• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Come avviare un'impresa

 

come-avviare-una-impresa

Sei davvero esperto e appassionato di un settore o hai trovato un modo per colmare una lacuna nel mercato? C'è quasi sicuramente un modo per trasformare le tue idee e le tue passioni in un business!

Questo viaggio non è facile: avviare un'impresa richiede molto tempo, sforzi e duro lavoro e molti aspiranti imprenditori finiscono per fallire.

C'è molto da considerare e pianificare prima di iniziare la tua attività ed è importante prepararsi all'imprenditoria. Se pensi di essere pronto per iniziare un nuovo business, ecco una guida che ti svelerà ciò che devi fare per realizzarlo.

Dopo aver letto tutti i consigli e le dritte che trovi in questo articolo ti suggerisco di spulciare la sezione dedicata a come avviare molte specifiche attività, troverai sicuramente quella che fa per te.

 

 

  1.  Affina la tua idea e stabilisci gli obiettivi

Se stai pensando di avviare un'impresa, probabilmente hai già un'idea di cosa vuoi vendere, o almeno del mercato in cui vuoi entrare.

Stabilisci obiettivi misurabili per la tua attività, ti aiuterà a mettere a fuoco il tuo team e ad agire concretamente per raggiungere la tua visione.

 

I tuoi obiettivi possono gestire ogni aspetto del tuo piano aziendale. Ecco alcuni esempi:

  • Finanza: raggiungere gli obiettivi di flusso di cassa;

  • Operazioni: lanciare nuovi prodotti, offrire nuovi servizi, migliorare l'efficienza;

  • Risorse umane: trovare dipendenti con competenze specifiche,

  • Vendite e marketing: creare un marchio unico, sviluppare il tuo piano di marketing, stabilire obiettivi di vendita.

 

  1.  Scrivi un business plan

come-avviare-una-azienda-business-plan

Il  business plan è un documento cruciale per la tua nuova azienda. Dice chi sei, descrive la tua attività e mostra come diventerà redditizia.

Un piano adeguatamente formulato può aiutarti a ottenere la fiducia dei creditori, degli investitori e di altre parti interessate. In quanto tale, dovrebbe mostrare che sei impegnato nel tuo business e avere le competenze, le conoscenze e la fiducia per raggiungere i tuoi obiettivi.

 

Il tuo piano aziendale dovrebbe includere i seguenti elementi:

  • Il nome della tua azienda e una descrizione della tua attività;

  • Un'analisi del mercato e della concorrenza;

  • La descrizione di ciò che ti distinguere;

  • Un piano di marketing;

  • La tua struttura organizzativa e legale;

  • Un piano di risorse umane;

  • Un'analisi dei tuoi bisogni finanziari e di attrezzature;

  • I tuoi dati finanziari.

 

  1.  Valuta le tue finanze

L'avvio di un'attività commerciale ha un prezzo, quindi è necessario determinare in che modo coprire tali costi. Hai i mezzi per finanziare la tua startup o hai bisogno di prendere in prestito denaro?

Avviare un'impresa è rischioso. Ecco perché molte istituzioni finanziarie evitano i prestiti alle imprese start-up.

Ma non scoraggiarti! Ci sono molte potenziali fonti di capitale per il tuo business. Ecco alcune fonti di finanziamento diverse.

Quando si avvia un'impresa, il primo investitore dovresti essere proprio tu!

Gli investitori amano vedere che sei pienamente impegnato e pronto a rischiare da solo.

Ma come si decide se ottenere un prestito personale o aziendale?

Un grande vantaggio di un prestito personale è che può essere meno costoso di un prestito d'affari.

Se hai una relazione bancaria esistente o una linea di credito personale, un prestito personale può essere inoltre più veloce da ottenere.

Tuttavia il ricorso ad un prestito d'affari, una linea di credito o l'utilizzo di carte di credito aziendali contribuiranno a costruire la credibilità finanziaria della vostra azienda.

Le tasse, le sanzioni e gli interessi che si pagano con denaro preso in prestito per fini commerciali o per acquistare proprietà a scopi commerciali sono spese deducibili. Mantenere separate le tue finanze personali e aziendali ti aiuterà a tracciare l'uso del denaro e renderà più facile il deposito delle imposte.

 

 

  1.  Trova la tua nicchia di mercato

Il potenziale successo di un prodotto o servizio implica una miriade di fattori, tra cui il design, le caratteristiche, il potenziale margine di profitto e le previsioni sul volume delle vendite.

 

Oltre a brevettare le invenzioni, puoi valutare queste possibilità per lo sviluppo della tua nuova attività:

  • Nuove linee di prodotti assolutamente nuove sul mercato e che ti consentono di creare la tua nicchia, rivoluzionare o creare mercati;

  • Revisioni / sostituzioni del prodotto che consentono di costruire sulla linea di prodotti esistente;

  • Prodotti riposizionati, che rivelano nuove applicazioni per i tuoi prodotti o nuovi clienti per i prodotti correnti;

  • Prodotti che copiano quelli prodotti da altri, ma dove c'è un mercato per molte versioni concorrenti.

 

  1.  Registra la tua attività

avviare-una-impresa

Per aprire un'impresa e diventare un'entità commerciale ufficialmente riconosciuta, è necessario registrarla: le aziende avranno bisogno di un documento di identificazione, che includa tutte le informazioni che la riguardano, in particolare la ragione sociale, lo scopo commerciale, la struttura aziendale.

Altrimenti, dovrai solo registrare il nome della tua attività commerciale, che può essere il tuo nome legale, un nome fittizio o inventato per la tua azienda.

Ci sono molte regole  che sono requisiti assoluti per la continua esistenza della tua azienda.

Ad esempio, è necessario decidere quale forma giuridica assumerà la propria attività, progettare un sistema contabile e rispettare le normative in materia di pratiche di lavoro, salute e sicurezza sul lavoro e formazione.

Nel mondo degli affari e dell'industria, è possibile avviare una società a proprio nome. Un gruppo può formare una società registrata o una società incorporata con un diverso insieme di regole, privilegi e responsabilità.

Assicurati di brevettare le tue idee, o almeno assicurati che siano protette da copyright.

 

  1.  Stipula una polizza assicurativa

L'assicurazione giusta per la tua attività è un passo importante che dovrebbe accadere prima del lancio ufficiale. Affrontare incidenti frequenti come danni alla proprietà, furti o persino una causa giudiziaria può essere costoso e devi essere sicuro di essere adeguatamente protetto.

Se la tua azienda avrà dipendenti, dovrai almeno prevedere un risarcimento per i lavoratori e un'assicurazione contro la disoccupazione. Potresti inoltre aver bisogno di altri tipi di copertura a seconda della tua posizione e del tuo settore, ma alla maggior parte delle piccole imprese è consigliato l'acquisto di un'assicurazione di responsabilità generale che copra i danni materiali, e le lesioni personali a se stessi o a terzi.

Se la tua attività fornisce un servizio, potresti anche prendere in considerazione l'assicurazione di responsabilità professionale.

 

  1.  Costruisci la tua squadra

A meno che non stiate progettando di essere il vostro unico dipendente, avrete bisogno di assumere una grande squadra per far decollare la vostra azienda.

Identificare il tuo team di fondatori, capire quali lacune esistano e come e quando affrontarli dovrebbero essere la priorità assoluta.

Stabilire come il team lavorerà insieme è altrettanto importante: definire ruoli e responsabilità, ed una corretta divisione del lavoro ti farà risparmiare tempo e denaro. Non sarebbe una brutta idea "assoldare" un professionista nel settore della formazione e del coaching in modo tale da migliorare le abilità professionali di ogni figura interna all'attività e massimizzare i profitti aziendali (puoi farti un'idea su vincenzogengaro.com).

 

 

  1.  Scegli i tuoi fornitori

Gestire un'impresa può essere travolgente e probabilmente non sarai in grado di fare tutto da solo. Ecco perchè dovrai scegliere accuratamente i tuoi fornitori: le aziende in ogni settore, dai sistemi di gestione delle risorse umane a quelle di business, esistono per collaborare con te e aiutarti a gestire meglio la tua attività.

Quando cerchi partner B2B, dovrai scegliere con molta attenzione. Queste aziende avranno accesso a dati aziendali vitali e potenzialmente sensibili, quindi è fondamentale trovare qualcuno di cui fidarsi.

 

  1. Crea un piano di marketing efficace

avviare-una-azienda

Prima di avviare un'impresa e iniziare a vendere il tuo prodotto o servizio, devi creare il tuo marchio.

Crea un logo che possa aiutare le persone a identificare facilmente il tuo marchio ed essere coerente nell'utilizzarlo su tutte le piattaforme, incluso il tuo sito web aziendale. Usa i social media per far conoscere la tua nuova attività, magari come strumento promozionale per offrire coupon e sconti ai follower.

 

Il tuo piano di marketing può includere i seguenti elementi:

  • Un'analisi che identifica le debolezze, le opportunità e le minacce della tua azienda;

  • Un profilo del tuo mercato di riferimento;

  • Obiettivi chiari in termini di quota di mercato e segmenti, numero di clienti e fidelizzazione e dimensioni e volume degli acquisti effettuati;

  • Una descrizione della tua strategia di marketing.

 

  1.  Fai crescere la tua attività

Il tuo lancio e le prime vendite sono solo l'inizio del tuo compito di imprenditore.

Per ottenere un profitto e rimanere a galla, devi sempre far crescere la tua attività, ci vorrà del tempo e un impegno costante.

Collaborare con marchi più affermati nel vostro settore è un ottimo modo per raggiungere la crescita. Contatta altre aziende o anche blogger influenti e chiedi una promozione in cambio di un campione o di un servizio gratuito.

Impara a gestire i tuoi errori senza soffermarti su di essi, è davvero una delle chiavi principali del successo.

Come risparmiare fino al 90% sulle commissioni del bonifico estero

transferwise-widget-cambio

Cliccando sul banner vai direttamente su Transferwise, qui leggi la recensione.

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest