• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Come aprire un wine bar

 

come-aprire-un-wine-bar

Le enoteche sono diventate luoghi alla moda per uscire e cenare in compagnia, in gran parte a causa del crescente interesse per tutto ciò che ha a che fare con il vino. La vecchia enoteca in questi ultimi anni si sta evolvendo in qualcosa di più chic e di moda, il wine bar, tipologia di locale dove i migliori vini vengono accompagnati a prodotti di eccellenza come salumi e antipasti di qualità superiore e dove, sempre più spesso, è possibile acquistare ottimi vini, venduti ai clienti in bellissime buste, confezioni o scatole per bottiglie create ad hoc con il marchio dell'enoteca. Secondo Vinexpo, la più grande fiera mondiale del vino, il consumo di vino è aumentato del 60% negli ultimi dieci anni: beviamo circa 20 litri di vino all'anno, oltre al fatto che sono disponibili etichette provenienti da 43 paesi diversi sul mercato al dettaglio.

Negli ultimi tempi si è verificato un vero boom del mercato del vino e i bevitori di vino tendono a prediligere un'atmosfera più sofisticata di quella che la maggior parte dei bar può offrire, creando un gap di mercato che le enoteche sono felici di riempire.

Se stai pensando di avviare un wine bar è importante che passi una buona quantità di tempo nelle fasi di pianificazione.

Questa è un'area che ha una forte concorrenza, in particolare da parte di grandi società, ma è anche vero che si basa su un mercato ormai dominato  dal vino come prodotto principale.

Allora, cosa ti impedisce di approfittare di questa tendenza? Dopotutto, anche se c'è una presunta recessione globale, le vendite di vino non sembrano stancarsi e le persone apprezzano sempre più consumarlo in luoghi ad esso interamente dedicati.

Avviare un wine bar può essere un'ottima opportunità di business, un'attività non solo piacevole da gestire ma anche molto redditizia. Non importa se ti trovi in una grande area metropolitana o in una piccola città, puoi aprire un'enoteca di successo con una pianificazione e una dedizione accurate.

Ecco quali sono i passi fondamentali da seguire e le norme burocratiche da rispettare per far decollare la tua attività.

Non sei sicuro di aprire un wine bar? vorresti avere qualche idea per avviare una tua attività? ti consiglio di spulciare questo articolo!

 

 

Avviare un wine bar: i passi da seguire

aprire-un-wine-bar

Se stai pensando di avviare un wine bar la prima cosa da valutare è se le tue capacità, il tuo temperamento e il tuo atteggiamento sono adatti all'imprenditoria.

Un imprenditore di successo deve essere preparato a fallire.

Quindi chiediti prima di tutto se hai quello che serve per affrontare le sfide e i fallimenti che sono spesso implicati nella gestione di un'impresa.

Se pensi che aprire un wine bar redditizio sia un gioco da ragazzi, probabilmente stai sottovalutando alcuni aspetti: la concorrenza nell'industria vinicola è serrata e le start-up wine bar hanno un tasso di fallimento uguale o addirittura maggiore del tasso di insuccesso per la piccola impresa media.

 

Ti servirà dunque una buona dose di coraggio imprenditoriale, ma non basterà, ecco quali altri fattori saranno determinanti per avviare la tua attività e portarla al successo:

  • Ricerche di mercato

La ricerca di mercato è un requisito fondamentale per le startup.

Aprire un wine bar basato esclusivamente sul tuo amore per il vino o sull'intuizione che la tua comunità abbia abbastanza amanti del vino da sostenere un'altra enoteca è una ricetta per il disastro.

La verità invece è che hai bisogno di numeri solidi per supportare il tuo piano di avvio.

Una buona idea può essere esaminare la comunità vinicola locale per identificare le lacune nel mercato. Menù gastronomici, degustazioni di vini e altri servizi possono contribuire al successo del tuo wine bar, ma solo se c'è una reale domanda nel mercato locale.

 

  • Posizione

come-aprire-un-wine-bar

Se la tua ricerca di mercato rivela che esiste una domanda sufficiente per un'altra enoteca, la prossima grande sfida che dovrai affrontare è la posizione.  Che ti piaccia o no, la posizione può portare al successo o distruggere la tua enoteca.

Parte di ciò che dovrai esaminare attentamente è se il luogo in cui stai pianificando la tua enoteca sia in grado di sostenere tale impresa. Se il luogo preso in esame ha già wine bar o altri tipi simili di bar sofisticati, esamina le loro prestazioni e verifica se l'area supporterà un'altra attività simile.

Visita queste strutture un paio di volte e prendi nota della clientela e di qualsiasi altra cosa che possa sembrare pertinente.

Selezionare la giusta posizione per un wine bar è più difficile di quanto sembri. Idealmente, stai cercando un'area trafficata che viene spesso frequentata da consumatori di classe medio-alta.

Uno dei luoghi più comuni per avviare un wine bar è vicino alle cantine.

Alcune delle enoteche di maggior successo sono quelle associate ad una cantina, questo crea una clientela integrata. I wine-bar tendono anche avere successo nei distretti artistici dove possono soddisfare lo stesso tipo di clientela sofisticata.

Anche i centri commerciali e le location vicino a luoghi di intrattenimento come gallerie d'arte, teatri, sale da biliardo, cabaret e club di danza sono posti ideali per la tua nuova attività.

 

 

  • Produttori di vino

La qualità, la diversità e la lunghezza della lista dei vini è una grande considerazione del perché le persone si recano in un particolare luogo e non in un altro,

È un fattore importante che definisce il carattere del locale (oltre al sommelier che deve conoscere la sua attività, l'atmosfera del luogo e, naturalmente, la clientela).

Pertanto, è imperativo conoscere i produttori di vino sia a livello locale che internazionale. I commercianti di vino internazionali potrebbero fornire un'assistenza straordinaria a questo riguardo e sulla base di queste informazioni, potresti sviluppare un'eccellente lista di vini.

 

  • Normativa e licenze

Ottieni i permessi necessari per gestire un wine bar.

In genere, ciò significa ottenere una licenza per alcolici o alcolici, un permesso di azienda alimentare, un numero di identificazione fiscale dal proprio stato, un permesso di rivendita, un certificato di nome presunto (DBA) o un numero di identificazione del datore di lavoro.

In sostanza il tuo locale dovrà essere idoneo da un punto di vista delle norme igienico-sanitarie, e la tua impresa dovrà essere registrata tramite apertura di Partita IVA rivolgendoti all'Agenzia delle Entrate di competenza.

Dovrai anche inviare al tuo comune la documentazione che attesta l'inizio della tua attività per evitare qualsiasi conseguenza negativa.

Oltre ad una conoscenza approfondita delle etichette dei vini, dovrai anche essere in possesso di due certificati di partecipazione a corsi di formazione senza i quali la tua attività non potrà essere avviata, quello HACCP riguardante le normative per la somministrazione di cibo e bevande nel tuo locale e il corso sulla sicurezza sul lavoro.

 

  • Marketing

come-avviare-un-wine-bar

Promuovi la tua attività inserendola negli elenchi delle imprese sia su stampa che online, distribuendo volantini o coupon a imprese complementari come gallerie d'arte e musei, organizzando eventi come serate di musica dal vivo, letture di poesie e lezioni di vino e creando un sito Web o un blog informativo. Il tuo sito, se ben progettato, può diventare il tuo biglietto da visita, una vera vetrina dove i tuoi clienti potranno acquistare i tuoi prodotti in pochi click (se ti serve qualche spunto visita: winemust.com).

 

  • Franchising

Le enoteche di avvio portano una serie di rischi e preoccupazioni finanziare.

Senza una storia operativa, è difficile prevedere come si realizzerà effettivamente l'avvio sul mercato.

Sebbene ci siano molti vantaggi nell'acquisto di una enoteca esistente, quelli finanziari dovrebbero collocarsi in cima alla lista. Molti imprenditori acquistano un'attività esistente al solo scopo di sfruttare i vantaggi finanziari di una base di clienti consolidata.

Un business acquisito ha anche beni e guadagni documentati, un grande vantaggio con istituti di credito e investitori, pertanto una delle decisioni più intelligenti potrebbe essere quella di perseguire un'opportunità di franchising per la tua startup aziendale.

Come risparmiare fino al 90% sulle commissioni del bonifico estero

transferwise-widget-cambio

Cliccando sul banner vai direttamente su Transferwise, qui leggi la recensione.

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest