• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Come aprire negozio di lampade e lampadari

 

negozio-lampade-lampadari

Oggetti di arredo, ma anche elementi di stile dove spaziare con la fantasia è d'obbligo: investire nel mondo dell'illuminazione ed in particolare, aprire un negozio di lampade e lampadari significa lanciarsi in un'avventura delle attività in proprio, aprendo le porte di un ambito di cui non si può fare a meno oggigiorno.

Quello dei lampadari è un settore molto interessante poichè vi darà l'opportunità di spaziare con vari prodotti che sarà possibile mettere in vendita come, punti luce, elementi di arredo, ma anche lampade ed applique. Questo significa poter contare su varie opportunità di guadagno creando un'attività a 360° nel mondo dell'illuminazione. Per avviare uno store illuminazione per la casa bisogna eseguire una serie di passaggi chiave sia burocratico amministrativi che anche legati al settore marketing e promozione. Prima di passare alla guida vera e propria vogliamo consigliarvi la lettura della sezione del portale dedicata a come aprire molte altre attività.

 

 

L'iter burocratico per aprire un negozio di lampadari

agenzia-delle-entrate

Per aprire un negozio di lampadari dovete innanzitutto scegliere una sede perché avrete bisogno di molto spazio in cui esporre i prodotti da vendere allestendo il tutto come se fosse una vera e propria stanza. In più, devono esserci dei grandi spazi e delle grandi vetrine che renderanno possibile ai potenziali clienti osservare i prodotti già dall'esterno. In più, deve esserci anche un parcheggio che possa garantire la rapida sosta agli avventori. La sede deve avere a disposizione anche un magazzino ampio in cui potrete conservare tutti i materiali di cui disponete. La scelta della sede è propedeutica perché, nel momento in cui aprirete una partita IVA presso la competente Agenzia delle Entrate e vi registrerete presso la Camera di Commercio territorialmente di competenza, dovrete anche comunicare qual è la sede legale dell'eventuale società che avete aperto. Successivamente dovrete iscrivervi presso INAIL e INPS per assumere eventualmente del personale, ma obbligatoriamente anche per versare i contributi previdenziale necessari in caso di infortuni.

 

I costi per gestire un negozio di lampadari

come-aprire-store-lampade-lampadari

Per gestire un negozio di lampadari, i costi più alti riguardano le spese vive legate alla sede. Infatti dovete pagare tutte le utenze ed in particolare, quella elettrica non sarà certo uno scherzo considerando che i vostri oggetti d'arredo saranno per la maggior parte del tempo accesi.

Inoltre avete bisogno di assumere del personale che possa aiutare i clienti nella scelta dei prodotti, ma obbligatoriamente, dovrà essere presente nella vostra struttura commerciale anche un esperto contabile che potrà aiutarvi a tenere le carte finanziarie in regola. Per tenere sotto controllo tutte le spese nella fase di avvio di un negozio di lampadari dovete prendere in considerazione la realizzazione di un business plan, in modo tale da mettere nero su bianco, passo dopo passo, tutti quelli che sono i passaggi da compiere ed i relativi costi.

In linea generale, nel primo anno l'avvio di un negozio di lampadari e può costare dai 50 ai 100 mila euro circa, perché dovete prendere in considerazione le spese legate alla sede, con tanto di affitto, ristrutturazione, ma anche tutti i costi legati alle utenze. Inoltre dovete pensare ai permessi da chiedere al comune competente a cui dovete comunicare l'inizio dell'attività, a tutte le altre autorizzazioni antincendio e dell'Asl. A ciò dovete anche aggiungere la spesa presso i grossisti e fornitori dei lampadari che andrete a vendere. Perciò, qualora non aveste a disposizione un budget abbastanza alto, potete sempre decidere di chiedere un finanziamento oppure di trovare un socio che vi aiuti nella realizzazione di questo sogno nel cassetto.

 

 

L'importanza del target di riferimento di un negozio di lampadari

Quando decidete di aprire un negozio di lampadari è importante anche scegliere quale sarà il pubblico a cui vi rivolgete e proprio in base a questo dovete fare determinati acquisti. Potete decidere di vendere lampadari più commerciali o magari puntare su lampade ed applique. Se invece decideste di vendere lampadari di lusso, allora dovete mettere in conto una spesa iniziale un po' più alta.

La cosa importante è avere sempre un contatto diretto con i fornitori che possano anche concedervi la vendita esclusiva di determinati marchi. Per promuovere in maniera precisa il vostro negozio fate molta attenzione a qual è il pubblico a cui potete rivolgervi e poi organizzate una valida compagna di marketing che possa lanciare la vostra attività nel mondo del commercio.

 

Promuovere un negozio di lampadari

come-avviare-store-illuminazione

Per promuovere un negozio di lampadari bisogna prevedere una strategia marketing ben precisa diretta al pubblico di riferimento e al mezzo ideale con cui comunicare. Innanzitutto è importante che vengano promosse delle offerte attraverso i canali cartacei classici e magari con l'aiuto del volantinaggio. In questo modo farete conoscere ad un pubblico sempre più vasto di persone gli sconti che avete su determinati prodotti. In più, vale la pena pensare a una strategia visiva legata alla cartellonistica, ma anche alla presenza sui media locali.

Oltre a questi passaggi, non trascurate l'importanza di realizzare un sito internet in cui promuovere anche un piccolo sportello di vendita online di alcuni prodotti. Questo vi tornerà utile nel tempo e soprattutto vi darà l'opportunità di aprire le porta ad un'altra fetta di mercato. Ricordate che un sito professionale avrà un costo minimo di qualche migliaia di euro.

Per quanto riguarda le potenzialità di guadagno vi diciamo che possono essere anche molto alte considerando che un negozio di grandi dimensioni può arrivare anche a guadagnare oltre 100 mila euro annui di utile.

Come risparmiare fino al 90% sulle commissioni del bonifico estero

transferwise-widget-cambio

Cliccando sul banner vai direttamente su Transferwise, qui leggi la recensione.

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest