• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Come diventare food blogger e guadagnare: ecco la ricetta

 

Internet ci rende la vita più comoda per tanti motivi, ma la sua utilità non si limita a questa sua pur importante funzione.

Il web veicola informazioni certo, ma anche lavori e professioni.

Per questo motivo, ancora di più in difficili tempi di crisi economica come quello che stiamo attraversando, la rete si rivela una risorsa di inestimabile valore anche per quanto riguarda le opportunità di lavoro.

Avete idea di quante persone esercitino un mestiere su e tramite il web?

Moltissime!

E il bello è che quasi non ci sono limiti alle possibilità offerte purché si abbiano senso di iniziativa, volontà, creatività e voglia di mettersi in gioco.

Non sono queste, in fondo, le qualità che occorrono per mettere in piedi qualunque tipo di attività?

Ebbene, internet permette a tutti di sfruttarle al meglio.

 

 

Che si desideri farsi uno stipendio vero e proprio, arrotondare quello che si percepisce già o, addirittura, creare un business assai redditizio, la via telematica potrebbe essere la soluzione giusta ai vostri problemi.

Come cominciare?

Dalla passione, innanzitutto.

 

diventare-food-blogger

Ciascuno di noi ha le proprie e se esse possono trasformarsi in una professione, possiamo considerarci davvero fortunati.

Chi si intende di cibo a 360°, in questo periodo può veramente dare una svolta positiva alla propria vita.

Avete mai sentito parlare di food blogger? Ebbene con l'aiuto di una vera food blogger di successo come Tiziana Colombo (che gestisce il portale nonnapaperina.it) andremo a sviscerare l'argomento in ogni suo aspetto e sfumatura.

L'espressione inglese nasconde in realtà un significato semplice che tutti conosciamo: si definiscono così coloro che aprono un blog interamente dedicato alla cucina.

Attenzione però: se tutta la propria esperienza in materia si limita a saper cuocere due uova sode e a riconoscere il vino solo dal colore rosso o bianco, non è la strada giusta per voi.

Se invece vi piace cucinare, sperimentare nuove ricette, approfondire gli usi e i costumi gastronomici di ogni popolo e luogo geografico, se amate la buona tavola, la convivialità e, in più, ve la cavate bene con la scrittura, probabilmente avete fatto centro.

"Food" sta infatti per "cibo", mentre il "blogger" è colui o colei che tiene (ed aggiorna a cadenza possibilmente regolare) un "diario di rete".

Ebbene, forse a questo punto avete chiaro di cosa stiamo parlando e quale sia il tema centrale dell'articolo: come aprire un blog di cucina e far sì che esso diventi il nostro lavoro e la nostra fonte principale di guadagno.

Approfondisci: 15 modi per guadagnare con un blog di cucina.

 

Non è semplice come sembra, non solo perché le caratteristiche sopra elencate sono tassative (se riconoscete di non averle, lasciate perdere e cercate altro), ma perché l'impegno deve essere assiduo e le entrate, almeno all'inizio, saranno minime.

Se tuttavia sentite di avere il "fuoco sacro" e volete assolutamente cimentarvi in questa piccola impresa, sappiate che le chances di successo non mancano, soprattutto se seguite i nostri consigli.

Per sapere come iniziare al meglio la vostra appassionante attività di food blogger, continuate a leggere.

 

Prima regola? Crederci!

come-diventare-food-blogger-di-successo

Va bene, sembra banale, ma non lo è affatto, quindi meglio ribadirlo: bisogna credere in ciò che si fa, altrimenti non si va lontano.

La molla del successo, in tutti i campi e particolarmente in questo, sta proprio nella piena consapevolezza di ciò che si vuol fare e degli obiettivi che si desidera raggiungere.

Non aprite un blog a tema gastronomico se non nutrite un profondo interesse nel campo, perché durereste pochissimo.

I lettori ed i fruitori di internet fiutano immediatamente i veri appassionati da chi, invece, non lo è.

Scordatevi di fare business senza impegno, non esiste.

I blog vanno curati nei contenuti e nella grafica, aggiornati periodicamente, rinnovati di tanto in tanto, tutte cose che non vi peseranno affatto solo se vi piacciono, altrimenti sarete portati a gettare la spugna dopo un po'.

 

Scrivere solo contenuti di qualità

Se credete di tenere un blog copiando ed incollando qua e là sperando che nessuno se ne accorga, rinunciate.

Volete sapere qual è il primo e fondamentale segreto di un blog di successo (a prescindere dalla tematica)?

Scrivere contenuti di qualità.

Dovete essere originali (è vietato copiare!), avere un vostro stile che sia il più possibile fresco ed accattivante, capace di invogliare il lettore a proseguire e a farlo tornare sul blog stesso, prediligere una prosa asciutta, breve ed immediata (la preferita da Google).

Anche la frequenza della pubblicazione dei post conta: la cadenza almeno settimanale è ideale, mentre un blog aggiornato di tanto in tanto perde i suoi lettori ancora prima di cominciare.

 

 

Trovate e definite il vostro target ideale

diventare-food-blogger-target

A chi intendete indirizzare il vostro blog?

A chi volete rivolgervi?

Scegliere un target di riferimento è uno step essenziale.

Volete indirizzarvi prevalentemente alle casalinghe suggerendo loro consigli e piatti nuovi da provare oppure ai bongustai?

Decidete ed impostate il blog di conseguenza.

Cercate di essere credibili e create la vostra community di riferimento.

Ogni volta che vi accingerete a scrivere e ad aggiungere un post, mettetevi nella testa dei lettori e chiedetevi "cosa vorrebbero leggere"?

Tutto il resto verrà da sé e, soprattutto, verrà bene.

 

Interagite con i lettori

Non siate freddi e distaccati, ma aperti e colloquiali.

Interagite con gli utenti, rispondendo ai loro commenti e ad eventuali quesiti o dubbi.

Accettate anche eventuali critiche negative, anzi invitate le persone a lasciare pareri, suggerimenti e consigli che possano aiutarvi a migliorare il blog e ad andare maggiormente incontro alle loro esigenze.

In tal modo vi sarà più facile crearvi un pubblico "di nicchia", degli affezionati che non vi abbandoneranno più e, quasi certamente, attraverso il passaparola, contribuiranno a far aumentare sensibilmente le visite.

 

Condividete sui social

Non si può pensare di aprire un blog senza stare almeno sui social più importanti e seguiti.

Facebook e Twitter sono tassativi.

Quando postate un articolo non dimenticate di condividerlo: la risposta sarà immediata.

I social fanno veicolare le informazioni ed allargano il bacino d'utenza: il numero di visitatori crescerà in breve tempo.

L'uso sapiente dei social rappresenta un canale privilegiato per il successo, ricordatelo.

 

Imparate e prendete esempio dagli esperti

Siete proprio decisi a diventare dei food blogger?

Bene, prendete spunto dai più bravi e dagli esperti.

Non si parla affatto di copiare, ma solo di cercare di carpirne i segreti, rielaborarli, personalizzarli e farli propri.

Certamente vi renderete conto che ciascuno di loro ha un punto di forza che lo contraddistingue: trovate il vostro, ne avete certamente uno anche voi.

Pertanto sfruttatelo al meglio: diventerà il vostro segno distintivo, l'aspetto che vi renderà unici e riconoscibili anche in mezzo ad un mare di altri bravi food blogger.

 

 

L'importanza delle immagini

come-diventare-food-blogger-immagini

Nel web le immagini costituiscono gran parte del successo o meno di un sito.

Ciò vuol dire che dovete inserirle belle, accattivanti e strettamente attinenti all'argomento che trattate.

Devono essere chiare, nitide, colorate.

Meglio ancora, per quanto riguarda in particolare le ricette, metterle in sequenza spiegando passo passo il procedimento.

Un'immagine ben fatta, quasi sempre, spiega meglio di 1000 parole.

 

Seo

Affinché i motori di ricerca vi prendano in considerazione, dovete scrivere attenendovi almeno alle regole base del SEO Copywriting.

Non ne sapete nulla?

Potete seguire un corso, anche virtuale, poi l'esperienza farà il resto.

Imparare la SEO non è difficile ed è persino divertente: dopo qualche tempo rispettarlo diventerà automatico e facile come bere un bicchier d'acqua.

Scegliete con accuratezza le parole chiave, rispettate le linee guida fondamentali e fate in modo di comparire nelle prime pagine di Google.

Il successo di un sito o di un blog, si tratti di cucina o di qualsiasi altro argomento, lo decidono soprattutto la bravura del blogger, ma anche Google.

Approfondisci: Come aprire e guadagnare con un blog.

Tenetelo sempre a mente e...buon lavoro!

Come risparmiare fino al 90% sulle commissioni del bonifico estero

transferwise-widget-cambio

Cliccando sul banner vai direttamente su Transferwise, qui leggi la recensione.

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest