• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Assegni familiari, come richiederli

 

benefit-famiglie

La nuova Manovra conferma la presenza degli assegni familiari per le famiglie italiane anche per il prossimo anno.

 

 

Assegni familiari, cosa sono e chi può richiederli

Gli assegni familiari rappresentano un sostegno al reddito che viene concesso a lavoratori dipendenti e pensionati a carico dell’INPS (o altre casse previdenziali, come l’Inpgi per i giornalisti) con un reddito complessivo inferiore alle fasce che vengono definite di anno in anno per legge. A determinare l’importo dell’assegno sono fattori diversi, a partire dal numero dei componenti del nucleo familiare, così come la tipologia di nucleo familiare e il reddito complessivo.

 

Chi eroga il sostegno?

Il sostegno economico viene erogato ogni mese dall’Istituto nazionale della previdenza sociale, l’Inps. Le fasce di riferimento hanno validità annuale e sono pubblicate il 1° luglio di ogni anno. La possibilità di accedere o meno al sostegno è determinata dal reddito complessivo del nucleo familiare che viene calcolato tenendo presente la somma dei redditi del richiedente e di tutti i componenti con reddito della famiglia. La somma ha come riferimento l’anno solare. Questo significa che gli assegni vengono erogati dal 1° luglio al 30 giugno dell’anno successivo e va poi rinnovata la domanda per accedere nuovamente al sostegno. Attenzione ad alcuni casi particolari.

Ad esempio, nel caso di nuclei familiari composti da coniugi che non hanno ancora contratto matrimonio nell’arco dell’anno solare da prendere in considerazione è previsto che dichiarino il singolo reddito mentre. Invece, in caso di decesso di un componente del nucleo familiare, il reddito da dichiarare è quello conseguito dal superstite e dai suoi familiari. Infine, in caso di coppie divorziate va esclusa dalla domanda l’indicazione dei redditi del coniuge dal quale si siano legalmente ed effettivamente separati.

 

In che forma sono erogati?

Il benefit sarà anticipato dal sostituto di imposta in busta paga, oppure sarà versato direttamente dall’Inps sul conto corrente del beneficiario tramite bonifico bancario.

 

 

Come presentare la domanda

assegni-famigliari

Per presentare la domanda all’Inps va compilato l’apposito modulo assegni familiari, di cui è possibile conoscere di più anche on line consultando il portale guidafisco.it. Esistono diverse modalità di erogazione. In caso di lavoratori dipendenti, infatti, sarà l’azienda a corrispondere mensilmente, nello stipendio, il sussidio. Questo anche se la domanda è stata inoltrata dopo la risoluzione del rapporto nel termine prescrizionale di 5 anni. Spetta, invece, direttamente all’Istituto nazionale di previdenza sociale rilasciare il sussidio in casi di: addetti ai servizi domestici e familiari, agricoli dipendenti, lavoratori parasubordinati. Bisogna far attenzione a utilizzare il modulo apposito per ognuna di queste diverse categorie di lavoratori. La domanda va presentata per via telematica, può essere fatto anche attraverso il ricorso a un Caf o a un Patronato. Le strade da seguire, per tanto, sono: on line (scegliendo dal portale Inps la voce relativa al servizio “Invio OnLine di Domande di prestazioni a Sostegno del reddito”), Patronati e Caf, Contact Center (il numero verde Inps risponde all’803.164).

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest