• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Prestiti e finanziamenti: I principali elementi da conoscere

 

prestiti-finanziamenti

In tempi di crisi purtroppo argomenti inerenti a prestiti e finanziamenti, sono ormai all’ ordine del giorno, ma cosa sono realmente? E quali elementi è importante conoscere?

 

 

Quali documenti presentare per poter ottenere un prestito?

Parliamo innanzitutto di prestiti,  per indicare un servizio generalmente offerto dalla banche o da istituti di credito iscritti ad appositi albi, costituito dal finanziamento di una somma di denaro, con un successivo obbligo di restituzione della stessa somma ad una determinata scadenza più eventuali interessi. Al fine di poter richiedere però un prestito, sono generalmente richiesti alcuni requisiti quale la maggiore età, la presenza di un reddito documentabile tramite busta paga, pensione o modello “730” e soprattutto “una buona posizione creditizia” ossia  la puntualità di pagamenti in eventuali ed ulteriori finanziamenti e l’ assenza di protesti nel tempo presso altre banche. Laddove infatti bisogna avanzare una richiesta di finanziamento ad un istituto di credito, è importante presentare tutta una serie di informazioni. che permettano di definire una sicurezza sul richiedente stesso nella futura restituzione dei pagamenti, partendo dall’obbligo di presentazione dei documenti personali quali carta d’identità e codice fiscale,  per poi passare a documenti inerenti la sfera  economica (reddito, pagamento bollette, ecc.).

 

 

Elementi essenziali da valutare se ci sono i presupposti per accedere ad un prestito

Stabiliti in generale alcuni documenti importanti da presentare per avanzare una richiesta di prestito ad una banca, è importante poi conoscere gli elementi essenziali di un prestito, al fine di poter considerare tutte le ipotesi del caso e valutare se ricorrono i requisiti per l’ accesso ad un prestito bancario. L’ elemento principale è infatti il capitale concesso dalla banca, che può coincidere o meno con la somma richiesta dal cliente (in quanto strettamente correlata alle informazioni economiche esaminate in precedenza) seguita dalle modalità di restituzione del capitale nel futuro. La banca in particolare tende a stabilire una durata massima del finanziamento, entro il quale “tassativamente” bisognerà restituire tutta la somma ricevuta,  così come viene stabilito preventivamente il numero delle rate ed i relativi importi da rimborsare. Infine il capitale prestato dalla banca terrà conto oltre che della somma originaria richiesta, di eventuali interessi per il servizio offerto, rappresentati  in termini percentuali dal TAN e dal TAEG. Il TAN ossia il tasso annuo nominale, rappresenta l’ interesse da corrispondere alla banca per il relativo prestito, mentre il TAEG è il tasso annuo effettivo globale, comprensivo sia del tasso di interesse e sia di eventuali spese accessorie dovute dal cliente per l’erogazione del prestito.

 

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest