• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Come aprire un'azienda vinicola

 

aprire-azienda-vinicola

Le ricchezze eno-gastronomiche italiane sono diventate oramai un vero e proprio patrimonio su cui bisognerebbe investire per riuscire a realizzare un'attività in proprio, redditizia e promettente. Produrre vino può essere un'ottima sfida, infatti, in quanto dà l'opportunità di lavorare all'aperto ed in più, anche creare un percorso professionale interessante e pieno di spunti.

L'azienda vinicola si occupa della produzione del vino e di tutto ciò che è necessario per venderlo a piccoli e grandi ristoratori. Un'azienda di questo tipo si occupa della coltivazione dell'uva, della selezione, della raccolta, della spremitura e fermentazione. Poi, nella fase finale questa attività cura l'imbottigliamento ed infine, la vendita del vino. È un lavoro antico che però, nel corso degli anni ha acquisito metodi di produzione completamente differenti che si avvalgono di tecniche innovative e sempre più utili a rendere questo lavoro più facile e produttivo. Non ti interessa questa attività, ma vuoi approfondirne altre? ti consigliamo di spulciare questa sezione.

 

 

La gestione di un'azienda vinicola

avviare-azienda-vinicola

La gestione di un'azienda vinicola richiede una grande passione e delle conoscenze di base importanti. Infatti alcuni mesi all'anno, questa attività richiederà grandissimo impegno per tenere sotto controllo il raccolto e seguire tutta la fase della scelta dell'uva e della sua lavorazione.

Per partire con questo tipo di attività, bisogna fare un investimento innanzitutto, per quanto concerne il terreno da acquistare o affittare. Bisogna trovare un terreno adatto, che abbia la giusta esposizione al sole e abbia la composizione ideale per rendere dell'uva buona per la propria attività. È perciò importante affidarsi a uno specialista del settore se non abbiamo noi, in prima persona, le competenze. In più, sarà fondamentale anche acquisire tutti i macchinari necessari per la lavorazione del vino, nonché quelli che invece servono per imbottigliamento e per la fase di etichettatura.

 

I primi passi per aprire un'azienda vinicola

come-avviare-azienda-vinicola

Un'attività vinicola deve essere ben pianificata in quanto richiede un investimento da un punto di vista economico e una serie di passaggi burocratici importanti preliminari all'apertura. Il produttore di vino deve conoscere tutte le normative nazionali, europee ed anche quelle locali che concernono la coltivazione diretta.

Anche la produzione di alimenti e di bevande che devono essere immesse sul mercato devono essere conosciute in tutte le loro obbligatorie licenze amministrative: potrebbe essere necessario l'aiuto di un consulente che saprà farvi agire in maniera corretta in questo intricato complesso normativo. La scelta più facile potrebbe essere quella di realizzare una cooperativa di viticoltori, in modo tale da riuscire a creare un'azienda che possa essere fatta da esperti del settore. L'investimento di base può partire da un minimo di 100 mila euro fino a un massimo di 500mila euro circa, sia per quanto concerne l'affitto o l'acquisto del terreno, che per quanto concerne invece l'acquisto di macchinari specifici per questo settore. Una volta analizzato il mercato di riferimento, allora bisogna chiedere tutti i permessi e le autorizzazioni del caso.

 

In particolare:

- Aprire una partita IVA presso l'Agenzia delle Entrate;

- Iscriversi presso il Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio;

- Iscriversi all'INPS versando i contributi previsti dalla normativa vigente e all'INAIL per infortuni sul lavoro.

 

Chi produce e vende vini deve essere anche sottoposto a una serie di ispezioni da parte della Asl competente da un punto di vista territoriale, che si andrà ad accertare delle condizioni igienico sanitarie ed in più bisognerà avere tutte le licenze ed i permessi previsti all'interno della sede. Se invece volete realizzare un'azienda vinicola che produce soltanto prodotti biologici, allora avete bisogno anche di permessi speciali e di autorizzazioni specifiche.

 

 

Investimento per aprire un'azienda vinicola

Come già annunciato, l'investimento per aprire un'azienda vinicola può oscillare tra i 100 ed i 500mila euro circa. E' anche vero però che qualora non aveste a disposizione tutti questi fondi, potreste sempre optare per la richiesta di un finanziamento per questo tipo di attività rivolgendovi direttamente al Ministero per le politiche agricole. Un'altra opzione è quella di trovare un socio finanziatore che possa investire in questo progetto e quindi aiutarvi a finanziare il vostro sogno nel cassetto.

 

L'organizzazione di un'azienda vinicola

apertura-azienda-vinicola

L'azienda vinicola necessita di personale e di macchinari per funzionare in maniera corretta. Dopo aver scelto i tipi di viti da impiantare, vi servirà un esperto e tanta manodopera per poter effettuare la raccolta e la cura delle viti.

Sarà necessario l'acquisto per realizzare un impianto di irrigazione e anche per coltivare i vigneti. Tra i macchinari che devono essere acquistati ci sono alcuni più impegnativi e altri invece molto più facili da sostenere, da un punto di vista economico. Bisognerà infatti, avere dei trattori, che è possibile acquistare anche online - ad esempio sul portale mascus.it -. Poi bisognerà comprare una cabina termocondizionata per i lavori di invernali, nonché tutto il materiale per i trattamenti antiparassitari e quelli da trasporto. Serviranno i trinciasarmenti, cimatrice, spollonatrice, il carro per il trasporto di uva e poi uno spazio abbastanza sufficiente per avere tutti questi macchinari sotto controllo.

L'azienda vinicola, infatti, deve avere a disposizione un pozzo per il prelievo dell'acqua per l'irrigazione, una cantina, un deposito per attrezzature e macchinari, ma anche un punto vendita abbastanza grande per permettere l'interazione con i clienti. Importantissimo anche l'acquisto di attrezzature enologiche fondamentali per riuscire a svolgere in maniera pratica l'attività di lavorazione dell'uva raccolta.

 

Le prospettive di crescita in azienda vinicola

come-aprire-azienda-vinicola

Le prospettive di crescita di un'azienda vinicola possono essere molto soddisfacenti, anche perché ad oggi, esistono numerose opportunità di finanziamento per l'agricoltura grazie anche alla misura SalvaItalia che era stata introdotta dall'ultimo governo. I finanziamenti possono essere anche europei sia per l'avvio dell'attività agricola, che per il suo mantenimento e crescita. Riuscire poi a creare un marchio di vini che possa fruttare una particolare posizione geografica o la lavorazione dell'uva, sottoposta al marchio territorialmente competente, potrà essere un'ottima opportunità di guadagno.

Oggi giorno, questo tipo di attività può anche sfondare grazie all'aiuto del web, superando i confini territoriali con una vendita che può avvenire attraverso un valido e-commerce oppure su siti o giornali specializzati del settore vinicolo.

Come risparmiare fino al 90% sulle commissioni del bonifico estero

transferwise-widget-cambio

Cliccando sul banner vai direttamente su Transferwise, qui leggi la recensione.

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest