• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Come fare un bonifico in Argentina

 

bonifico-in-argentina

Come per tutti i Paesi che non fanno parte dell’Area SEPA, ossia quella delle nazioni all’interno dell’Unione Europea più altre del nostro continente, anche per l’Argentina esistono regole precise sia sulle modalità che sui costi per un bonifico.

 

 

Cosa serve per un bonifico in Argentina?

Tutti i Paesi che non aderiscono al codice IBAN, quello cioè che identifica il numero dei conti per le nazioni SEPA, adottano comunque lo SWIFT o Codice BIC (sigla che significa per Bank Identifier Code), ossia il codice che viene utilizzato nei pagamenti internazionali per identificare la banca del beneficiario. Ecco quindi che per effettuare un bonifico verso l’Argentina sarà necessario, sia effettuando l’operazione allo sportello che tramite home banking, possedere lo SWIFT del destinatario che può essere richiesto direttamente a lui oppure ricercato tramite gli addetti agli sportelli della banca, anche se in questo caso i costi aumentano.

 

 

I costi per un bonifico in Argentina

Praticamente tutti gli istituti bancari italiani sono in grado di effettuare con successo un bonifico in Argentina, sia presso i loro sportelli che sfruttando l’home banking. E allora confrontiamo quali possono essere i costi e le tempistiche per l’operazione. Tutte le principali banche italiane garantiscono che il bonifico verso l’Argentina sarà effettivo in due o al massimo tre giorni lavorativi (esclusi quindi i festivi), con costi che per chi li effettua sono variabili.

I clienti di BNL-BNP Paribas pagheranno10 euro se le cifre sono inferiori ai 12.000 euro, mentre saliranno a 10,50€ se si tratta di cifre superiori (e qualora si tratti di un bonifico urgente si sale a 13 euro). Invece i clienti del Monte dei Paschi di Siena pagheranno 17,50 euro sia in filiale che tramite home banking, mentre con Intesa SanPaolo se ne spendono 12  e con Unicredit il costo per un bonifico estero per un Paese extra UE come l’Argentina cambia a seconda che il beneficiario condivida o meno i costi con il cliente. Nel primo caso si possono pagare anche solo 5 euro, nel secondo la cifra aumenta a 16,50 euro.

 

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest