• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Come avviare un ecommerce con magazzino

 

Ormai da alcuni anni gli acquisti online sono diventati parte consolidata dell’economia e soprattutto delle abitudini dei consumatori, sia per la maggiore comodità nell’acquisto, dalla scelta dei prodotti alla consegna a domicilio, ma anche per la maggiore sicurezza nei sistemi di pagamento, e la possibilità di scegliere tra più articoli e a prezzi sempre più concorrenziali. Sicuramente i punti forza degli e-commerce sono innumerevoli tanto da essere delle attività sempre più redditizie e sicure in cui investire, settore ad oggi sempre in costante espansione.

 

avviare-ecommerce-con-magazzino

Ma aprire un e-commerce con magazzino non è un’operazione proprio così semplice dato che prima di muovere qualsiasi passo è necessario partire un progetto, avere le idee chiare è fondamentale per evitare di commettere possibili errori, ed investire nella maniera sbagliata i propri capitali. Nonostante aprire un negozio online sia sicuramente più semplice ed economico rispetto ad un negozio fisico, è pur vero che la sua apertura comporta una maggiore pianificazione, soprattutto per avere un’idea di business vincente per vendere un prodotto effettivamente richiesto sul mercato.

Quando una qualsiasi azienda decide di vendere prodotti o servizi online deve necessariamente affrontare una serie di problematiche legate alle varie sfaccettature di tutte le operazioni, e una di queste è relativa proprio al rapporto tra azienda e magazzino del sito e-commerce.

Questa guida potrà essere molto utile se hai le idee chiare e vuoi fermamente avviare un'attività online magari con un magazzino pronto per stipare qualunque tipologia di prodotto. Nel caso in cui invece, non avessi ancora le idee chiare, ti consiglio la lettura della sezione dedicata a come avviare numerose altre attività lavorative: guarda qui!

 

 

Lavorare online: e-commerce con magazzino

aprire-ecommerce-con-magazzino

La scelta di lavorare online spesso è indicata da costi contenuti e da una maggiore velocità degli acquisti, ma è fondamentale che azienda e magazzino siano perfettamente coordinati in modo tale da non ingarbugliare il sistema di vendita.  E purtroppo sono numerosi le aziende che si propongono come partner per il web che tendono ad elargire delle prospettive miracolose ma che potrebbero rivelarsi tutt’altro che fantastiche, delle prospettive miraggio che non si potranno concretizzare mai.

Quando si decide di essere presenti con un marchio aziendale nella vendita online bisogna essere consapevoli che l’organizzazione del magazzino dovrà essere impeccabile per evitare problematiche legate alla disponibilità dei prodotti, che potrebbero causare eventuali ritardi nelle consegne e conseguenti recensioni negative.

Un sito e-commerce deve essere strutturato sulla base di una grande organizzazione d’insieme, magazzino e azienda che dovranno cooperare a favore di una certa fluidità della transazione. Oltre alla velocità di caricamento delle pagine del sito, e una corretta gestione della disponibilità di prodotti, considerando anche aspetti tecnici, strategici oltre che commerciali.

L’evoluzione del mercato on line ha portato alla ribalta i siti e-commerce, e sono proprio le aziende a vedere nel web una risorsa, molte delle quali con grande professionalità si affacciano al mondo dei siti e-commerce evitando costi di intermediazione legati a rappresentanti o grossisti, ma soprattutto prediligendo il rapporto diretto con il cliente.

I vantaggi legati alla vendita online sono innumerevoli in quanto si arriva a vendere il prodotto direttamente al cliente finale, bisogna però sottolineare che come per tutte le attività anche per i siti e-commerce è necessaria una maggiore professionalità sia nell’apertura che nella gestione, troppo spesso infatti il sito e-commerce non è ben gestito o particolarmente curato, tralasciando e sottovalutando la gestione della scorta dei prodotti e della gestione del magazzino.

 

La corretta gestione del magazzino è un aspetto che molte aziende tralasciano creando diversi problemi soprattutto al cliente, a volte la poca professionalità nella gestione è legata alla finta protezione dello schermo, in quanto si pensa che il cliente non essendo fisicamente presente sia meno pericoloso, ma non è assolutamente così dato che è ormai consuetudine di molti lasciare le opinioni, positive e negative, di un prodotto o servizio acquistato.

Per la gestione del magazzino di un sito e-commerce è possibile ricorrere alla tecnologia, che consentirebbe di costruire un progetto ad hoc in grado di coordinare sia il negozio fisico che la sfera virtuale e il magazzino. Qualora si tratti di un negozio fisico è possibile gestire contemporaneamente il database del sito con il magazzino del negozio fisico, il tutto però dipenderà da come si gestisce il carico scarico in negozio.

È fondamentale quindi imparare ad investire dove necessario, perché se si gestisce il magazzino di un prodotto che in poco tempo si riesce a rifornire, è possibile valutare ulteriori soluzioni di aggiornamenti periodici nel database virtuale.

Potrebbe essere indispensabile quindi contestualizzare per avere la capacità di offrire al cliente un prodotto o un servizio che dovrà essere in linea con le aspettative del cliente, spesso basta avvisare il cliente per il disguido o un eventuale ritardo di consegna.

 

 

Dropshipping per un e-commerce senza magazzino

A differenza del sito e-commerce che si appoggia ad un magazzino da dover gestire accuratamente e organizzare per garantire un servizio eccellente al cliente, il dropshipping consente invece di avere una gestione indiretta del magazzino. In questa seconda opzione i prodotti venduti al cliente non vengono stoccati in uno spazio fisico da dover gestire, ma nel magazzino di chi li produce o li commercia all’ingrosso a livello internazionale.

Con il dropshipping esisterebbe la figura di un intermediario che si occuperà di inviare il prodotto al cliente, ma come funziona la vendita per un e-commerce in dropshipping? L’acquirente acquista il prodotto dal sito e-commerce, che incassa il denaro e paga il fornitore, che successivamente si occuperà di inviare la merce al cliente finale.

Tramite questa modalità non sarà necessario investire tempo e denaro nella gestione del magazzino, inoltre non ci dovrà rifornire di prodotti che potrebbero rimanere invenduti, così come non ci si occuperà delle spedizioni, anche se un fattore da valutare accuratamente è la scelta dei fornitori che dovranno essere celeri e affidabili.

 

 

Dropshipping o magazzino? Qual è la migliore scelta

avviare-ecommerce-in-dropshipping

Avere un magazzino proprio o affidarsi a fornitori affidabili? È proprio questo il dubbio che attanaglia chi decide di avviare un’attività online ma non esiste una risposta univoca dato che la scelta dipende necessariamente dagli obiettivi che si vogliono raggiungere.

Sicuramente è fondamentale valutare aspetti positivi e negativi di entrambe le opzioni per vedere quale possa essere la scelta adatta alla nostra situazione. Il dropshipping presenta meno spese e responsabilità, ma di contro si dovrà affidare il proprio business nelle mani di aziende terze nella speranza che sia abbastanza affidabili e veloci nelle spedizioni.

Chi vorrebbe optare per un e-commerce con magazzino dovrà considerare i costi di gestione, le maggiori responsabilità, dall’organizzazione del magazzino, alla responsabilità della gestione totale del business, fattori che consentono di essere maggiormente indipendenti  ma che allo stesso tempo potrebbero rivelarsi fallimentari, nel caso in cui dovessero essere gestiti nella maniera sbagliata.

Come risparmiare fino al 90% sulle commissioni del bonifico estero

transferwise-widget-cambio

Cliccando sul banner vai direttamente su Transferwise, qui leggi la recensione.

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest