• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Aprire una società di autonoleggio e guadagnare

 

Definizione: Cos'è una società di autonoleggio

aprire-agenzia-noleggio-auto

Una società di autonoleggio si occupa di affittare (o subaffittare) furgoni o auto per un breve o lungo periodo a degli utenti, che possono essere privati o anche aziende. Il noleggio può essere a breve, medio e lungo termine, con tariffe e franchigie differenti a seconda del contratto scelto. Il noleggio auto è un contratto di locazione che prevede la concessione in noleggio di un’auto o di un veicolo commerciale in cambio di un canone fisso al mese.

La durata del noleggio a breve termine va da un minimo di un solo giorno ad un massimo di sei mesi, quello a medio termine dura in media 12 mesi, quello a lungo termine va da un minimo di 12 ad un massimo di 60 mesi. Ogni contratto prevede delle franchigie, che possono essere scelte dall’utente nella fase di stipulazione. Le franchigie sono quella parte del rimborso di un danno che resta a carico dell’assicurato. Nel contratto l’utente deve scegliere anche il chilometraggio, a seconda dell’uso che fa dell’auto, facendosi anche consigliare dagli esperti delle società di noleggio; nel caso in cui superasse il massimo dei km annui previsti dal contratto può contattare l’agenzia, prima della scadenza dei km e farsene aggiungere altri.

 

 

Vantaggi dell'autonoleggio e crescita della domanda

vantaggi-noleggio-auto

Parlando da un punto di vista più generale, guardando l’andamento di mercato l’attività dell’autonoleggio è un’attività molto redditizia ed in continua espansione, in quanto il numero di professionisti e privati che richiedono questa tipologia di servigi presenta una continua crescita. Le ragioni che portano gli utenti a questa scelta sono molteplici, che sia un viaggio fuoriporta di carattere puramente turistico oppure un viaggio di lavoro, o più semplicemente possedere un’auto senza doversi preoccupare di scadenze incombenti e di tutte le spese che comporta l’acquisto di un’auto nuova: bollo, tassa di iscrizione, tassa di proprietà, assicurazione e via dicendo. Tutte queste motivazioni spingono sempre più persone a scegliere di noleggiare un’auto: i vantaggi sono numerosi, anche se risultano sempre più appetibili, rispetto ai privati, quelli per le aziende e per i possessori di partita IVA. Questi ultimi infatti possono godere di ottimi vantaggi fiscali dati dalla deducibilità e detraibilità dei costi dell’auto noleggiata. Nello specifico, le deduzioni non sono tutte uguali ma dipendono da diversi fattori: dal tipo di auto, dall’uso a cui è destinata, alla tipologia di attività svolta. Le percentuali deducibili dalle tasse saranno:

  • del 100% per le auto dedite ad un uso puramente lavorativo;
  • del 20% per le auto aziendali non strumentali e non assegnate ai dipendenti;
  • del 70% per le auto date in uso promiscuo ai dipendenti;
  • dell’80% per i rappresentanti e gli agenti di commercio.

 

Nel caso in cui si volesse acquistare un’auto, un professionista deve considerare i limiti di spesa oltre i quali non si possono più dedurre le tasse. Questi limiti variano a seconda delle tipologie di auto:

  • Il limite per le autovetture e gli autocaravan usati da artisti e professionisti è di 18.075 euro;
  • Il limite per la stessa tipologia di veicoli usato da agenti e rappresentanti di commercio aumenta a 25.882 euro;
  • Il limite per i motocicli è di 4.131 euro;
  • Il limite per i ciclomotori è di 2.065 euro.

 

Noleggio auto a breve e a lungo termine

Il noleggio auto varia a seconda del contratto che si intende fare, le tipologie più gettonate sono quella del breve e quella del lungo termine. Queste tipologie sono diverse non solo a seconda della durata temporale del contratto, ma cambiano anche in base alla tipologia dell’auto. Nel contratto che prevede il noleggio a lungo termine la scelta dell’auto è molto più ampia: si può scegliere l’auto che più si desidera con tutti gli equipaggiamenti possibili e immaginabili, proprio come se si stesse in una concessionaria a scegliendo la nuova auto da comprare. L’auto in questione sarà per l’appunto completamente nuova, appena uscita dalla casa produttrice.

Al contrario invece, nel contratto che prevede il noleggio a breve termine la scelta è più limitata: l’auto dovrà essere scelta all’interno di un parco auto già esistente e non sarà quasi mai nuova, di solito sono auto già noleggiate e poi fatte rientrare nel parco. Ovviamente sono auto sottoposte a tutti gli interventi di revisione necessari affinché risulti (quasi) come nuova.

Sotto un punto di vista strettamente economico e burocratico sono differenti anche le modalità di accesso al proprio denaro da parte della società che noleggia. Nel caso del noleggio a lungo termine l’addebito avviene mensilmente e le prerogative necessarie all’erogazione devono essere valutate in fase antecedente alla firma del contratto, per cui devono risultare in regola pagamenti di prestiti precedenti, regolare posizione lavorativa dipendente o in qualità di libero professionista, etc; nel caso del noleggio a breve termine le garanzie possono generalmente essere due: o il versamento di una quota anticipa del valore orientativo (per un’auto di medio valore) di 500 euro che sarà restituita al momento della consegna dell’auto previa valutazione di integrità, oppure la registrazione degli estremi di una carta di credito.

 

 

Aprire una società di noleggio auto

noleggio-auto-a-lungo-termine

Per aprire una società di autonoleggio c’è bisogno di un buona partenza economica ed anche di una grande pazienza. Come in ogni attività imprenditoriale infatti, non mancano i problemi; molti di questi si concentrano nelle lungaggini nella scelta di un noleggio. È proprio sui contratti a lungo termine che si perde più tempo: dato che si può scegliere la macchina dei propri sogni, tutti gli utenti tendono a chiedere più di un preventivo e tra il momento in cui viene richiesto un preventivo e il momento in cui realmente si firma il contratto di locazione potrebbero passare anche mesi. Ma come si suol dire, la pazienza è la virtù dei forti ed è (o almeno deve essere) un carattere distintivo di ogni imprenditore. Specie nel campo dell’autonoleggio, questa pazienza, questa virtù viene ripagata anche da un punto di vista economico poiché sono aziende molto redditizie sul lungo periodo.

Il modello di business è piuttosto semplice e per approfondire basta dare un occhio a wikipedia. Parte dei guadagni di un’azienda di noleggio auto è da rinvenirsi nel momento della vendita delle auto, al termine del periodo di noleggio. Queste società, acquistando grandi quantità di veicoli, beneficiano di una notevole scontistica su ogni singola vettura, ragion per cui possono trarre notevole profitto dal rapporto di svalutazione di ogni singolo veicolo rispetto al momento dell’acquisto a un prezzo completamente differente da quello standard di mercato.

È un campo che sta riscuotendo molto successo e che si fa valere con marchi molto conosciuti che operano da molto tempo nel settore i cui servizi di noleggio sono su scala mondiale. Rentoorent ad esempio, è un’agenzia di noleggio auto a lungo, medio e breve termine in grado di noleggiare vetture in tutte le città italiane e su specifica richiesta anche nelle città europee convenzionate. Aziende come questa riescono a posizionarsi ad ottimi livelli di mercato grazie al rapporto diretto che hanno con i clienti e alla gestione a 360 gradi che viene offerta successivamente alla consegna del veicolo. Basti pensare ai servizi di manutenzione ordinaria e straordinaria che vengono elargiti da queste aziende ai contraenti, il cui budget è stanziato dalle grandi compagnie di noleggio proprietarie dei veicoli.
Aprire una società di noleggio auto richiede un discreto capitale iniziale, poiché i veri profitti sono valutabili ad una distanza media di tre anni dall’apertura. Per giungere a questa conclusione il ragionamento è piuttosto semplice: se ad attività in corso, venissero noleggiate circa 300 vetture nel primo anno, si otterrebbero profitti per quelle sole 300 vetture concesse con una durata contrattuale media di 36 mesi. Considerando un tasso di abbandono medio del 30% per rinuncia ai servizi di noleggio oppure per passaggio ad altra società, allo scadere di questi 36 mesi (chiaramente per ogni vettura, quindi ipoteticamente al quarto anno dall’apertura poiché si conterebbero i 3 anni dal noleggio dell’ultima auto avvenuto nel primo anno di attività), si avrebbe una flotta circolante sempre in crescita poiché all’andamento costante delle 300 auto noleggiate all’anno si aggiungeranno quelle in scadenza di contratto con l’intenzione di essere rinnovate.
In poche parole, un’agenzia di noleggio auto è un investimento che vale la pena d’esser fatto solo e soltanto con la consapevolezza di vedere rientrare i propri investimenti dopo un lungo periodo di tempo, senza lasciarsi prendere da ansie nel voler vedere immediatamente decollare la propria neonata azienda.

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest