• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Come avviare studio di architettura

 

aprire-studio-architettura

Avviare un'azienda da zero non è facile. Ci sono molti vantaggi nel gestire un'attività in termini di controllo, flessibilità e libertà, ma sarà probabilmente la più grande sfida della tua vita.

Il segreto per farsi notare, all'avvio di qualsiasi attività è tessere le basi da cui partire prima di fare il grande salto. Costruisci una base di relazioni, connessioni e risorse che ti supporteranno, fornisci le basi su cui costruire la tua nuova azienda e fatti notare.

Se intendi avviare uno studio di architettura da zero dovrai iniziare a creare un piano, il famoso business plan. Il tuo piano aziendale sarà il passo preliminare fondamentale per mettere le basi della tua futura attività, senza questo non puoi procedere né alla definizione dei tuoi obiettivi né alla progettazione della tua attività.

Estrai un grande foglio di carta e inizia a delineare un piano strategico per la gestione e la crescita della tua azienda. In questo piano, dovresti considerare tutti gli aspetti della tua attività da come le persone saranno gestite, i progetti saranno strutturati e una mappa delle tue finanze. Dovresti anche includere strategie di marketing, i tuoi potenziali clienti e le strategie di espansione della tua azienda.

Se il tuo intento è quello di abbandonare la tua posizione di lavoro attuale e iniziare la tua attività in modo indipendente, puoi condividere i tuoi piani con il tuo datore di lavoro, questo rafforzerà il rapporto e ti permetterà di prendere tempo per il tuo periodo di transizione lavorativa.

Prima di aprire uno studio di architettura è necessario crearti una reputazione o almeno farti trovare in rete: avviare un blog potrebbe essere una buona idea per raggiungere un mercato di nicchia (a proposito, hai già pensato a quale target rivolgerti?) o semplicemente per comunicare il tuo progetto.

Dai al tuo blog un nome che rifletta l'argomento su cui vuoi scrivere. Sii coerente, informativo, interessante e divertente e attirerai rapidamente un seguito di potenziali clienti.

Sii onesto con il tuo livello di esperienza e scrivi su come stai lavorando per avviare la tua azienda. Condividi il tuo viaggio e dimostra un'esperienza nella tua nicchia specifica.

Il potere di un blog è semplicemente fantastico per raggiungere le persone con le quali si desidera  stabilire una connessione.

Puoi scegliere anche di creare un sito web o di utilizzare i social per farti conoscere, ricorda soprattutto di sviluppare competenze ed esperienze necessarie per gestire in autonomia la tua nuova attività.

Come iniziare? Vediamo quali sono le fasi pratiche per avviare uno studio di architettura. Nel caso in cui vuoi schiarirti le idee e valutare altre ipotesi imprenditoriali ti suggeriamo di leggere questa sezione.

 

 

Come avviare studio di architettura: iter burocratico

come-aprire-studio-architettura

Quando sei pronto per avviare la tua società di architettura, potresti decidere di iniziare come unico proprietario, il che significa che assumerai personalmente tutti i rischi, i guadagni e i debiti della tua azienda. Questo è probabilmente il modo più comune con cui molte persone inizieranno la loro pratica, il che è utile per verificare se sarà possibile mantenere, profitto e far crescere la tua azienda.

Una volta acquisiti più clienti e man mano che cresceranno i tuoi guadagni / rischi, puoi trasformare la tua attività in una società di servizi professionali.

La società è essenzialmente un'altra entità che otterrà tutte le entrate, le spese e i rischi del tuo studio. In qualità di proprietario, ora puoi separare le tue risorse personali dalle risorse della tua azienda.

Per saperne di più su queste diverse entità e registrare il tuo business, esistono delle società online che ti assistono nella richiesta di tutte le registrazioni aziendali necessarie. Piuttosto che rivolgersi alle autorità locali e sperare di essere registrato per tutti i titoli necessari, questo tipo di servizi online sono pensati per può aiutarti a capire tutte le sezioni che dovrai compilare e inviarle per tuo conto.

Ovviamente diamo per scontato che in seguito al superamento dell'esame di Stato si proceda all'iscrizione all'Albo Professionale degli Architetti della regione in cui si ha domicilio o residenza, condizione fondamentale e imprescindibile per esercitare la professione in uno studio.

Una volta stabilito il tipo di attività, ricordati di registrarti presso le autorità fiscali: come libero professionista sei obbligato ad aprire la partita IVA presso l'Agenzia delle Entrate competente, a tenere la contabilità della tua azienda e procedere ogni anno alla dichiarazione dei redditi.

Per aprire la partita IVA puoi rivolgerti ad un commercialista e trasmettergli la tua dichiarazione, puoi in alternativa rivolgerti ad un Caf dove dovrai compilare il modello  AA9/12.

Il secondo passaggio prevede la dichiarazione di inizio attività entro 30 giorni dall'avvio della stessa presso gli uffici comunali competenti del tuo luogo di residenza

In quanto libero professionista dovrai anche versare i contributi previdenziali iscrivendoti alla Cassa di Previdenza: l'iscrizione all'Inarcassa o Cassa Nazionale di Previdenza e Assistenza per gli Ingegneri e gli Architetti è obbligatoria.

Il contributo da versare verrà calcolato sulla base del reddito dichiarato ed ammonta in linea di massima ad un 7,25% per i primi 5 anni di attività e sale al 14,5% dopo i 5 anni.

Dal 2014 è divenuta obbligatoria anche l'assicurazione professionale e l'attivazione della PEC (Posta Elettronica Certificata), che dovrà essere comunicata all'ordine.

Per assicurarti un tasso migliore, quando stipuli un contratto assicurativo per il tuo studio, assicurati di spiegare i servizi base e aggiuntivi contemplati in modo da chiarire la percentuale di rischio che include la gestione della tua azienda.

 

Come avviare studio di architettura: aspetto economico

come-avviare-studio-architettura

Quando sei pronto per avviare la tua azienda, avrai bisogno di liquidità per coprire le spese personali e acquistare attrezzature per la tua attività, o dovrai ricorrere in alternativa ad un finanziamento. Se hai pianificato in anticipo e hai previsto le tue finanze, molto probabilmente avrai poca o nessuna difficoltà ad ottenere un finanziamento, tuttavia, se preferisci evitare di rivolgerti alla banca per iniziare, puoi sempre provare a chiedere ai tuoi familiari o amici come alternativa. Assicurati di parlare con il tuo avvocato e trovare un contratto equo in modo da poter proteggere l'investimento del tuo amico nella tua azienda. Separa gli affari dalla tua famiglia e dai tuoi amici.

Oltre ad essere il proprietario e il presidente della società, dovrai anche assumere tutti gli altri ruoli del business finché non sarai in grado di assumere un commercialista, un professionista del marketing, risorse umane e altri architetti. A meno che tu non abbia ottenuto un buon finanziamento per avviare la tua azienda, molto probabilmente il tuo studio di architettura sarà composto inizialmente da poche persone o potresti anche decidere di avviarlo da solo. Per avviare uno studio almeno inizialmente dovrai investire una cifra che va da 10.000€ fino a 50.000€ in base alle dimensioni del progetto. La cifra comprende l'acquisto dei macchinari e attrezzature per svolgere il alvoro in maniera adeguata, computer e software originali, il fitto di del locale per un periodo di 1 o 2 anni, il costo delle pratiche burocratiche e del commercialista. I primi anni, soprattutto se non si acquisisce subito una clientela fissa, saranno duri, ma con il passare del tempo, se si lavora con passione e con scrupolosità, in breve tempo si vedranno le prime soddisfazioni.

 

 

Come avviare studio di architettura: formazione e aggiornamenti tecnici

avviare-studio-architettura

Per mantenere nel tempo uno studio di architettura dovrai maturare competenze, ma soprattutto continuare a formarti, in modo di offrire alla tua clientela una professionalità a tutto tondo per far decollare i tuoi affari.

Per essere adeguatamente preparato, dunque è necessario una formazione adeguata ed uno studio continuo, se pensi di non avere il tempo per farlo puoi sempre seguire un corso online: oggi tante sono le aziende che offrono la formazione via web (ad esempio come su puntonetformazione.com), approfitta di queste occasioni per integrare le tue conoscenze, ti permetterà di fare la differenza e aumentare la tua clientela.

Come risparmiare fino al 90% sulle commissioni del bonifico estero

transferwise-widget-cambio

Cliccando sul banner vai direttamente su Transferwise, qui leggi la recensione.

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest