• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Come avviare un negozio di sigarette elettroniche

 

come-aprire-negozio-sigarette-elettroniche

Qualche anno fa c'è stato in Italia, un vero e proprio boom dei negozi di sigarette elettroniche e sono stati tantissimi, nel giro di pochissimo tempo, gli shop che sono sorti con lo scopo di vendere la novità dell'anno.

Il business delle sigarette elettroniche sembrava una moda passeggera, però in realtà, a distanza di qualche anno dalla sua nascita, questo oggetto è diventato un cult e sta continuando ad essere venduto con un discreto successo tra tutti i fumatori ed ex fumatori che vogliono cambiare le loro abitudini legate al mondo del tabacco. Cercare di entrare nell'affare delle sigarette elettroniche potrebbe essere una scelta vantaggiosa, per chi ha deciso di aprire una propria attività di tipo commerciale o imprenditoriale. Prima di cominciare vi segnaliamo la pagina con tutti i consigli per avviare numerosi altri mestieri: come aprire un'attività.

 

 

Come muovere i primi passi per aprire un negozio di sigarette elettroniche

aprire-shop-sigaretta-elettronica

Il primo passo che bisogna necessariamente compiere se si vuole aprire un negozio di sigarette elettroniche è quello di scegliere il locale in cui avviare la propria attività. È importante che si tratti di un locale molto ampio che quindi sia in grado di rispondere alle esigenze, sia di chi vende che di chi acquista. È importante, controllare che il locale abbia tutte le autorizzazioni necessarie per aprire un negozio e quindi abbia la destinazione d'uso, come locale commerciale e poi, che l'impianto elettrico e antincendio siano correttamente a norma. Quando si sceglie il locale in cui dare il via ad un negozio, ricordate sempre di guardare ad uno spazio che sia ubicato in una zona comunque di passaggio, e dove ci sia a disposizione la possibilità di parcheggiare. Soltanto mettendo in condizioni le persone di arrivare nella struttura, o di vedere facilmente il negozio, allora sarete in grado di decollare velocemente con gli affari. Una volta trovato il posto ideale, bisogna subito accaparrarselo e poi, procedere con gli adempimenti di tipo burocratico necessari per l'apertura dell'attività. Innanzitutto, scegliete un nome facile da ricordare e che non sia stato troppo usato dai vostri competitors.

 

L'organizzazione di tutte le fasi per l'apertura della nuova attività

avviare-shop-sigaretta-elettronica

Quanto costa aprire un negozio di sigarette elettroniche? L'investimento iniziale mediamente parte da un minimo di 15.000€. Dovete tener presenti diversi aspetti: dalla spesa per l'affitto o all'acquisto del locale, nonché il suo arredamento, poi dovete pensare alla spesa per tutte le pratiche burocratiche da mettere in campo con le relative tasse e successivamente, ci si potrà concentrare sull'acquisto delle merci da vendere con un inventario minimo di base, che comunque dovete avere a disposizione. Ecco perché diventa fondamentale stilare un business plan, che vi faccia organizzare le spese da effettuare, anche per capire se siete in grado di coprirle da soli o altrimenti, se effettivamente avete bisogno di un aiuto da un punto di vista economico e quindi, di un socio finanziatore o di un finanziamento di tipo regionale, provinciale o anche privato. La strada iniziale non sarà facile, però sicuramente “resistere” vale la pena se questo è il settore che vi appassiona.

 

L'iter burocratico per aprire un negozio di sigarette elettroniche

Innanzitutto, per avviare un negozio di sigarette elettroniche è necessario aprire una partita iva e poi bisogna effettuare l'iscrizione, che è obbligatoria per legge, al Registro delle Imprese. Sarà inoltre fondamentale mettersi in regola con tutte le iscrizioni per la gestione dei contributi Inps e Inail, nonché presentare presso il Comune di appartenenza, o meglio quello in cui è ubicato il negozio, la Scia,  cioè la comunicazione di inizio attività che deve essere fatta almeno un mese prima di aprire i battenti del proprio negozio. È molto importante tenere sotto controllo tutti gli iter amministrativi, seguendo passo dopo passo, le certificazioni fatte e quelle ancora da fare.

 

 

Requisiti professionali e personali per l'apertura di un negozio di sigarette elettroniche

vendere-sigarette-elettroniche

Al di là di quelle che sono le normative da seguire, è importante sapere che, se volete sfondare in questo settore dovete essere molto informati, su tutte le novità che riguardano il mondo delle sigarette elettroniche, ma anche quello dei settori affini, come i sigari, le pipe o in generale il mondo del vaping. Il consiglio è di seguire dei corsi professionali che vi tengano sempre informati su quelle che sono le novità in questo ambito e, soprattutto, dei corsi di aggiornamento che vi metteranno in condizioni di dare ai vostri clienti, maggiori informazioni su questo complesso settore, costantemente in evoluzione.

 

La possibilità di dare il via ad un franchising

Qualora la spesa iniziale per aprire il vostro negozio di sigarette elettroniche vi risulterà troppo alta, si potrebbe sempre optare per l'apertura, con il sostegno di un franchising. Ovviamente, questo avrà dei vantaggi da un punto di vista economico, e degli svantaggi invece sotto altri aspetti, perché c'è un'esclusiva territoriale e di conseguenza, se nel territorio che avete scelto c'è già un negozio in affitto con un certo marchio importante, non ne potrete aprire un altro.

 

I costi per aprire un negozio di sigarette elettroniche

costi-sigarette-elettroniche

Senza fare dei grandi calcoli e soprattutto senza fare delle spese esagerate per gli arredamenti per il locale, oppure per l'acquisto delle merci, di solito l'investimento iniziale per aprire un negozio di sigarette elettroniche è di circa 15 mila euro, ed è una cifra accessibile che può essere investita con lo scopo di cercare di “accaparrarsi” la propria fetta di mercato in questo business, in costante crescita ed evoluzione.

Uno dei fattori da tenere sotto controllo, riguarda le nuove limitazioni dello Stato su questo importante business: infatti il governo sta iniziando a dare dei freni in questo settore, ma in linea generale, si tratta di un tipo di investimento che ha dei rischi contenuti, soprattutto se vi affidate a quello che è un brand, oppure produttore già di fiducia e molto conosciuto dal pubblico.

 

I costi per aprire il sito web dello shop

ecommerce-sigarette-elettroniche

Una volta avviato il negozio fisico è arrivato il tempo di aprire lo shop virtuale ufficiale grazie al quale espandere il proprio mercato. In questi ultimi anni, infatti, la percentuale di gente che acquista online è salita vertiginosamente tanto che il 50% delle persone ormai compra abitualmente sul web.

Se non si hanno specifiche competenze in ambito SEO e sulla costruzione di ecommerce è fondamentale rivolgersi ad una web agency. Quest'ultima realizzerà prima il sito, in seguito con attività SEO on-page e off-page indicizzerà il portale su Google focalizzandosi sulle key più importanti riguardanti proprio il mondo delle sigarette elettroniche (ecco un esempio di ecommerce sigarette elettroniche SmokiesFirenze). I costi per un ecommerce vanno da un migliaio di euro per un sito base con pochi prodotti e poche funzionalità, magari realizzato con CMS come Joomla o Wordpress fino a qualche decina di migliaia di euro per ecommerce mastodontici realizzati ad hoc in HTML puro, con migliaia di schede prodotto e con tanto lavoro SEO per l'indicizzazione.

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest