• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Come risparmiare a Milano: 16 trucchi efficaci

 

Milano è sicuramente una delle città più impegnative sotto ogni punto di vista. In particolare diventa molto difficile spendere nel modo giusto trattandosi di una delle città più care d’Italia. Dal costo delle case, al costo del cibo, per passare poi a quello degli appartamenti, il carovita nel capoluogo lombardo è a dir poco corposo.

 

Gli studenti universitari, i giovani che si trasferiscono, ma anche gli stessi residenti, vanno continuamente alla ricerca di un modo come un altro per risparmiare. È vero, magari Milano è la città della movida, le tentazioni sono tante, e il tenore di vita non è proprio economico. Tuttavia, grazie a quelli che soni alcuni semplici ed efficaci trucchi è possibile imparare a spendere nella città lombarda senza rimetterci un capitale.

 

 

1) Come acquistare l’abbigliamento a prezzi abbordabili

come-risparmiare-a-milano-acquistare-outlet-abbigliamento

Milano è la città della moda, e in quanto tale, spendere qui in termini d’abbigliamento può risultare un vero delitto per il conto corrente. In città invece, nonché nei paesi limitrofi, esistono numerosi spacci aziendali. Si tratta di negozi dove le case madri propongono alcune dei loro capi d’abbigliamento a prezzi stracciati rispetto ai normali negozi. Al contempo esistono anche dei veri e propri outlet, che trattano merci differenti, nei quali i costi per le merci acquistate sono decisamente abbordabili.

Ad esempio è possibile andare a spendere in questi negozi situati a pochi passi dal centro dove si trovano prezzi d’occasione delle migliori marche sia per il settore maschile che per quello femminile. Si trovano anche scarpe, calzature sportive, tute, intimo da uomo e intimo da donna, ma anche abbigliamento per i più piccoli. In talune circostanze è possibile avvalersi anche di prezzi scontati fino al 70% rispetto ai normali prezzi di vendita.

A pochi passi da Milano c’è invece Nerviano, altra località in cui si trovano degli outlet che propongono abbigliamento con sconti che vanno dal 30% al 70%. Si trovano svariate marche, tra cui anche luxury brand, a prezzi di cartellino sbarrati e ridotti.

Allontanandosi ancora un po’ dal capoluogo lombardo, si può poi giungere in Brianza, dove c’è uno dei più grandi centri outlet del posto. Qui anche si può trovare vestiario per bambini, uomini e donne e calzature per ogni occasione. In particolare è possibile acquistare capi appartenenti alle collezioni degli anni precedenti a prezzi scontati e quelle dell'anno in corso a prezzi pieni.

 

2) Comprare nei mercatini dell’usato

La cosa bella delle grandi città del nord, tra cui Milano, è l’usanza ancora vivida di organizzare i mercatini dell’usato in alcuni quartieri. Sulle varie bancarelle è possibile trovare qualunque oggetto di proprio interesse a prezzi veramente modici. Molte volte si trovano prodotti ancora ben confezionati, il che non può che beneficiare le tasche di chi compra.

Qui non solo si trova il vestiario, ma anche mobili, complementi d’arredo, libri, oggettistica. Addirittura a questi piccoli mercatini si può anche prendere parte come venditore anziché come acquirente: se a casa abbiamo oggetti caduti in disuso, potrebbe dunque essere un’occasione come un’altra per sbarazzarsene e al contempo per monetizzare. Questi mercatini, in alcune zone, si tengono il martedì ed il sabato mattina.

 

 

3) Affittare non in centro per risparmiare sull'affitto

Abitare nel centro di Milano farebbe sicuramente piacere a chiunque. Eppure ha un costo non indifferente dal punto di vista economico avere in affitto un appartamento in pieno centro. Si consiglia dunque di rivolgersi ad un’agenzia immobiliare, far presente le proprie necessità finanziarie e lavorative, dunque selezionare la casa più confacente alle proprie esigenze. Magari stare in periferia non è come svegliarsi guardando il Duomo, ma il nostro portafogli sarà grato dei soldi risparmiati a fine mese.

 

4) Condividere la casa con altre persone: soluzione economica per gli studenti

Per gli studenti universitari che non hanno un lavoro corposo, ma che devono mantenersi sia gli studi che la vita di ogni giorno, potrebbe essere opportuno affittare una stanza piuttosto che una casa. L’ideale sarebbe condividere l’appartamento con altre persone, in maniera tale che si possano dividere le spese delle utenze domestiche, e si possa risparmiare anche sulla spesa.

 

5) Spostarsi a Milano risparmiando

come-risparmiare-a-milano-abbonamenti-mezzi-pubblici-milano

Adesso quello che preme mettere in evidenza concerne lo spostamento in città. In tal senso ricordiamo che è possibile (anzi meglio) spostarsi con i mezzi pubblici piuttosto che con i mezzi propri. Questo vuol dire conoscere tutti i trucchi per potersi avvalere di abbinamenti convenienti e sconti per i biglietti.

Da un lato è possibile abbonarsi ai mezzi pubblici urbani, che consentono lo spostamento esclusivamente all’interno del territorio cittadino, quando non occorre andare da una città all’altra. In alternativa ci sono anche i mezzi interurbani che invece consentono di recarsi a prezzi modici nei paesi dell'hinterland. Infine ci sono gli abbonamenti cumulativi che sommano le zone di competenza. Di norma i prezzi degli abbonamenti a cadenza settimanale si dividono così: 11,30 euro, da 11,90 a 20,60 euro, in basealle zone. In alcuni casi è possibile avere anche accesso ad abbonamenti da 16,30 e 26,50 euro.

Per quanto concerne i canoni mensili invece essi possono essere da 30 euro, da 36,50 a 89 euro, sempre in base alle zone. In alcuni casi anche da 49 a 87,50 euro. Ci sono infine le tessere annuali, che, hanno un costo che parte da minimo 300 euro, ma che in talune circostanze raggiunge valori come 471,50 euro, 462 euro e 731 euro. In genere i bambini hanno considerevoli sconti o non pagano affatto il biglietto se accompagnati dai genitori.

 

6) Le agevolazioni per gli studenti di Milano

Per gli studenti, l’amministrazione ha pensato a delle agevolazioni, così da consentire loro una vita equilibrata e tranquilla dal punto di vista economico. Chi dunque studia a Milano può avvalersi di alcune agevolazioni come quelle della riduzione dei costi degli abbonamenti dei mezzi pubblici (sconti che ricordiamo valgono anche per tutte le donne over 60 e per tutti gli uomini over 65). E poi ancora ci sono dei lavori pensati proprio per i ragazzi che studiano, con degli orari flessibili che consentano loro di non mancare alle attività accademiche, ma al contempo di avere un part time che possa sostentarli dal punto di vista finanziario.

 

7) Comprare libri di seconda mano

Sempre per gli studenti (ma anche per i genitori che mantengono i più piccoli a scuola) un’idea per risparmiare potrebbe essere quella di acquistare libri di seconda mano, piuttosto che girare le librerie e spendere un capitale per i manuali nuovi di zecca. Con il passaparola tra amici e colleghi universitari, verrà fuori l’occasione per poter ottenere il libro di cui abbiamo bisogno, a prezzo non di listino.

 

8) Fissa i giorni a “spesa zero”

Il miglior modo per sopravvivere a Milano economicamente, è quello di stabilire dei giorni a spesa zero. Si tratta di una tecnica attraverso la quale fissarsi delle giornate in cui non spendere assolutamente nulla, quasi a voler conservare e creare un salvadanaio invisibile per la prossima spesa che si intende fare.

 

 

9) Fare benzina presso pompe più economiche

Rimanendo in tema trasporti, chi preferisce per comoditàusare i mezzi propri per spostarsi deve conoscere un valido e semplice trucco. Ovvero quello di andare a fare rifornimento nelle pompe bianche dislocate lungo il territorio della città.

 

Tra le più importanti ricordiamo:

  • Via Giuseppe Ripamonti, 483 e 400
  • Piazza Abbiategrasso
  • Piazza Ovidio
  • Via Ferdinando Bocconi, 15
  • Via delle Forze Armate, 41
  • Via Arona
  • Piazza Giovanni Perego
  • Via Gallarate, 411
  • Via Bovisasca, 201

 

10) Spendere nei discount di Milano

Sicuramente c’è bisogno di saper spendere e dunque risparmiare anche dal punto di vista alimentare. In tal senso, a Milano, come in altre città, ci sono le catene discount dislocate su tutto il territorio. Non c’è nulla di male a spendere in questi supermercati dove vengono venduti prodotti a costi molto bassi, ma al contempo di qualità.

 

11) I mercati rionali milanesi per risparmiare su frutta e verdura

come-risparmiare-a-milano-acquistare-nei-mercati-rionali

Frutta e verdura vanno sempre acquistate fresche, meglio se di stagione, e meglio se prodotti locali. Per tale ragione il risparmio può arrivare solo se si spende presso i mercati rionali di frutta e verdura. Stand e bancarelle propongono questi alimenti a prezzi davvero molto bassi. Addirittura in alcune zone, verso la tarda mattinata vengono calati ancora di più i prezzi, per cui esistono giorni e orari strategici per andare a comprare.

 

12) Mangiare a casa e non al ristorante nella settimana di lavoro

È una regola che vale sia per chi vive a Milano sia per chi vive in un’altra città. Sarebbe opportuno per la pausa pranzo dal lavoro non scendere a mangiare al ristorante. È vero anche che nei pressi degli uffici ci sono ristoranti che propongono menu fissi a prezzi bassi, ma è vero anche in linea generale a fine mese, mangiare ogni giorno fuori significa gravare sul bilancio. Ecco dunque che si invita a portare il pranzo da casa, così da risparmiare e da mangiare anche in modo più salutare.

 

 

13) Acquista regali online

Abbiamo già avuto modo di dire che spendere a Milano potrebbe costare un capitale. Per questo motivo,  se c’è la necessità di fare un regalo, e non si vogliono fare spese pazze, sarebbe più giusto acquistare l’oggetto su internet. In tal modo se abbiamo prefissato un budget non rischiamo di sforarlo andando in giro per negozi in città.

 

14) Utilizzare siti di affiliate marketing

Negli ultimi anni si sono affermati portali di affiliate marketing grazie ai quali è possibile risparmiare sia per persone single che soprattutto per le famiglie, continuando ad acquistare quotidianamente quello che si è sempre comprato. Ad esempio nexyiu.com è un portale che propone vari pacchetti che permettono di acquistare servizi e prodotti a prezzi ridimensionati per ogni settore, dal travel ai prodotti per l'auto, dalla tv a pagamento, ai servizi di noleggio auto.

 

15) Annotare le spese che si fanno

Abbiamo ormai capito che Milano è fatta di prezzi un po' alterati. Dunque per capire come mettere in atto il risparmio giorno dopo giorno, si consiglia di avere un quadernetto in cui annotare le spese fatte e il valore delle stesse. In questo modo non dimenticheremo dove abbiamo comprato un determinato prodotto a prezzo d’occasione, potendo dunque ritornare in loco e rifare la spesa in economia.

 

16) Risparmiare a Milano? Cercare di limitare le uscite

come-risparmiare-a-milano-limitare-le-uscite

Le rinunce non fanno bene, ma esagerare nemmeno è la migliore idea per chi vive a Milano. Questo vuol dire che quando si vive nella città della movida sarebbe opportuno limitare le uscite. Altrimenti si rischia che da cosa nasce cosa, e a fine serata rischiamo di ritrovarci con molti soldi mancanti nel portafogli.

Non potendo dunque fare la brutta figura se si esce in compagnia, la soluzione migliore sarebbe uscire una volta in meno, magari a weekend alterni o una volta a settimana.

Come risparmiare fino al 90% sulle commissioni del bonifico estero

transferwise-widget-cambio

Cliccando sul banner vai direttamente su Transferwise, qui leggi la recensione.

 

azimo-recensione-guida

Cliccando sul banner vai direttamente su Azimo, qui leggi la recensione.

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest