• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Come aprire centro spedizioni pacchi

 

avviare-centro-spedizioni-pacchi

Aprire una azienda di spedizioni privata è una grande opportunità per tutti coloro che vogliono dare il via ad un'attività in proprio nel mondo dei servizi. Con la liberalizzazione, oggi è possibile inserirsi nel mercato delle spedizioni che prima era un monopolio di aziende parastatali. Adesso, invece, è possibile crearsi un proprio centro di gestione delle spedizioni che vi darà l'opportunità di muovervi in questo particolare ambito, specializzandovi nel settore dell'invio di pacchi. La cosa importante è muovere tutti i primi passi in maniera corretta e organizzare spese e le procedure in un business plan che possa tener conto di ogni esigenza di cui la vostra nuova attività ha bisogno.

Prima di iniziare a leggere questa guida vogliamo però consigliarvi la lettura della sezione del portale dove spieghiamo come avviare molte altre attività. Se invece sei deciso su questa puoi proseguire in basso.

 

 

Cosa serve per aprire un centro di spedizione pacchi

come-aprire-azienda-spedizioni

Per aprire un centro di spedizione pacchi privato è importante avere innanzitutto un immobile che funga da sede. Infatti, in base al tipo di servizio che si vuole offrire al cliente sarà opportuno avere un deposito in cui conservare i pacchi più o meno grandi. Bisognerà scegliere quindi una location che abbia una metratura abbastanza rilevante ed inoltre, anche un ampio parcheggio che possa favorire la sosta dei mezzi della vostra attività.

Una volta scelta la sede sarà necessario avere le autorizzazioni generali dall'autorità competente oppure potete chiedere una licenza individuale per le attività di:

  • gestione;

  • accettazione;

  • trasporto;

  • smistamento;

  • distribuzione di pacchi superiori a 2 kg, oppure quella invece relativa a pacchi con peso superiore a 20 kg.

 

Chi ha una licenza individuale può lavorare senza grandi limitazioni, a volte anche usufruendo dei servizi di Poste pubbliche. Chi invece ha un'autorizzazione generale può andare incontro a delle limitazioni, ma in linea di massima sono comunque contenute grazie alla normativa che incoraggia la liberalizzazione del mercato.

 

L'iter burocratico e i requisiti per aprire un centro di spedizione pacchi

aprire-centro-spedizioni-pacchi

Scelta la sede ed ottenuta la licenza, bisogna allora muovere tutti i passi da un punto di vista burocratico per intraprendere questa attività imprenditoriale. Per aprire un centro di spedizione pacchi privato bisogna chiedere l'autorizzazione al Ministero dello Sviluppo Economico, con una specifica richiesta che viene fatta al dipartimento delle comunicazioni. Questo ente vi darà il nullaosta. Se ciò non dovesse arrivare per tempo, si possono anche fare degli specifici solleciti.

Nella fase successiva, una volta ricevuto l'ok, è opportuno seguire l'iter di qualunque altra impresa e quindi aprire una partita IVA e iscriversi al Registro delle Imprese. Non bisogna dimenticare anche di aprire e regolarizzare la propria posizione presso lo sportello INPS e INAIL, in modo tale da mettere al sicuro da un punto di vista previdenziale, i dipendenti e voi stessi. Prima di iniziare l'attività è necessario effettuare la comunicazione di inizio attività al comune in cui sorgerà l'azienda e poi iscriversi presso la Camera di Commercio competente.

Questa attività vi dà delle ottime opportunità di guadagno ma, ovviamente, per riuscire ad avere successo in questo settore è anche bene muoversi fin dai primi istanti, in modo adeguato, creando un proprio giro di utenti e avendo ben chiare le mosse da compiere per ottenere successo, è un lavoro che richiede molta fatica e impegno.

 

 

I costi per aprire un centro di spedizione pacchi

Oltre alla spesa per l'affitto e per le utenze della vostra sede, per avviare un'azienda di spedizione pacchi è opportuno verificare tutte le spese che dovete coprire. Inizialmente si tratta di un costo che si aggira intorno ai 30/50 mila euro, a cui dovete aggiungere anche l'acquisto di mezzi necessari per il trasporto. Non solo, dovrete mettere online un sito web professionale (come esempio possiamo citare spediresubito.com) che non solo funga da vetrina dei servizi, ma che fornisca tutte le informazioni ai clienti che si loggano nell'area privata. Il costo di un portale professionale potrebbe aggirarsi intorno alle 2, 4 mila euro.

I costi non sono altissimi, ma è chiaro che questa attività richiede di sostenere delle spese mensili necessarie non solo per i mezzi, anche in termini di tassazione e per i costi di spedizione. Nel giro di poco tempo però, con l'aiuto di rappresentanti e di una massiva pubblicità via web e in maniera classica, avrete l'opportunità di allargare il vostro giro e di riuscire ad ottenere dei guadagni anche importanti.

 

Avviare un centro di spedizione pacchi

avviare-azienda-spedizioni

Per avviare un centro di spedizione pacchi bisogna investire da un punto di vista pubblicitario e studiare in maniera adeguata tutto il territorio. Soltanto riuscendo a conoscere le esigenze del proprio pubblico di riferimento si riuscirà ad avere la meglio sui competitors del mercato.

Sfruttando le lacune delle grandi società, nel giro di poco tempo si avrà l'opportunità di riuscire ad emergere in questo particolare business. I potenziali clienti sono davvero tanti e quindi, la fetta di mercato che si va a interrogare è davvero piena di potenzialità. Sia nel settore privato, che in quello amministrativo commerciale, tutti possono aver bisogno di questo tipo di servizio che è aperto anche ad aziende, professionisti e addirittura alla pubblica amministrazione. La cosa importante è riuscire anche a mettere in campo, servizi sicuri e affidabili oltre che veloce e vantaggiosi dal punto di vista economico.

Un altro vantaggio che potrebbe risultare utile, per fare in modo che l'attività di centro di spedizione pacchi funzioni in maniera continuativa, è aprire uno sportello virtuale online in cui dare all'utente l'occasione di monitorare le sue spedizioni. Questo vi darà maggiori opportunità di crescita nel corso del lungo periodo.

Come risparmiare fino al 90% sulle commissioni del bonifico estero

transferwise-widget-cambio

Cliccando sul banner vai direttamente su Transferwise, qui leggi la recensione.

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest