• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Come aprire uno studio legale

 

come-aprire-studio-legale

La professione dell'avvocato è una di quelle maggiormente preferite e sognate fin da bambini. Complici anche numerose serie TV americane e altrettanti film che dipingono i legali come “supereroi”, il mestiere dell'avvocato affascina molto per la sua dinamicità e per i potenziali guadagni da capogiro che potrebbe offrire.

Eppure, diventare avvocato non è facile e avviare uno studio legale è un'impresa tutt'altro che semplice. Molti avvocati dopo aver avviato il loro percorso di studi, decidono di aprire uno studio legale per esercitare la libera professione mentre altri invece optano per consociarsi con strutture professionali già esistenti. Per avviare uno studio legale in proprio, bisogna rimboccarsi le maniche e mettere in campo tutta la passione, ma anche assolvere tutti i passaggi burocratici e finanziari necessari.

Prima di incominciare a leggere questa guida voglio però consigliarti di dare uno sguardo alla sezione del portale dove spiego come avviare tante altre attività lavorative; se sei deciso invece di indossare la toga allora prosegui la tua lettura.

 

 

I primi passi per aprire uno studio legale e requisiti

aprire-studio-legale

Per aprire uno studio legale dovete considerare innanzitutto la scelta di una sede. È importante trovarne una che sia abbastanza centrale, facilmente raggiungibile e che abbia un parcheggio a disposizione per i vostri clienti. In più, chi decide di aprire uno studio legale deve essere ovviamente abilitato alla professione. Infatti, non basta la laurea in giurisprudenza, ma sarà necessario anche aver conseguito il titolo a seguito dell'esame di Stato (bisogna dire alquanto difficile da superare) che abiliterà alla professione di avvocato. Sia per il ramo penale che per quello civile, la regola è la medesima, ma è opportuno anche documentarsi circa la possibilità di avere nel proprio nuovo studio tutti gli esperti dei vari aspetti della professione, magari grazie alla collaborazione con dei colleghi.

 

come-avviare-studio-legale

Una volta ottenuti i requisiti necessari, allora bisognerà pensare all'arredo della sede che deve essere aperta dopo la comunicazione al Municipio di competenza e mettendo in campo tutta la pratica necessaria per le utenze. Infatti, per mantenere lo studio sarà necessario prendere in considerazione la spesa di gestione come quella per l'affitto del locale, a meno che non ne possediate uno, le spese relative all'utenza, all'aggiornamento professionale, quelle amministrative e quelle relative invece ai software gestionali dell'attività forense. Inoltre, si deve anche pensare di assumere un collaboratore che possa aiutarvi nell'espletamento di tutte le pratiche e vi dia anche una mano nelle attività di segreteria: questo presuppone anche il pagamento di contributi previdenziali oltre alla spesa per la gestione della partita IVA necessaria per la fatturazione ai vostri clienti. Infine si deve richiedere l'iscrizione alla Cassa Nazionale di previdenza e assistenza forense che è specifica ed obbligatoria per il versamento dei contributi previdenziali previsti dalla normativa vigente.

 

Le principali difficoltà per avvio di uno studio legale

avviare-studio-legale

Coloro che vogliono aprire uno studio legale hanno innanzitutto la difficoltà di trovare dei clienti, perché solitamente le piccole realtà nascenti non sempre hanno molte fonti che gli possano garantire l'arrivo di un gran numero di utenti.

Quindi, sarà necessario mettere in campo un'azione di promozione molto intensa perché, se è vero che nella professione dell'avvocato conta molto il passaparola, è anche vero che a volte delle buone strategie di marketing e dei prezzi competitivi possono fare la differenza. La pubblicità deve essere pensata non solo su riviste di settore, ma anche, ad esempio, quella cartellonistica e la pubblicità attraverso i media.

Molti avvocati, per farsi conoscere, tendono a pubblicizzare la propria attività fornendo anche dei consigli legali gratuiti attraverso dei forum di settore oppure in rubriche specializzate su alcune riviste cartacee oppure online.

 

 

I costi per aprire ed avviare uno studio legale

apertura-studio-legale

Per aprire ed avviare uno studio legale è necessario valutare tutti i punti di forza e di debolezza che si hanno nella propria attività professionale e fare un “conteggio” del budget che avete a disposizione.

Dovete soprattutto prendere in considerazione quali sono le spese vive da affrontare. Come già accennato, tali costi riguardano soprattutto la gestione della struttura ed in più anche il rapporto tra costo – opportunità, prendendo in considerazione quali sono le vostre conoscenze, i contatti che vi aiuteranno ad avere un numero congruo di clienti per sostenere determinate spese.

È chiaro che una libera professione come quella dell'avvocato, fatta in uno studio legale in proprio, vuol dire rinunciare alla busta paga regolare per lavorare molto di più e con maggiori rischi professionali. Ovviamente le soddisfazioni saranno molto più alte ed inoltre, le prospettive di guadagno sono davvero elevate specie quando si riuscirà ad ottenere un gran numero di utenti presso il proprio studio legale.

Per accaparrarsi un buon numero di clienti almeno all'inizio potrebbe essere una buona idea iscriversi a siti online che offrono agli utenti l'invio di più preventivi per vari servizi professionali come ad esempio il portale quotalo.it.

Tornando a noi, per affrontare questo percorso, è necessario prendere in considerazione una spesa iniziale totale di circa 20/40 mila euro. Tale cifra prevede l'affitto e l'arredo della sede oltre poi, all'attivazione ed al mantenimento di tutte le utenze, almeno nella fase di apertura.

Le prospettive di guadagno però possono essere elevate e questo dipende anche un po' dalla capacità del professionista che gestirà lo studio legale. Un buon avvocato si contraddistingue per il suo savoir faire, per una fitta rete di contatti e collaborazioni politematiche, oltre alla capacità di auto-promuoversi nella sua attività.

Come risparmiare fino al 90% sulle commissioni del bonifico estero

transferwise-widget-cambio

Cliccando sul banner vai direttamente su Transferwise, qui leggi la recensione.

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest