• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Come aprire un laboratorio d'arte

 

aprire-laboratorio-di-arte

Sognate di aprire un laboratorio d'arte? Esistono varie opportunità per coloro che sono amanti dell'arte e puntano a realizzare un'attività in proprio. Per cercare di evitare quella che può essere una confusione in varie categorie merceologiche, quando si parla di un laboratorio d'arte ci si riferisce ad un'attività di tipo artigianale dove ad esempio, si realizzano quadri, lavori in vetro, ceramica, gioielleria artistica e cose simili.

Per avviare il laboratorio di questo tipo bisogna avere tutta una serie di autorizzazioni ed inoltre, avere anche delle competenze ben precise di tipo artigianale e creativo. Prima di iniziare un'attività come questa, è bene cercare di fare una sorta di analisi del mercato che possa aiutare a capire se la propria azione possa essere utile da un punto di vista commerciale, in quel determinato territorio.

In generale, chi vuole avviare un mestiere di questo tipo deve avere passione e tanto talento ed inoltre, deve anche capire come un'attività del genere debba essere sempre legata alla storia di tipo artigianale di quel determinato territorio, di una specifica cultura e storia. Nel caso in cui vuoi approfondire la sezione generale dove potrai scoprire come avviare molte altre attività, clicca questo link.

 

 

Come avviare un laboratorio, gli step amministrativi e burocratici

come-avviare-laboratorio-di-arte

Come già accennato, per aprire un laboratorio di tipo artigiano è necessario avere abbastanza talento ed essere competenti sul settore artistico. Oltre a queste competenze, bisognerà poi mettersi in regola da un punto di vista commerciale. Si dovrà necessariamente iscrivere presso l'albo delle imprese artigiane per ottenere una qualifica omonima ed in più bisogna aprire una partita iva. In caso di personale o per il titolare stesso, sarà obbligatorio versare i contributi verso INPS ed INAIL, così da avere certezze da un punto di vista previdenziale e antinfortunistico. Inoltre, sarà obbligatorio anche partire con la scelta di una sede opportuna.

 

Un laboratorio d'arte, i requisiti

La scelta della sede di un laboratorio d'arte è molto particolare in quanto bisognerà trovare un locale che abbia determinati requisiti da un punto di vista della sicurezza e anche per quanto concerne le norme antincendio.

Prima di iniziare i lavori, sarà obbligatoria la comunicazione di inizio attività presso il Comune di competenza e poi ottenere le autorizzazioni necessarie dall'Asl. In più sarà obbligatorio anche pensare all'acquisto di macchinari e creare una sede che abbia una piccola area di front-office che servirà a ricevere i clienti quando è il momento. E' bene anche prevedere una zona esposizioni. In questo modo, si potrà ottenere il meglio della struttura scelta e si potrà dare l'occasione ad un laboratorio d'arte di crescere giorno dopo giorno nell'ambito delle competenze che si hanno.

 

 

Aprire un laboratorio d'arte e vendere i propri prodotti

avviare-laboratorio-di-arte

Un laboratorio d'arte per riuscire a vendere i propri prodotti deve avere anche una sorta di area espositiva in cui il venditore e il produttore possano per un attimo coincidere e quindi dare l'opportunità ai potenziali clienti di trovare gli oggetti artistici realizzati. Il laboratorio artigianale deve essere iscritto, come già accennato, presso il registro delle imprese, alla Camera di Commercio, all'albo delle imprese artigiane e quindi avere la partita IVA (che si ottiene recandosi presso l'Agenzia delle Entrate competente) in modo tale da poter fatturare gli oggetti venduti.

Coloro che vogliono cercare di ampliare il più possibile la rete di utenti possono sempre contare sul web scegliendo degli intermediari attraverso dei grandi siti di social media shopping oppure creando un proprio sito web con una piccola pagina di vendita (come ad esempio www.icoloridelcaribe.it) che potrebbe creare degli ottimi riscontri da un punto di vista economico finanziario. Per non parlare del fatto che una buona pubblicità deve essere fatta anche via social media: tali strumenti, sono diventati in modo più diretto per comunicare con potenziali clienti interessati.

 

I costi per aprire un laboratorio d'arte

come-aprire-laboratorio-di-arte

Per aprire un laboratorio d'arte può essere necessario sostenere degli investimenti di non poco conto. Tutto dipende un po' dai macchinari che è necessario comprare e dal tipo di lavorazione possibile. Si può infatti aprire un laboratorio d'arte che possa interessarsi di varie discipline come la lavorazione del vetro, della ceramica, di quadri oppure di pittura in senso lato. È anche possibile aprire un laboratorio d'arte specializzato ad esempio, nella terracotta o nella realizzazione di determinati tipi di materiali da un punto di vista artistico.

L'investimento dipende un po' da quelle che sono le materie prime del proprio lavoro e anche dai macchinari che è necessario acquistare. Solitamente la spesa potrebbe aggirarsi tra i 50 e i 100 mila euro, come minimo, ma è chiaro che qualora ci dovesse essere una fetta di utenti cospicua, le potenzialità di guadagno potrebbero crescere a dismisura giorno dopo giorno. L'investimento per un laboratorio d'arte medio grande, potrebbe portare a degli ottimi risultati ma allo stesso modo, sarà importante mettere in campo una campagna di marketing e comunicazione che possa sostenere l'operato artistico del nuovo laboratorio d'arte.

La promozione mirata anche su riviste specifiche di settore è l'anima stessa di ogni artista che si rispetti.

Come risparmiare fino al 90% sulle commissioni del bonifico estero

transferwise-widget-cambio

Cliccando sul banner vai direttamente su Transferwise, qui leggi la recensione.

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest