• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Come aprire un negozio di informatica

 

Chi ama i computer e tutto ciò che concerne il mondo dell’informatica, spesso va alla ricerca di un lavoro che possa sfociare in questa passione. Se tuttavia a volte il lavoro alle dipendenze non soddisfa come vogliamo, aprire un negozio di informatica invece potrebbe apparire una valida alternativa.

Soprattutto negli ultimi anni, periodo durante il quale la tecnologia ha preso il sopravvento, questa tipologia di attività ha riscontrato ampi consensi. In fondo l’informatica è un settore che, volente o nolente, deve stare al passo coi tempi, ragion per cui, i negozi non tendono a tramontare mai, bensì ad innovarsi in base al progresso.

 

Affinché un negozio di questo tipo possa decollare come si deve ci vogliono delle grandi conoscenze, una bella dose di pazienza nonché tanta determinazione. Senza contare la versatilità di occuparsi di più cose concernenti il settore informatico e il mondo del web.

Decidere di avventurarsi nel mondo del lavoro con un negozio di informatica potrebbe essere quindi impegnativo. Ma con la costanza e le giuste mosse, non mancheranno le soddisfazioni, in particolare sul piano dei guadagni. Ovvio è che si tratta di un settore altamente competitivo proprio perché appetibile: per tale ragione dunque bisogna sapersi muovere, al fine di sbaragliare la concorrenza, puntando su una tattica vincente.

 

 

Il locale giusto per un negozio di informatica e la scelta dei fornitori

come-aprire-negozio-di-informatica

Per andare dritto al cuore dei clienti dobbiamo trovarci in un punto della città che sia strategico. Pertanto il locale va scelto in una zona dove non manca visibilità, e perché no magari anche nei pressi di aziende o di altri negozi che potrebbero aver bisogno del nostro lavoro.

Detto quanto, per ciò che concerne la scelta de locale, basta anche una stanza di 50 mq, purché venga arredata con criterio e in maniera tale che si possa ritagliare un po' di spazio per “il laboratorio delle riparazioni” e l'assistenza al cliente.

Dopo aver scelto l’arredamento giusto e l’organizzazione perfetta all’interno, dobbiamo passare alla scelta dei fornitori della merce. Quest’ultima deve essere acquistata al minor prezzo, ma deve anche essere di qualità. In tal modo ci manterremo con i clienti ad un prezzo concorrenziale ma daremo loro comunque prodotti duraturi nel tempo, insomma si qualità.

Ricordiamo inoltre che se dovessimo decidere di assumere qualcuno che ci dia all’interno del negozio una mano, deve essere una persona competente, un tecnico. Il personale cioè deve avere le conoscenze informatiche giuste per approcciarsi con i clienti o per aiutarci dal punto di vista tecnico. Anche questo è sintomo di concorrenza.

 

La strada per il Successo: come attirare la clientela

Riuscire ad avviare un negozio di informatica vuol dire avere sugli scaffali dei prodotti che siano di tendenza. Prodotti che sono “evergreen” e il cui prezzo “corrompa” il cliente. Magari sarebbe un’idea quella di proporre periodicamente degli sconti o delle promozioni.

Le persone oggi cercano di rimanere, per quanto possibile, sempre al passo coi tempi. Ragion per cui mettere in vendita prodotti di ultimo grido, o accessori che piacciono e che sono diventati cool significa non solo convincere il cliente a comprare, ma significa anche che quest’ultimo potrà farci campagna a favore tra amici e parenti.

Ricordiamoci che la chiave di tutto è data dai prezzi concorrenziali. Spesso infatti a gambizzare i negozi più piccolini sono le grandi catene di distribuzione che vendono sempre a costi modici. Se invece impariamo anche noi a vendere un prodotto a prezzo basso, o magari se proponiamo accanto all’oggetto, una manutenzione gratuita o un servizio aggiuntivo sicuramente il cliente si sentirà coccolato. In parole povere quello che dobbiamo fare è fidelizzare le persone che entrano nel nostro negozio, facendole sentire sicure di potersi affidare ai nostri servizi.

 

 

I corsi di formazione

come-avviare-negozio-di-informatica

Abbiamo detto nell’introduzione che il settore informatico è in continuo sviluppo. Il che vuol dire dover rimanere in costante aggiornamento. Sarebbe dunque un ottimo plus quello di seguire i periodici corsi di formazione sull’utilizzo del computer, sulle modalità di riparazione. Ma anche su software, programmi o altre apparecchiature di ultimo grido.

I corsi aiutano dunque a proporre ai clienti servizi all’avanguardia, celeri, efficaci e anche a costi contenuti. La cosa non potrà che fare bene ai nostri affari.

 

Iter burocratico e rispettivi requisiti

Affinché un negozio di informatica funzioni a norma di legge, bisogna seguire il classico iter burocratico:

·        Apertura Partita Iva presso l'Agenzia delle Entrate competente;

·        Iscrizione al Registro delle Imprese;

·        Comunicazione di Inizio Attività;

·        Apertura posizioni INPS ed INAIL.

 

Oltre a ciò bisogna poi:

·        Richiedere tutti i permessi per esporre l’insegna;

·        Provvedere ai pagamentidei diritti SIAE (utiliper la diffusione della musica / video nel negozio);

·        Stipulare le dovute polizze assicurative contro incendio e furto;

·        Munirsi di un servizio di videosorveglianza a circuito chiuso;

·        Tenere a norma i locali e gli impianti.

 

 

Il guadagno e i costi per l’apertura del negozio

Per quanto concerne i costi, di solito l’apertura di un negozio di informatica, nella migliore delle ipotesi, richiede un investimento iniziale di 30.000/40.000 euro.

Con questa somma, che pur essendo consistente è minima, si possono affrontare i costi iniziali per in locale di 50 mq compreso di arredamento e mobili, pubblicità e primi prodotti acquistati dai fornitori.

Ci si dovrà dotare di un gestionale per l'attività e si dovrà mettere online un portale ufficiale, dove magari intercettare clienti sparsi per tutto il mondo e inviare prodotti con spedizioni internazionali. Da non trascurare anche il dotarsi di un programma di fatturazione elettronica per la gestione delle fatture digitali. Il mercato offre tante possibilità in questo senso sia a pagamento, ma anche fortunatamente gratuite come ad esempio sdipec.it.

Resta comunque il fatto che più il locale sarà grande, più sceglieremo un allestimento particolare e maggiore sarà la somma investita di primo acchito.

Circa invece i ricavi, il margine di guadagno non è affatto basso. Se si riesce a trovare la giusta strada, incanalandosi nel settore di riferimento, l’idea imprenditoriale sarà vincente. C’è infatti da dire che un negozio di informatica redditizio si occupa di varie funzionalità, dalla vendita, alle riparazioni e all’assistenza, anche a domicilio. Su questa lunghezza d’onda le soddisfazioni economiche non mancano.

 

Possibilità di franchising

aprire-negozio-di-informatica

Per chi ha paura di affrontare il percorso imprenditoriale in totale autonomia, o per chi volesse beneficiare di un marchio noto, c’è sempre la possibilità di interfacciarsi ad un franchising.

In tal senso, avere un negozio di elettronica ed informatica in franchising vuol dire avvalersi di oggetti di eccellente qualità a prezzi di fornitura, su dilazioni di pagamento o su merce in conto vendita.

Stracciati saranno inoltre i prezzi per allestire del locale. Alcun aziende formano poi la persona interessata gratuitamente e offrono incluso nel prezzo sia l’assistenza ed affiancamento costanti. Infine l’utilizzo di un marchio noto consente di scalare più facilmente la vetta del mercato di riferimento.

Come risparmiare fino al 90% sulle commissioni del bonifico estero

transferwise-widget-cambio

Cliccando sul banner vai direttamente su Transferwise, qui leggi la recensione.

 

azimo-recensione-guida

Cliccando sul banner vai direttamente su Azimo, qui leggi la recensione.

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest