• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Come avviare un'attività di stampa personalizzata

 

Uno dei lavori considerati creativi ma che consente di esprimersi in maniera autonoma e redditizia è l’attività di stampa su abiti e t-shirt così come gadget, professione che negli ultimi anni ha avuto un forte incremento. La stampa su tessuto o gadget rappresenta infatti una nuova forma di pubblicità di grande impatto, in grado di veicolare un messaggio o un’immagine.

Dalle diverse analisi di mercato è emerso come la stampa su tessuto sia un settore in forte crescita, grazie al basso costo d’investimento, e al grande bacino di utenti ai quali è rivolto questo servizio, dai semplici clienti privati, ad attività commerciali, o addirittura associazioni.

In questo articolo focalizzeremo la nostra attenzione su come avviare questa nuova e redditizia tipologia di attività imprenditoriale, non prima però di consigliarvi la lettura della sezione dedicata a come aprire numerose altre professioni: clicca qui!

 

 

Perché puntare sulla stampa digitale?

avviare-stampa-personalizzata-gadget-tshirt

La stampa digitale è un’attività di facile realizzazione ma di grande impatto,  che negli ultimi 10 anni è riuscita a diventare un caposaldo del marketing aziendale, e uno svago per i privati che decidono di personalizzare dei tessuti, come t-shirt o degli accessori, come ad esempio le tazze.

La tendenza di creare delle t-shirt personalizzate deriva proprio dagli Stati Uniti, dove da anni ormai vengono realizzate magliette con  stampe digitali di un gruppo musicale o di una serie tv famosa.  O anche chi decideva di personalizzare una t-shirt con una fotografia della propria fidanzata, o magari realizzare dei gadget pensati appositamente per pubblicizzare il proprio ristorante o una squadra di calcio.

Ad oggi la stampa personalizzata di gadget o tessuti trova un’applicazione capillare, ecco perché puntare in un’attività di stampa personalizzata potrebbe essere una ghiotta occasione per chi vuole intraprendere questo percorso.

Sono svariate le tipologie di clienti che possono richiedere una stampa digitale, dal semplice privato che vuole festeggiare un’occasione speciale e vuole dei gadget personalizzati per rendere tale evento ancora più esclusivo, all’associazione sportiva che vuole creare una linea di abbigliamento personalizzata per la squadra. 

Tuttavia la stampa digitale trova applicazione anche nel mondo del marketing di aziende che vogliono promuovere il proprio brand personalizzando dei prodotti in maniera del tutto innovativa, ma cercando comunque di contenere i costi.

 

 

Chi può aspirare a creare un’attività di stampa personalizzata?

Non esistono limitazioni riguardo all’apertura di un’attività di stampa personalizzata, chiunque è in grado di investire in questo tipo di azienda che non necessita di alcuna dimestichezza imprenditoriale. Ma è consigliabile almeno una minima esperienza nel settore, soprattutto riguardo le varie tecniche di stampa, che possono spaziare dalla serigrafia alla stampa digitale, o anche la saldatura di film termoadesivi, o l’esecuzione di decorazioni personalizzati.

Ma fondamentalmente non esistono vincoli riguardo la conoscenza di tutte le tecniche di stampa digitale, dato che è possibile iniziare utilizzando una sola tecnica e magari espandendosi una volta ottenuto il consenso dei clienti.

Spesso sono proprio gli enti pubblici e le regioni ad organizzare dei corsi di formazione per apprendere tutte le tecniche di stampa, e di produzione di abbigliamento e gadget. E potrebbe essere interessante per chi vuole aprire un’attività di stampa personalizzata frequentare corsi di formazione dedicati al marketing e alla promozione d’immagine, in modo da poter fornire un servizio sempre più completo ai clienti.

 

adesivi-famiglia-avviare-stampa-personalizzata

La realizzazione  di un’azienda di stampa digitale per la personalizzazione di tessuti, t-shirt, gadget o adesivi da appiccicare a parete o addirittura anche sui finestrini delle vetture (come ad esempio l'adesivo auto famiglia), può essere svolta su tutto il territorio nazionale, anzi il futuro imprenditore ha l’opportunità di scegliere di realizzare un’azienda con negozio fisico, con negozio online o un’attività mista.

Sicuramente chi decide di aprire un negozio fisico dovrà considerare la presenza di eventuali attività concorrenti, ma nulla vieterebbe all’imprenditore di affiancare a tale attività fisica anche l’eventuale negozio online.

Dal punto di vista burocratico sono svariati i documenti che dovranno essere presentati per avviare l’attività di stampa digitale. L’attività può essere svolta da chiunque a prescindere dal titolo di studio, e può essere portata avanti parallelamente ad altre tipologie di impiego, sia imprenditoriali che come lavoratore dipendente.

In ogni caso è fondamentale dichiarare l’avvio dell’attività con la regolare apertura della posizione imprenditoriale, e una volta indentificato il negozio fisico dell’attività l’imprenditore dovrà presentare la comunicazione unica e l’autorizzazione comunale o licenza.

La comunicazione unica consiste nella semplice procedura di apertura contestuale della partita Iva, e l’iscrizione alla Camera di Commercio ovvero una regolarizzazione delle posizioni INAIL e INPS. Mentre la licenza commerciale non è più obbligatoria ma è necessario presentare comunque una comunicazione al SUAP, ovvero lo sportello unico attività produttive del comune dove è presente l’attività.

Dal punto di vista fiscale è possibile per l’imprenditore a seconda delle sue caratteristiche anagrafiche riuscire ad ottenere eventuali agevolazioni e regimi speciali. Ma tutti gli obblighi sopra elencati riguardo l’apertura della partita IVA presso l'Agenzia delle Entrate competente, sono validi sia in caso di apertura di un negozio fisico che per i negozi online.

 

 

Tutti i vantaggi dell’avvio di un’azienda di stampa digitale personalizzata

aprire-store-stampa-personalizzata-gadget-tshirt

L’attività di stampa digitale personalizzata è sicuramente una delle attività imprenditoriali più redditizie degli ultimi tempi, ma occorre precisare che chi vuole investire in questo settore deve valutare con attenzione tutte le possibilità di mercato, soprattutto riguarda la possibile concorrenza.

È consigliato redigere un business plan per analizzare sia i costi di investimento che gli obiettivi  fissati per il primo periodo dall’avvio dell’attività. Oltre ad un’attenta riflessione riguardo l’apertura di un negozio fisico, che fondamentalmente comporta un maggiore investimento economico, o un progetto di un negozio esclusivamente online.

I costi per l’investimento iniziale ad avviare l’attività di stampa digitale personalizzata sono un aspetto non indifferente da dover valutare attentamente. E sicuramente indicare un possibile costo dettagliato per questa tipologia di attività risulta pressoché impossibile dato che la cifra da investire varia a seconda della tipologia di prodotti offerti ai clienti, e dai macchinari di lavorazione oltre che le tecniche di stampa utilizzate per la realizzazione di stampe digitali.

Inoltre chi decide di avviare un negozio di stampa digitale personalizzata fisico, dovrà affrontare i costi relativi all’affitto dei locali, anche se bisognerebbe tenere in considerazione che nonostante i costi siano più elevati in caso di negozio fisico, potrebbero essere ricompensato dalla maggiore possibilità di vendere ai clienti, soprattutto se il negozio si trova in una specifica area commerciale.

I costi poi dipendono necessariamente dal tipo di azienda che si ha intenzione di creare, per un piccolo laboratorio artigianale si potrebbero investire circa 10.000 euro rivolto principalmente all’acquisto dei macchinari, mentre chi vuole creare qualcosa di più industriale dovrà investire almeno 150 mila euro.

Come risparmiare fino al 90% sulle commissioni del bonifico estero

transferwise-widget-cambio

Cliccando sul banner vai direttamente su Transferwise, qui leggi la recensione.

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest