• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Come aprire un negozio di telefonia

 

Grazie al fatto che nella vita di tutti i giorni il cellulare (oggi chiamato smartphone) sia diventato indispensabile come fosse un bene primario, è possibile sfruttare questo particolare a proprio vantaggio. Più precisamente chi intende investire in un’attività libera, dovrebbe seriamente prendere in considerazione l’idea di avviare un negozio di telefonia.

 

come-aprire-negozio-wind-tre

Questa attività è molto versatile perché non solo consente di proporre ai clienti i nuovi modelli di telefoni cellulari, ma di gestire anche i servizi di telefonia e volendo, vendere anche gli accessori di contorno (auricolari, cover, pellicole di protezione e così via). Pertanto trattasi di un lavoro autonomo molto interessante che se svolto nel modo giusto può offrire ampio margine di guadagno.

Nel caso in cui tu sia convinto di aprire un negozio per smartphone e telefonini continua la lettura di questo articolo, altrimenti se non hai le idee chiare ti consiglio di spulciare la sezione dedicata a come avviare numerose altre attività lavorative, fare impresa, mettersi in proprio come professionista, aprire qualsiasi altra tipologia di negozio: vai qui!

 

 

Muovere i primi passi: la questione dell’investimento

aprire-negozio-telefonia

Il primo tema che va affrontato concerne l’investimento iniziale. Dobbiamo tener conto del fatto che un negozio di medie dimensioni non richiede una cifra esorbitante, ma nemmeno una irrisoria. Sommariamente, l'avviamento di un'attività del genere, potrebbe richiedere anche una somma di 30 mila euro, e questo se vogliamo fare le cose per bene.

Certo è che si può avere più o meno una variazione di qualche migliaia di euro a seconda dei prodotti scelti, della dimensione del locale, dei costi di manutenzione e così via. Prima di partire è bene sapere di poter contare su un gruzzolo di questa entità.

 

Con dati alla mano possiamo parlare, più nello specifico di spese da affrontare:

  • un locale commerciale non troppo grande, ma che abbia a disposizione almeno 60mq può comportare una spesa mensile di circa 1500€/2000€ tra affitto, luce e acqua, ecc;

  • l’arredamento ha la sua importanza, può non essere troppo costoso, ma nemmeno scadente. Scegliendo una via di mezzo il mobilio potrebbe portare a spendere circa 4000€;

  • l’insegna costa fino a 1000€;

  • hardware e software fondamentali atti alla gestione del negozio... nel complesso possono costare anche 5000€;

  • l’acquisto dei prodotti da vendere ha un costo elevato. Parliamo di spesa minima di 10.000€;

  • per gli oneri collegati alla burocrazia (dell’iter parleremo più avanti), si potrebbero spendere anche 2000€;

  • Eventualmente da non prendere sottogamba sono i costi pubblicitari e le potenziali assicurazioni che possono portarci anche a “buttar via” 6.500€.

 

Stiamo parlando di somme generiche che possono anche variare in un verso o in un altro. Ovviamente se la spesa è troppo alta da affrontare potremmo considerare l’idea alternativa di affiliazione ad una rete in franchising. L’investimento sarà molto più basso, con termini di guadagno comunque allettanti.

 

Avviare negozio di telefonia: iter burocratico

Una volta stabilito il budget, dobbiamo badare all’iter burocratico. Come per ogni altro negozio, sono richiesti permessi e  documentazione da presentare al comune.

 

Tra queste annoveriamo:

  • il possedimento dei requisiti morali;

  • Il settore o i settori merceologici;

  • L’ubicazione e la superficie di vendita disponibile;

  • Il rispetto dei regolamenti locali urbani e igienico sanitaria, i regolamenti edilizi, le norme urbanistiche;

  • La destinazione d’uso dell’immobile.

 

Insomma sono le classiche richieste per l’avvio di una qualunque attività. Il tutto senza dimenticare l’iscrizione alla Camera di Commercio e l’apertura della Partita Iva presso l'Agenzia delle Entrate competente.

 

 

Quanto costa gestire un negozio di telefonia

Quando prima abbiamo parlato di investimento abbiamo commisurato il budget alle dimensioni del negozio. E diciamo pure che questa regola vale anche per i costi di gestione del negozio. Se organizzato nel modo giusto e a dimensioni contenute, il negozio di telefonia può comportare spese minime. Di norma, almeno nella fase iniziale sarebbe meglio contare solo sul proprio lavoro evitando eventuali collaboratori. Almeno così inizialmente faremo quadrare i conti nella maniera più semplice possibile.

Detto quanto, in linea di massima, le spese da affrontare concernono le utenze (quindi luce, acqua, telefono) e il canone di locazione a meno che non abbiamo acquistato il locale o era già di nostra proprietà. In più si consiglia sempre di stipulare un’assicurazione per furto e incendio, e di farsi seguire da un consulente (meglio se dottore commercialista) che possa occuparsidella parte fiscale.

 

La scelta dei fornitori e il servizio offerto

come-aprire-negozio-tim-telefonia

Il business riesce bene se impariamo a spendere per poi rivendere. In tal verso dunque, di fondamentale importanza diventa la scelta dei fornitori. Questo vuol dire andare alla ricerca di un grossista che sappia proporre delle merci di alta qualità ma che siano economicamente vantaggiose. In questo modo il negozio che andremo ad aprire sarà molto più conveniente per i clienti rispetto ad altri.

In questo modo avremo dei device accessibili sul piano economico, ma ugualmente prestanti. Il consiglio tuttavia è quello di trattare sia telefoni economici per chi intende spendere di meno, sia telefoni più “in” per coloro che amano stare al passo coi tempi. Il tutto accompagnato da accessori come caricatori, pellicole auricolari e così via. Anche questo potrebbe essere un dato distintivo da altre attività. La clientela può essere molto ampia e pertanto dobbiamo poter soddisfare le esigenze di tutti.

Un valido aiuto per sondare il gradimento degli utenti ed i modelli più performanti sotto l'aspetto del rapporto qualità prezzo potrebbe essere una buona idea spulciare i forum ed i blog più famosi sul tema migliori smartphone (ad esempio come phonetoday.it).

Ulteriore fattore in grado di porre in auge il nostro negozio sarà anche il servizio offerto. Questo significa che se abbiamo conoscenze nel settore della telefonia risulteremo molto più affidabili agli occhi dei clienti. Valore aggiunto potrebbe inoltre essere quello di effettuare riparazioni, manutenzione ed assistenza post-vendita.

 

La scelta del locale: farla in modo astuto

E veniamo alla scelta del locale dove stabilire la sede del nostro negozio. Secondo le moderne strategie di marketing, dovremo scegliere una location in cui far convergere un buon afflusso di clienti. Potremo valutare anche se nelle vicinanze c’è facilità di parcheggiare l’auto e soprattutto se nel raggio di un chilometro già è posto qualche altro negozio similare. Appare dunque evidente che l’ubicazione del negozio è requisito fondamentale per vedere ampliare la propria clientela.

Dopodiché dovremo scegliere sulla base della convenienza economica. Quindi un locale deve essere di dimensioni contenute e dal canone di affitto moderato, così da tagliare i costi su più fronti.

 

 

La richiesta di un mandato di vendita da un'azienda

Per ampliare la portata della nostra attività potremo metterci in contatto con un’azienda affinché quest’ultima decida di collaborare con noi. Avvalendoci del mandato di uno tra i marchi famosi nel campo della telefonia (Tim, Vodafone, Wind, Iliad, Fastweb) saremo più facilitati nella gestione dell’attività.

Il mandato altri non è che una licenza da richiedere alla Compagnia Telefonica in questione, grazie alla quale sponsorizzare quel dato marchio a discapito di altri.

Su questo versante è bene sottolineare che di solito le compagnie tendono a cedere il mandato ad attività già avviate e operanti da tempo nel settore. Per cui ottenere una licenza in un negozio ex novo potrebbe essere un’ardua impresa.

Grazia al mandato comunque si riesce ad ottenere un compenso in cambio di un servizio proposto per conto della compagnia cedente. Come si richiede un mandato? Basta avere una società e chiedere al commercialista di occuparsi della compilazione della domanda per via telematica.

Il negozio richiedente deve ritrovarsi nella possibilità di sottoscrivere una fideiussione bancaria che abbia un valore minimo di 25 mila euro. Comunque sia non è detto che la domanda venga accolta.

 

Negozio di telefonia: e se ci affidassimo ad un franchising?

come-avviare-negozio-telefonia

Quanto detto sinora lascia intendere che la procedura di avvio di un negozio di telefonia richiede conoscenze e impegno, nonché il superamento di molti ostacoli.

Ragion per cui spesso, coloro che vogliono intraprendere questa attività, decidono di aprire un negozio di telefonia in franchising. Si tratta, come avevamo anticipato poc’anzi, di una valida alternativa per ottenere l’aiuto necessario a sopperire alla poca esperienza.

La casa madre si impegna infatti a dare il suo contributo ai propri affiliati offrendo loro un servizio ad ampio spettro. Progetta infatti gli spazi espositivi, si occupa dell’arredo. Senza dimenticare la formazione professionale, la promozione del marchio, e l’assistenza costante durante tutta la collaborazione.

Per ottenere tutta questa serie di vantaggi si consiglia di optare per un franchising serio, che sappia fornire il supporto necessario, ben commisurato al canone che viene versato. Anche nel caso dell’affiliazione comunque si chiede il rispetto di alcuni requisiti. Tra questi occorre un investimento minimo che può arrivare anche oltre le 30.000€. C’è poi l’obbligo di scelta di un locale che non sia troppo ostico e che si trovi in una posizione tale da poter abbracciare un bacino di utenza ben mirato e niente affatto ristretto.

 

Quali sono le entrate economiche aprendo un’attività di telefonia

Quali sono i costi per aprire un negozio di telefonia li abbiamo indicati. Ma il guadagno? Conviene davvero avviare una simile attività?

Sicuramente quando si parla di margine di guadagno ai giorni d’oggi con la crisi attuale non possiamo avere guadagni a cinque o sei cifre. Tuttavia essendo il settore tecnologico quello che desta più interesse al momento abbiamo comunque a che fare con un’attività redditizia. Se gestita nel migliore dei modi, consentirà un guadagno soddisfacente e anche sopra le nostre aspettative.

Comunque sia i margini di guadagno cambiano a seconda dei prodotti scelti e del servizio offerto. Maggiori saranno i prodotti venduti, e i servizi di contorno (rivendita usato, accessori e così via), più i clienti si affideranno a noi per ogni spesa che dovranno affrontare.

Come risparmiare fino al 90% sulle commissioni del bonifico estero

transferwise-widget-cambio

Cliccando sul banner vai direttamente su Transferwise, qui leggi la recensione.

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest