• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Come diventare arredatore d'interni

 

Le tendenze guidano gli stili di moda ma non solo, le case sono costantemente in evoluzione e giorno dopo giorno si cerca in ogni modo di adattarsi alle nuove tendenze anche nel settore dell’interior design. Case che diventano più smart, sempre più efficienti, e tecnologie che iniziano a sfruttare sempre di più energie rinnovabili o materiali ecosolidali. Ma quanto conta la figura dell’arredatore d’interni?

Negli anni è sicuramente cambiato il concetto di abitazione, ma spesso seguire le tendenze soprattutto in funzione del comfort abitativo non è sempre così semplice. E l’interior design trova terreno fertile proprio in questo contesto, dove la progettazione e l’ottimizzazione degli ambienti, affinche siano più funzionali e armoniosi ma anche decisamente green diventa un requisito necessario per chi sta cercando di arredare la propria casa.

 

 

Chiamato anche interior designer, l’arredatore d’interni è un progettista che attraverso l’ausilio di varie tecniche aiuta le persone a vivere meglio nel proprio ambiente domestico. Un professionista che progetta secondo aspetti funzionali e pratici l’ambiente della propria abitazione o di  strutture ricettive. Ma come diventare arredatore d’interni?

Un interior designer dovrà prestare attenzione a tutti i componenti d’arredo, che siano delle giuste dimensioni e in sintonia con lo stile della casa, oltre a mantenere l’ambiente funzionale e comodo per chi lo deve vivere ogni giorno.

Ma l’arredatore d’interni non deve esclusivamente progettare ambienti secondo i propri gusti e idee, ma dovrà cercare tramite i gusti personali del cliente conferire all’ambiente un aspetto unico.

In questo articolo andremo a vedere quali sono gli step fondamentali per diventare un arredatore d'interni, ma prima ti consiglio di spulciare questa sezione dedicata a come avviare numerose altre attività imprenditoriali, nel caso avessi le idee ancora annebbiate: clicca qui!

 

Interior designer: quali requisiti?

come-diventare-interior-designer

Chi vuole intraprendere una carriera come arredatore d’interni dovrà certamente valutare le proprie competenze, sia i punti forza che di debolezza. Bisogna possedere un certo senso estetico, amare la creatività per cercare di diventare un professionista in grado di unire la propria conoscenza, e professionalità al gusto del cliente, per ricreare ambienti assolutamente personalizzati.

L’arredatore d’interni pone al centro della propria professionalità il gusto dell’estetica e del bello. Un professionista del settore dovrà essere in grado di dimostrare una grande conoscenza degli spazi, dei tessuti e degli arredi.

 

 

Come diventare arredatore d’interni?

come-diventare-arredatore-di-interni

Un primo percorso possibile per riuscire a diventare interior designer è quello universitario, iscrivendosi ad un corso di laurea triennale in architettura, al termine della quale ci si potrà specializzare in architettura di interni.

Per riuscire ad accedere alla professione di arredatore non serve necessariamente essere in possesso di una laurea, ma basta frequentare dei corsi di formazioni specifici per il settore arredamento, e che siano possibilmente certificati.

Essere in possesso di una qualifica certificata garantisce al professionista, la possibile comparazione del proprio corso di formazione ad una laurea nel settore.

Le tipologie di corsi di formazione di interior designer sono varie ed è possibile partecipare ai corsi organizzati in tutto il territorio nazionale, da Palermo, a Milano, Genova, Pavia o Venezia. Oltre alla possibilità di poter partecipare a corsi certificati di interior designer online.

La possibilità di usufruire di corsi di interior designer online rende accessibile a chiunque la possibilità di potersi formare in qualsiasi posto ci si trovi. I corsi online introducono la materia presentando a tutti gli iscritti la possibilità di acquisire padronanza con i principali termini tecnici specifici, ma anche delle conoscenze dei trend d’arredamento del momento.

Il corso di interior design fornirà allo studente nozioni teoriche e pratiche circa la creazione di oggetti di design, nonchè la progettazione anche 3D di spazi interni sia privati che pubblici. Durante il corso si imparerà a utilizzare sapientemente le luci e l'illuminazione, a disegnare e progettare in cad o altri software. Il corsista inoltre conoscerà alla perfezione ogni elemento d'arredo, dagli accessori fino ad esempio agli infissi di qualunque stile e materiale (puoi approfondire su torinofinestre.it).

Per fornire ogni strumento chiave a tutti gli iscritti, che una volta completato il percorso di formazione potranno lavorare in totale autonomia, utilizzando materiali e tecniche innovative, e soprattutto negli ultimi anni soluzioni green.

Chi ha già frequentato un liceo artistico o un’accademia delle belle arti sicuramente ha già un bagaglio di conoscenze che riguardano una il design. Ed in questa circostanza sarà possibile approfondire la propria conoscenza e diventare un interior designer conseguendo un master in interior design.

Si dovranno affrontare varia argomenti di studio dall’arte, al design, tecniche grafiche, antiquariato, studio dei materiali, studio degli impianti e bioedilizia, ma anche progettazione e arredamento. Si potrà imparare ad utilizzare programmi come Autocad e 3D Studio max, per imparare a progettare con stile ma considerando le principali norme edilizie, oltre alla cura dell’attrezzatura e dei materiali utilizzati.

Sicuramente oltre allo studio delle principali tecniche di interior design  è fondamentale per chi vuole intraprendere questo percorso professionale cercare di acquisire ogni competenza, ma solo tramite una grande esperienza si potrà diventare un professionista del settore.

E la creazione di un portfolio clienti non è una cosa da dover sottovalutare assolutamente, in questo modo sarà possibile far visionare ai futuri clienti tutti i propri progetti portati avanti fin dall’inizio della carriera di interior designer.

 

 

Interior designer: tutti gli sbocchi professionali e guadagni

diventare-interior-designer

Il mercato ha un grande interessa a sviluppare progetti innovati che potrebbero fare gola a molti dei consumatori. Imprenditoria e design tendono a creare delle possibili alleanze  per riuscire a raggiungere un margine di successo creando di conseguenza numerose opportunità per i professionisti del settore.

Sicuramente però la figura professionale dell’interior designer all’estero è decisamente più sviluppata, ma anche l’Italia si fa largo tra i Paesi europei, dato il grande senso estetico verso l’arte e l’architettura nel nostro Paese.

Chi ha intrapreso una carriera come interior designer in Italia ha possibilità di innumerevoli sbocchi lavorativi, offerte che si estendono su vari campi.

La figura professionale dell’arredatore d’interni non deve essere relegata esclusivamente ad un semplice arredatore di spazi interni, ma un professionista è in grado di occuparsi anche di progettazione di interni di aerei, yacht, navi da crociera, e diversi altri campi di applicazione. E proprio in base alla tipologia di incarico dipenderà anche il possibile guadagno.

Un fattore che influenza lo stipendio di un arredatore di interni è la modalità in cui si decide di gestire il proprio lavoro. Un progettista di interni che lavora per un’azienda potrà ricevere uno stipendio mensile pari a 1200€. Ma chi vuole sfondare nel proprio contesto lavorativo, in quanto ha un ottimo spirito di iniziativa, buone capacità di problem solving e con uno spiccato senso dell’arte può decidere di esercitare la professione di interior designer da freelance.

Decidere di aprire uno studio privato di interior designer consente di poter guadagnare anche fino a 80000€ annui, creando un proprio brand personale, o magari puntando molto sulla pubblicità dei servizi offerti, con un portfolio clienti sempre più aggiornato e fruibile anche direttamente online.

Come risparmiare fino al 90% sulle commissioni del bonifico estero

transferwise-widget-cambio

Cliccando sul banner vai direttamente su Transferwise, qui leggi la recensione.

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest