• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Come avviare un negozio di serramenti di successo

 

 

Per vendere serramenti occorre sicuramente aprire un negozio, che sia fisico oppure online, a cui dedicare la medesima attenzione. È un sogno che interessa tantissimi imprenditori, che vogliono mettere a frutto le proprie conoscenze e capacità e intraprendere un percorso imprenditoriale irto di difficoltà, ma anche di cospicui guadagni. Sta a te documentarti e raccogliere lo spirito giusto per avere successo.

Ecco perché in questo articolo ti spiegheremo come vendere serramenti considerando tutti gli aspetti necessari affinché tutto vada a gonfie vele. Noi abbiamo chiesto a Emmeplast Shop per scoprire tutti i segreti su come vendere serramenti con successo.

Prima di iniziare ti consiglio di spulciare la sezione dedicata a come avviare tantissime altre attività imprenditoriali, in questo modo potrai avere una panoramica a 360 gradi sul mondo lavorativo attuale: clicca qui!

 

 

Cosa sono i serramenti?

aprire-negozio-serramenti

Vendere serramenti e vendere infissi sono due cose diverse, sebbene il primo termine venga utilizzato come variante o sinonimo del secondo. Ecco perché ci teniamo a precisare la differenza tra le due parole. In questo modo, avrai un’idea più chiara dei tuoi prodotti.

Gli infissi sono strutture rigide saldate al vano della finestra e costituite da diverse parti. Il telaio è quell’elemento che fa da perimetro e a cui vengono installate le ante, insieme al complesso sistema di ferramenta e accessori da utilizzare.

Il serramento, invece, è la struttura mobile che si ancora all’infisso. Sono serramenti le finestre, le porte, le porte finestre, gli avvolgibili, le persiane e così via. Si tratta di veri e propri elementi architettonici, che fanno anche da complemento d’arredo. Ecco perché contestualmente alla parte tecnica, molti si interessano anche del design, dei colori e degli stili d’arredamento.

 

Serramenti e materiali utilizzati

La scelta del materiale per il consumatore finale è importante in termini di prestazione energetica, oltre che per il fattore estetico. Infatti, infissi e serramenti sono costituiti da materiali di tipo metallico, plastico o legno.

 

In definitiva, i materiali impiegati sono i seguenti:

  • Alluminio;
  • Legno;
  • PVC;
  • Misti (alluminio-legno, legno-alluminio, pvc-alluminio, pvc-legno).

 

Ogni materiale è adatto a specifiche esigenze. Ad esempio, l’alluminio è molto utilizzato in determinati contesti: i luoghi pubblici, le case sul mare esposte alla corrosione della salsedine, ma anche in zone particolarmente umide e fredde. Ciò perché l’alluminio, se sottoposto a particolari processi chimici e isolato termicamente, contiene le spese di condizionamento degli edifici. Un vero e proprio risparmio per la bolletta dei tuoi clienti.

Queste sono considerazioni a cui dovrai tenere conto per ottenere tutte le informazioni da dare ai tuoi potenziali clienti. Conoscere materiali, classe energetica, apertura e caratteristiche di ogni serramento ti permette di consigliare al meglio le persone che si affidano alla tua professionalità. In questo modo si ottiene fiducia e, a lungo andare, familiarità con il brand che vorrai costruire.

 

Vendere serramenti: pro e contro

Come ogni attività, vendere serramenti comporta opportunità, ma anche minacce.

Per avere un’idea chiara di come la tua attività potrebbe decollare nel corso del tempo non devi essere miope. Ragionare nel breve, medio e lungo periodo ti permette di avere una visione generale della tua impresa e andare a dettagliare passo dopo passo le attività da svolgere per avere successo.

Naturalmente, gli svantaggi che tutte le imprese hanno sono le tasse. Dovrai tenere in considerazione questo aspetto, perché gli aspetti fiscali sono importanti non soltanto per lo Stato, ma anche per tenere conto dei costi da affrontare quotidianamente. In effetti, non si tratta di un vero e proprio svantaggio, ma è comunque una spesa da considerare e da gestire insieme al tuo commercialista.

Poi c’è tutto il mondo del mercato del serramento, fatto di competitor e di grosse aziende che per esperienza e capitali avranno sempre un margine di guadagno maggiore. Questo fa parte di tutti i settori: la torta, ovvero il mercato di riferimento, non è suddivisa in parti uguali. Non cercare di competere con chi è più grande di te, ma forse puoi prendere spunto da loro.

Sì, ma i vantaggi? Se il tuo obiettivo è aprire un negozio e vendere serramenti in un determinato territorio, il vantaggio dovrai costruirtelo giorno dopo giorno. Le opportunità sono tutte intorno a te: ci sono altri negozi in zona che vendono i tuoi stessi prodotti? Quali sono i servizi che offri? Qual è il tuo valore aggiunto?

 

 

Business Plan: come vendere serramenti con successo

avviare-negozio-serramenti

Una volta individuata l’identità del tuo brand e fatta un’analisi opportunità/minacce – punti di forza/ debolezza, dovrai compilare il tuo business plan.

Un business plan non è altro che un file excel dove individuare tutte le tue voci di spesa. Proviamo a considerarne alcune.

 

Aprire un negozio di serramenti: il mutuo o l’affitto

Innanzi tutto, per aprire un negozio di serramenti ti serve una struttura ed eventualmente un magazzino dove registrare e conservare i prodotti che vendi.

Che tu abbia un affitto o un mutuo sulle spalle è una spesa da indicare nel business plan. Quanto dovrai spendere per il tuo showroom di serramenti? Quanto costa avere un magazzino di determinate dimensioni? Aggiungi, poi, le spese di energia elettrica, acqua, i sistemi di sicurezza e altre spese fisse.

Non dimenticarti di aggiungere le eventuali spese di ristrutturazione o adeguamento del locale. E, poi, l’acquisto di espositori, di materiali di cancelleria, stampanti, registratore di cassa e tutti gli strumenti hardware e software che ti serviranno per vendere serramenti.

 

Le risorse umane e gli strumenti

Forse all’inizio non ti servirà avere personale, ma considera che quando crescerai avrai bisogno di qualcuno che accolga i clienti nel tuo negozio. Qualcuno che risponda alle telefonate, che archivi contatti, che gestisca il flusso di merce, che amministri gli aspetti fiscali e contabili del negozio.

Sicuramente, da subito, ti occorrerà un commercialista bravo, che sappia anche informarti dei cambiamenti e delle trasformazioni nel settore del serramento. Qualcuno che ti indichi anche gli eventuali sgravi fiscali e le incombenze da assolvere ogni mese.

Inoltre, ti servirà qualcuno che sviluppi per te un piano di marketing, per estendere il tuo portafoglio di clienti. Ma di questo ne parleremo alla fine dell’articolo. Per ora concentriamoci sul personale.

 

Canali di vendita e promozioni

Anche la pubblicità rientra nelle voci di spesa. Così come l’acquisto di un dominio, se vuoi aprire un sito o un e-commerce. L’acquisto di spazi pubblicitari, fisici oppure sui canali social, come Facebook, Linkedin.

Naturalmente, se non sai come gestire gli aspetti promozionali e comunicativi dovrai affidarti al personale, interno all’azienda oppure esterno, che sappia come trasformare il tuo investimento pubblicitario in reale profitto.

 

Vendere infissi in più materiali o specializzarsi?

come-avviare-negozio-infissi

Vendere serramenti comporta una scelta sui prodotti da commercializzare. Ci sono molti negozi di serramenti che offrono un ampio ventaglio di prodotti di molteplici marche e materiali. Altri, invece, decidono di commercializzare soltanto un tipo di materiale, magari specializzandosi nella lavorazione dei profilati o di speciali trattamenti.

Se, però, non sei un produttore, ma il tuo ruolo nel mercato è quello di rivendere i prodotti, magari affiancando la vendita al servizio di posa in opera, puoi optare per più marche. Contatta quelle che ritieni siano più idonee a condividere i tuoi valori, il tuo target di riferimento. Considera anche i vantaggi che puoi avere in termini di ritorno d’immagine e di opportunità offerte.

Valuta anche gli sconti sul listino dei prodotti che vorrai acquistare da loro, la possibilità di scegliere più colori, più materiali o altre caratteristiche. Insomma, la scelta giusta non esiste, dipende tutto da come vuoi vendere serramenti.

 

 

Come vedere serramenti rispettando l'iter burocratico

Arriviamo alla parte relativa all’iter burocratico. È uno scoglio che tutti devono affrontare per poter vendere in qualsiasi mercato. E vendere serramenti non è esente da tutti gli step che dovrai affrontare per avviare la tua attività.

Per prima cosa, dovrai aprire una partita IVA e iscriverti al registro delle imprese. Poi, dovrai inviare al Comune di residenza la comunicazione di apertura delle attività (SCIA). Si tratta di un’autocertificazione in cui dichiari che stai rispettando le normative in materia di igiene e sicurezza.

Quindi, dovrai selezionare e scegliere i prodotti da vendere. Nel settore dei serramenti, c’è una costellazione di certificazioni che dovrai richiedere ai produttori. Ma quella più importante è la marcatura CE, senza la quale non è permesso commercializzare prodotti sul mercato europeo.

Inoti occorre l’autorizzazione per l’insegna e, per finire, dovrai racimolare il capitale iniziale da investire e individuare il locale in cui vendere serramenti. Il budget iniziale si aggira intorno agli 8.000 - 10.000 €, per partire, ma tutto dipende dalla location e dal costo dei prodotti.

 

La location: vendere infissi in centro o in periferia?

come-avviare-negozio-serramenti

La scelta della location è dettata dalla tua capacità economica. Se hai poco budget dovrai aprire il tuo negozio di serramenti in periferia oppure sceglierne uno in centro, ma più piccolo.

Il vantaggio della periferia è che i clienti avranno maggiore possibilità di parcheggio, nel caso in cui il tuo negozio ne sia sprovvisto. Viceversa, in centro non c’è molta possibilità di reperire parcheggi gratuiti e disponibili.

Naturalmente i negozi in periferia hanno meno visibilità rispetto a quelli in centro, anche perché i potenziali clienti devono recarsi appositamente da te. Invece, se sceglierai di aprire un negozio in centro l’esposizione del tuo brand sarà maggiore che altrove.

 

Organizzazione e gestione delle spese

Per quanto riguarda le spese e i guadagni futuri, bisogna avere pazienza. I primi tempi è normale investire tutto il budget per avviare l’attività. Ricordati che se il tuo brand è appena nato dovrai dare tempo ai tuoi potenziali clienti di conoscerti, di fidarsi di te e, poi, finalmente acquistare.

I processi di acquisto, però, non sono molto semplici come in passato. Ricordi il discorso sui competitor? Dovrai acquisire consenso e costruire la tua reputazione, affinché un bacino di utenti inizi a interessarsi alla tua attività.

È un percorso tortuoso che, però, gli imprenditori devono affrontare quotidianamente. Solamente chi persiste non perde.

Informati sui finanziamenti, i contributi statali, le agevolazioni fiscali che puoi ottenere aprendo la tua attività. Chiedi una consulenza al tuo commercialista per conoscere a fondo la normativa di riferimento e individuare i finanziamenti giusti per coprire le spese iniziali.

 

Vendere serramenti grazie a un piano di marketing

In precedenza, abbiamo parlato di come vendere serramenti raggiungendo un certo bacino di utenti. Scommetto che non hai idea di quale potrebbe essere il tuo target, né di quali sono i canali migliori per vendere.

Oggi nel settore del serramento molti imprenditori si affidano ad agenzie di comunicazione oppure ad esperti di digital marketing. Questo perché sanno che i metodi tradizionali che si usavano una volta non bastano più per raggiungere l’obiettivo di vendita.

Per vendere serramenti forse non ti basterà più il negozio fisico. Un giorno vorrai vendere anche online, perché questo è il trend in crescita. La pubblicità digitale è un campo molto particolare fatto di canali di vendita, canali promozionali, strategie di comunicazione mirate.

Ecco perché avrai bisogno di esperti che realizzino per te un piano di marketing specifico per la tua azienda.

Il tuo brand è appena nato? Ti serviranno delle campagne di brand awareness.

Quali sono i tuoi canali pubblicitari? Se non ne hai è tempo di attivarli e gestirli con un piano fatto a posta per quel canale.

Vuoi acquisire clienti? Ti serve un piano promozionale fatto di sconti, servizi, offerte per raccogliere i primi dati.

 

Ricapitolando: vendere serramenti è un’impresa?

 

Tutte le grandi cose sono imprese, ma se ci credi veramente e ti appassiona il tuo campo siamo certi che avrai successo.

 

Ecco cosa ti servirà:

  • una forte competenza del settore dei serramenti e degli infissi: i materiali, gli accessori, i pezzi di ricambio, la normativa, le certificazioni, le agevolazioni;
  • un commercialista in grado di guidarti nei cavilli fiscali e contabili;
  • un negozio da allestire al meglio per i tuoi clienti;
  • un piano di marketing per promuovere la tua attività;
  • tutta la grinta che serve per migliorare te stesso e ampliare le tue conoscenze.

Come risparmiare fino al 90% sulle commissioni del bonifico estero

transferwise-widget-cambio

Cliccando sul banner vai direttamente su Transferwise, qui leggi la recensione.

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest