• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Come avviare azienda di traslochi internazionali

 

 

Il mondo dei traslochi può essere complicato, perché rappresenta una responsabilità non indifferente, soprattutto se si tratta di spostare oggetti da una nazione all'altra: se il vostro sogno è quello di aprire una ditta di questo genere, sappiate che non vi state prendendo solo la briga di trasportare dei mobili, ma tutti gli oggetti più importanti nella casa di una persona. Ci vogliono cura, velocità al contempo e professionalità. Soprattutto se viaggerete oltre i confini nazionali.

 

 

Iter burocratico

aprire-ditta-traslochi-internazionali

Prima di iniziare con la lettura di questo articolo guida mi preme consigliarti la sezione dedicata a come avviare innumerevoli altre attivitàimprenditoriali, sicuramente potrai trovare spunti interessanti: clicca qui!

Come per ogni attività che si rispetti, sarà necessario aprire una partita IVA, nonché regolarizzare la propria posizione all'INPS e all'INAIL per quanto concerne contributi e assicurazione obbligatoria. Tutte queste operazioni non sono particolarmente complicate e molti passaggi possono essere fatti addirittura online. Andrà fatta, inoltre, l'iscrizione all'Albo delle Imprese.

Tra i requisiti fondamentali vi sono poi quello di onorabilità, ovvero non avere avuto alcuna interdizione o condanna, inclusa la reclusione; requisito di capacità finanziaria, per poter fare fronte a tutte le spese societarie e al pagamento degli stipendi; infine, i requisiti d'idoneità professionale secondo i quali si possiedano tutte le autorizzazioni del caso.

Tutti i dipendenti che dovranno guidare i camion, ovviamente, dovranno essere in possesso di patente adeguata, nello specifico la C o la C1. Per spostarsi e spostare grandi carichi all'estero o persino in un altro continente, dovrete essere sempre informati su visti, passaporti e autorizzazioni di ogni tipo che possono cambiare da Paese a Paese: una ditta di traslochi internazionali dev'essere pronta a trasferire carichi in Francia come in Australia o negli Stati Uniti.

In caso di trasporto transoceanico, sarà necessario essere muniti di appositi container da caricare su navi e aerei. Infine, munitevi di assicurazione che possa pagare eventuali danni, cercando di evitarli sempre il più possibile.

 

Organizzazione e concorrenza

come-avviare-traslochi-internazionali

Si è spesso abituati a rivolgersi a una ditta di traslochi in uffici anche piccoli, dove magari c'è una segretaria ad accogliere le richieste. In realtà, per aprire una ditta di traslochi, specie se internazionali, c'è bisogno di spazi molto più ampi, di cui l'ufficio preposto alle relazioni con il pubblico è solo la punta dell'iceberg. Dovrete possedere un'autorimessa con dei camion di varie dimensioni (che potrete acquistare o persino noleggiare per limitare le spese), piattaforme di sollevamento e magari dei magazzini dove riporre il mobilio in attesa di essere trasferito, se sarà necessario.

L'investimento più importante, probabilmente, sarà costituito dall'organizzazione di tali spazi, oltre che dalla manutenzione dei mezzi perché siano sempre al massimo dell'efficienza. Da non dimenticare anche bolli, RC auto e revisioni obbligatorie. Una volta pronto tutto il necessario per cominciare, bisogna farsi conoscere.

 

 

La pubblicità è sicuramente fondamentale, ma anche la fidelizzazione dei clienti lo sarà altrettanto. Se avete un bel sito web, prezzi concorrenziali e autocarri di ultima generazione ma non offrite un servizio adeguato, il passaparola vi penalizzerà. Date al cliente la sensazione che vi può affidare letteralmente la sua intera casa senza timori, anche se dovrete trasferirla dall'altra parte del pianeta.

Sul vostro sito ufficiale e sulle pagine dei social, inserite delle foto e date la possibilità ai vostri clienti di lasciare un commento a vostro favore. Fornite preventivi senza impegno, anche online, personalizzando al massimo delle vostre possibilità ogni singola richiesta. Un'altra strategia vincente, è nello stipulare convenzioni con grandi mobilifici o agenzie di beni immobili, al fine di offrire sconti ai clienti di questi ultimi e farvi conoscere.

Un'altra soluzione potrebbe essere quella pubblicizzare l'attività su portali e blog di riferimento del settore come ad esempio Specialisti Traslochi Blog.

 

La fase operativa

avviare-traslochi-internazionali

Dal momento in cui il cliente accetterà il vostro preventivo e vi darà conferma di voler utilizzare i vostri servigi per trasferire i suoi beni in Austria, Regno Unito o Giappone, dovrete cominciare a fare una serie di valutazioni che riguardano innanzitutto la fase logistica del trasporto.

In Europa, fino a una certa distanza, vale la pena proporre il trasloco via strada. Se dovete arrivare oltreoceano o, comunque, in luoghi particolarmente distanti, cominciate a valutare la convenienza di un aereo o di una nave. Discutete con il cliente della differenza di costi, di tempi e di difficoltà eventuali d'imballaggio. Se siete convinti che adottare una soluzione piuttosto che un'altra sia meglio, cercate di comunicarlo alla persona interessata spiegando nel dettaglio le vostre motivazioni.

Se fare traslochi è sempre stata la vostra passione, saprete perfettamente che l'imballaggio deve essere impeccabile, specie nei lunghi viaggi dove gli oggetti vengono sballottati da una parte all'altra. Munitevi di tutto il materiale necessario, container inclusi, per arrecare il minimo danno possibile, soprattutto se l'operazione d'imballo di beni più piccoli è stata fatta dal cliente e avete dubbi sulla sua longevità.

Ricontrollate ogni scatola assemblata da chi vi ha commissionato il trasloco, e intervenite se non vi sembra fatta a regola d'arte. Se, al contrario, vi occuperete anche dell'oggettistica più piccola e fragile, abbiatene cura come se fosse vostra.  Quando assumete il personale che dovrà caricare il tutto, sia con l'aiuto di macchinari che delle proprie braccia, accertatevi di avere davanti delle persone valide, con provata esperienza e soprattutto, che siano in grado di sollevare pesi senza difficoltà.

 

 

Supervisionate sempre il loro lavoro, per assicurarvi che sia fatto ad opera d'arte. I lunghi viaggi possono essere stancanti e, se siete su strada e avete necessità di fermarvi per la notte, ricoverate il camion (o i camion) in un luogo sicuro, organizzandovi in anticipo con strutture ricettive adatte in tal senso. Potreste anche dover guidare tutta la notte (o per più notti di seguito) e sarà indispensabile avere qualcuno che vi dia il cambio alla guida. Una volta a destinazione il vostro lavoro come azienda internazionale di trasporti non sarà ancora vicino alla conclusione.

Dovrete togliere tutti gli imballi e disporre mobili e oggetti seguendo le indicazioni del cliente, infine smaltire i materiali plastici o di cartone in cui erano risposti, secondo le normative vigenti. Se la fase iniziale del trasloco, o quella finale o entrambe sono collocate in spazi angusti come strade senza parcheggio o piccoli cortili, dovrete organizzarvi con gli amministratori di condominio e ottenere tutti i permessi necessari alla sosta, al carico e allo scarico, specie se si tratta di proprietà privata. Tutti questi accorgimenti burocratici vi consentiranno di lavorare in sicurezza, senza incorrere (o, peggio, far incorrere il vostro cliente) in sanzioni o richiami.

Come risparmiare fino al 90% sulle commissioni del bonifico estero

transferwise-widget-cambio

Cliccando sul banner vai direttamente su Transferwise, qui leggi la recensione.

 

azimo-recensione-guida

Cliccando sul banner vai direttamente su Azimo, qui leggi la recensione.

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest