• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Come aprire un negozio di scarpe

 

avviare-negozio-di-scarpe

Se avete deciso di aprire un negozio di scarpe, allora dovete seguire tutta una serie di passaggi fondamentali per fare in modo che la vostra attività commerciale, rispetti tutti i requisiti richiesti dalla normativa vigente, per l'apertura di esercizi commerciali. La prima cosa da fare quando si decide di aprire un negozio di calzature, è decidere il suo nome, usandone qualcuno che sia davvero particolare e che resti impresso nella memoria delle persone che passeranno davanti alla vostra attività commerciale.

Una volta deciso il nome, allora potete partire “battezzando” la nuova realtà commerciale con quelle che sono le procedure classiche da seguire proprio per dare il via ad un negozio di scarpe. Prima di incominciare a leggere questa guida vogliamo focalizzare la tua attenzione sul link che vi permetterà di avere informazioni utili su come aprire tantissime altre attività.

 

 

I primi passi per aprire un negozio di scarpe

come-aprire-negozio-calzature

Innanzitutto, sarà fondamentale scegliere la sede in cui allestire la vostra nuova attività commerciale. Il consiglio è quello di puntare ad una sede, che abbia, non solo un grande spazio per l'esposizione, ma anche l'opportunità di poter usufruire di un magazzino abbastanza ampio, in cui potrete mettere tutti i modelli di scarpe uomo, donna e bambino che non avete direttamente in vendita.

Sarà importante anche il luogo in cui sceglierete di avviare il negozio di scarpe e quindi, potreste puntare, ad esempio su una sede che sia di passaggio per i pedoni, ma che soprattutto abbia anche a disposizione dei parcheggi per coloro che vi raggiungeranno e vorranno effettuare degli acquisti. Una volta fatta questa indagine di mercato tenendo presente anche quali potrebbero essere i vostri competitors in termini di vicinato, allora non vi resterà che procedere con l'affitto del locale e successivamente con l'arredo del negozio di scarpe che deve essere quanto più essenziale, proprio per dare la possibilità ai vostri prodotti di risaltare e di ottenere il ruolo da protagonista nel negozio. Molto spesso l'arredamento light viene accompagnato con il colore bianco delle pareti e da luci bianche led posizionate nei punti strategici per far esaltare gli ultimi modelli di calzature, uomo, donna, bambino.

 

L'iter burocratico per aprire un negozio di scarpe

avviare-negozio-scarpe-burocrazia

Per aprire un negozio di scarpe dovete seguire un particolare iter burocratico che deve essere eseguito minuziosamente per evitare di incorrere in sanzioni o in problemi di natura commerciale.

Innanzitutto, sarà fondamentale aprire una partita iva e registrarsi presso il Registro delle Imprese della locale Camera di Commercio. Successivamente, poi dovrete provvedere all'iscrizione presso l'Inps competente e anche l'INAIL, per l'assicurazione sul lavoro. Solo dopo, si dovrà procedere con la comunicazione di inizio attività (DIA) presso il Comune di competenza, almeno 30 giorni prima di dare il via al nuovo negozio di scarpe che avete intenzione di aprire. In questa fase, ovviamente si potrà prendere più tempo del previsto, perché comunque sarà necessario per avere tutto in regola, ottenere permessi da parte di tutti gli organismi preposti a livello amministrativo, per questo settore.  Nella fase finale quindi sarete effettivamente pronti.

 

L'importanza dell'immagine per un negozio di scarpe

aprire-negozio-calzature

Una volta stabilite tutte le procedure da un punto di vista burocratico, allora dovrete allestire il vostro negozio puntando su arredi originali e soprattutto, su uno stile semplice in grado di far risaltare ad esempio, quelli che potrebbero essere tutti i prodotti in vendita. Lo stile che sceglierete dirà molto al cliente di voi e, soprattutto, attirerà più o meno pubblico.

Sicuramente però, a fare la differenza sarà senza ombra di dubbio la scelta dei prodotti che venderete e di conseguenza ampliare l'offerta, magari non solo alle scarpe, alle ciabatte e alle pantofole ma anche alle borse sarà la scelta giusta. Molti sono coloro che richiedono ad un negozio di scarpe la possibilità di poter acquistare accessori abbigliamento come cinture, cappelli o sciarpe.

 

 

Il contatto con i fornitori e il marketing in un negozio di scarpe

aprire-ecommerce-scarpe-uomo-donna-bambino

Proprio per ottenere il meglio nell'apertura del negozio di scarpe, sarà importante quindi puntare su prodotti unici e quindi cercare dei fornitori di fiducia che vi garantiranno prodotti tutto l'anno, magari anche in vendita esclusiva per marchi.

Una volta pronti, puntate la vostra campagna marketing di lancio, ad esempio sulla possibilità che si ha di contare su determinati brand soltanto presso il negozio di scarpe aperto. Sicuramente, l'apertura di un sito internet abbinato (qui un esempio, calzaveste.it), la pubblicità di tipo cartaceo e quella classica legata alla cartellonistica nel territorio di competenza, potranno fare la differenza e farti conoscere al pubblico.

L'apertura di un ecommerce per supportare la vendita di calzature è un passo ormai necessario soprattutto se si vuole far conoscere il proprio marchio oltre i confini provinciali. E' dunque fondamentale rivolgersi ad agenzie SEO specializzate sia nella costruzione di portali web sia sull'indicizzazione nei migliori motori di ricerca, uno su tutti il famoso Google. Il costo di un ecommerce professionale per la vendita di scarpe parte da un minimo di 1000€ per un sito vetrina fino a qualche decina di migliaia di euro per portali molto elaborati con centinaia di schede prodotto e soprattutto con tanto lavoro seo on-page e off-page per tutte le pagine.

 

I costi per aprire un negozio di scarpe

come-aprire-negozio-scarpe

Per aprire un negozio di scarpe si può optare ad esempio al franchising, ma in alternativa anche una società con un finanziatore potrebbe essere un'idea per ammortizzare le spese.

Infatti, avviare un negozio di scarpe potrebbe costare anche fino a 30 mila euro, soprattutto per quanto concerne l'affitto di una sede abbastanza ampia, nonchè anche la necessità di comprare tutta la serie di prodotti in modo tale da avere un inventario valido per garantire al cliente la possibilità di scegliere tra vari marchi e modelli. Non è una cifra bassa e perciò l'investimento deve essere ponderato organizzando un business plan che non lasci spazio alle sorprese.

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest