• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Come avviare un'impresa di costruzioni

 

come-avviare-impresa-di-costruzioni

Al giorno d’oggi aprire un’impresa di costruzioni potrebbe rappresentare un’idea alquanto bizzarra vista la crisi economica che ancora oggi imperversa nella nostra bella Italia. Tuttavia l’economia gradualmente si sta riprendendo e a quanto pare i segnali di ripresa sono sotto gli occhi di tutti.

Per poter limitare al minimo i rischi di investimento è necessario dapprima conoscere tutti gli aspetti positivi e negativi che possono subentrare durante l’avvio dell’impresa stessa. Per tale motivo consigliamo di preparare o farsi fare da un esperto un business plan che contempli ogni specifico aspetto relativo all'apertura di un'attività imprenditoriale così importante.

Fatte le premesse del caso, iniziamo a stendere la guida su come avviare un’impresa di costruzioni. Tutto quello che occorre sapere nei minimi dettagli: dall’iter burocratico ai consigli finali.

Sei più propenso ad avviare un'attività con meno pretese? magari un negozio sotto casa? ti consiglio allora di spulciare la sezione dedicata a come avviare 100 attività imprenditoriali.

 

 

Avviare impresa di costruzioni: iter burocratico

Quali sono i documenti che occorre preparare per poter avviare un’impresa edile? Esistono delle modalità diverse per poter aprire la partita IVA o vige sempre la stessa norma per tutte le attività? Scopriamolo immediatamente!

Prima di poter avviare una qualsiasi attività è doveroso sottolineare che l’aspetto burocratico è piuttosto complesso, e vista la delicatezza del settore in questione, anche questo caso non fa eccezione. Trattandosi dunque, di edilizia, la questione diventa ancora più delicata e complessa. Per non incorrere a problematiche di varia natura, bisogna fare particolare attenzione alla documentazione occorrente.

 

A tal proposito è necessario prendere nota di quanto sto per illustrare:

La prima cosa che bisogna fare quando si decide di avviare un’attività è quella di aprire la partita Iva presso l'Agenzia delle Entrate competente. Esistono differenti modalità per l’apertura della stessa:

  • Può essere presentata a mano;

  • Tramite raccomandata con ricevuta di ritorno;

  • In modalità online. In questo caso bisogna accedere al sito delle Agenzie delle Entrate, avere a disposizione le credenziali per l’accesso e compilare il modulo che viene messo a disposizione per gli utenti.

 

Dopo aver eseguito il primo passaggio, bisogna altresì iscriversi al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio. Sono richieste la maggiore età e la cittadinanza italiana o di uno dei Pesi membri dell’UE.

In aggiunta bisogna regolarizzare la propria posizione INAIL e INPS, effettuare in quest’ultimo caso i versamenti previdenziali.

 

Altri adempimenti burocratici

avviare-impresa-di-costruzioni

  • Per partecipare agli appalti pubblici di importo superiore ai 150.000€ è necessario possedere l’attestazione SOA, rilasciata direttamente dall’Autorità per la Vigilanza sui lavori pubblici;

  • Per poter comprovare l’attività contributiva dell’impresa è necessario essere in possesso anche del DURC (Documento Unico di Regolarità Contributiva), altrimenti in caso di gare di appalto potrebbe costituire un grosso problema.

 

Come si può intravedere, seguire tutti i passi burocratici per avviare un’impresa di costruzioni non è propriamente facile e veloce, pertanto il consiglio è quello di affidarsi ad un esperto in materia in modo tale che riesca a sbrigare ogni singola pratica senza incorrere a degli errori che potrebbero rallentare il lavoro.

L’impresa edile è una cosa seria e cercare di portare a termine le pratiche burocratiche da soli senza l’aiuto di un commercialista potrebbe essere un grave errore.

 

 

Aprire un’impresa di costruzioni: dove aprirla?

Visto e considerato che non si tratta di un negozio o di qualsiasi altra attività commerciale, l’impresa di costruzioni può essere ubicata in qualsiasi luogo. Solitamente è consigliabile aprirla in luoghi molto grandi e spaziosi. Se nelle vicinanze sono presenti altre aziende di costruzioni sarebbe opportuno cercare un altro luogo per evitare di farsi concorrenza a vicenda.

Se l’intento poi è quello di voler aprire a parte un ufficio allora qui il discorso cambia. E’ necessario che sia posizionato in un luogo dove è presente un forte passaggio pedonale. Per cui l’attenzione deve essere posta nel centro città o in un centro storico.

Per poter avere successo in questo settore dunque, la visibilità, gli orari di apertura, la cura dell’ufficio sono fattori determinanti.

 

Quanto costa aprire un’impresa di costruzioni?

Ricordate che per avviare un’impresa edile i costi iniziali sono molto alti considerando che bisogna partire da zero. Quindi comprando i mezzi da lavoro, i materiali per la costruzione e avere a propria disposizione una location ampia i prezzi possono lievitare di gran lunga considerando che un semplice escavatore modello base costa sui 20.000€.

In linea di massima dunque, si potrebbe arrivare a spendere anche centinaia di migliaia di euro.

Tuttavia prima di iniziare ad investire il proprio capitale su questo settore è necessario informarsi sulla presenza di bandi e agevolazioni per l’apertura di nuove attività. Solitamente sono delle agevolazioni che vengono fatte ai giovani ma se si rientra nella fascia d’età potrebbe rappresentare una grande opportunità.

Se ci si rende conto che le possibilità economiche sono insufficienti si potrebbe pensare di affidarsi a qualche franchising. Almeno così il rischio di investimento è piuttosto ridotto.

Sono un bel pò le catene di franchising operanti in questo settore. Ognuna possiede delle proprie regole, pertanto prima di sceglierne una è doveroso fare il confronto per meglio capire qual è la giusta scelta da fare al fine di ottenere più vantaggi che svantaggi.

 

Aprire un’impresa di costruzione in modalità franchising, conviene?

come-aprire-impresa-di-costruzioni

Questa è la domanda che molti aspiranti imprenditori si pongono prima di rivolgersi ad una catena di franchising. Sicuramente affidandosi ad un franchisor sia i costi di apertura che di avvio attività vengono dimezzati di gran lunga, inoltre uno dei grandi vantaggi che si ottiene mediante questa formula è che si ha la possibilità di ricevere assistenza e supporto per qualsiasi evenienza.

 

Fra gli altri benefici, annoveriamo:

  • Promozione e pubblicità a carico dell’azienda madre;

  • Assistenza e formazione sia per l’imprenditore stesso che per lo staff;

  • Clienti già fidelizzati.

 

Aprire un’impresa di costruzione: i guadagni

Quanto si potrebbe guadagnare avviando un’impresa edile? I ricavi dipendono da molteplici fattori. In linea di massima se la clientela è tanta, e quindi il lavoro c’è allora si potrebbe guadagnare l’8%, 10% sul costo di un intero lavoro per i primi 5 anni di attività, ma non possiamo dare una cifra precisa, sarà la professionalità e la serietà a fare la differenza, oltre all’esperienza che si matura giorno dopo giorno sul cantiere.

 

 

Avviare impresa di costruzioni: l’importanza della pubblicità

aprire-impresa-di-costruzioni

La pubblicità è un fattore importante e determinante, pertanto questo passaggio non va trascurato ma bisogna curare il tutto nei dettagli se si vuole emergere in un mercato che sta diventando ormai saturo.

E’ consigliabile a tal proposito realizzare una buona promozione e trasmetterla via radio o attraverso la tv oppure tramite volantinaggio, insomma sono tutti mezzi ancora oggi efficaci.

Avere un sito web curato nei minimi dettagli può fare anche la differenza. E perché non adibire all’interno dello stesso un piccolo spazio per poter dar voce ai preventivi online? Così facendo i potenziali clienti potrebbero scrivere le loro richieste direttamente su una pagina detta landing page (puoi approfondire su edilnet.it) con form dettagliato da compilare senza dover obbligatoriamente recarsi sul luogo di lavoro. Questo piccolo aspetto potrebbe rappresentare un’idea alquanto eccellente.

Internet rappresenta il futuro ed è bene dunque farsi conoscere un po’ da tutti, riuscire a proporsi è importante in modo da accaparrarsi nuovi clienti.

 

Avviare impresa di costruzioni: ultimi consigli

Per poter avere successo in questo settore, aumentare il fatturato e durare il più a lungo possibile, è bene tenere in mente quanto segue:

  • E’ fondamentale mostrarsi competenti e ben preparati nel settore;

  • E’ importante imparare a consigliare i clienti;

  • Curare la pubblicità con i mezzi tradizionali è necessario, ma diventa altresì indispensabile utilizzare gli strumenti d’avanguardia come i social network per promuovere la propria attività;

  • Lavorare con impegno e passione;

 

Realizzare un buon sito internet permette ai potenziali clienti di trovare maggiori informazioni sull’azienda e a spingerli a chiedere preventivi.

Come risparmiare fino al 90% sulle commissioni del bonifico estero

transferwise-widget-cambio

Cliccando sul banner vai direttamente su Transferwise, qui leggi la recensione.

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest