito in modo automatico i rapporti interbancari diretti ancora in corso al momento dell’entrata in vigore del SDD. Le vecchie domiciliazione, entro il 1° febbraio del 2014, sono state tutte convertite in addebiti Sepa SDD.

 

 

SDD, i vantaggi

I vantaggi dell’Addebito Diretto Sepa sono gli stessi, e maggiori, del rapporto interbancario diretto: è la banca a gestire i tuoi pagamenti, non è necessario recarsi allo sportello bancario o postale per il pagamento delle rate e delle bollette, non sono previste commissioni, si risparmia sulle ricevute.

Come il RID, anche l’SDD è una forma di addebito assolutamente sicura. Se il debitore ha autorizzato un addebito, può richiederne il rimborso entro 8 settimane dal momento dell’addebito in caso di dubbi circa la correttezza della somma anche se non è necessario chiarire il motivo della richiesta del rimborso. Se l’addebito, invece, non è stato autorizzato, allora il debitore ha 13 mesi per chiederne il rimborso.

 

Disdetta e revoca SDD

revoca-disdetta-sdd

Si può anche bloccare e disdire uno specifico pagamento prima che questo venga addebitato sul contro, basterà semplicemente avvertire il proprio istituto di credito di non dare seguito alla richiesta di addebito di una specifica impresa.

Nel caso in cui il consumatore decida di revocare completamento il pagamento tramite l’Addebito Diretto SEPA, sarà necessario compilare uno specifico mandato di revoca che, in genere, è il creditore a dover fornire. Il debitore può sempre filtrare gli addebiti: basta fornire agli istituti di credito la lista delle aziende creditrici delle quali accettare gli addebiti e quelle aziende verso le quali non devono essere disposti i pagamenti.

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest