• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Prestiti tra privati, la guida

 

Il prestito tra privati rappresenta una forma di finanziamento che viene erogato tra soggetti privati. Grazie a questo nuovo strumento la persona in difficoltà può ottenere una somma di denaro senza dover ricorrere ad un istituto bancario. Il tasso d’interesse è molto basso, e presenta molti altri punti a favore. Questo in quanto lo scambio di denaro si verifica per l’appunto tra privati, ma senza intermediari finanziari.

 

Il prestito tra privati è un nuovo strumento finanziario in grado di garantire liquidità a chiunque ne abbia bisogno, soprattutto per coloro che avrebbero difficoltà ad accedere a finanziamenti presso istituti bancari.

 

 

Quando ricorrere ai prestiti tra privati

prestito-tra-privati-guida

Quando si può ricorrere ai prestiti tra privati?

Sono molte le situazioni in cui è molto più conveniente ricorrere a questo strumento piuttosto che rivolgersi agli istituti bancari. Il miglior modo di utilizzare questo strumento di erogazione dei prestiti è attraverso l’utilizzo di piattaforme online nate appositamente per questo scopo che mediante il P2P collegano i richiedenti denaro con i creditori, parliamo di P2P lending (puoi approfondire su soldiebitcoin.com).

Tutto l’iter procedurale dunque avverrà sul web, grazie alla compilazione di alcuni moduli contenenti le informazioni minime, utili ai portali per andare a verificate la credibilità del richiedente e i suoi precedenti creditizi.

In alternativa, il prestito tra privati può avvenire anche con familiari e amici, previo contratto stipulato come vedremo di seguito.

 

La questione degli interessi nel social lending

prestito-tra-privati-social-lending

Di solito si ricorre al prestito tra privati quando l’istituto bancario non intende rilasciare la somma richiesta, o non conviene dal punto di vista delle condizioni applicate. In vero, questa nuova operazione creditizia consente di avere accesso ad un tasso di interesse più vantaggioso, che dunque consente al debitore di non restituire la somma di denaro ricevuta con il cappio alla gola.

Sono i soggetti privati che elargiscono la somma a stabilire in che percentuale di interesse vederla ritornare in cassa, ma resta sempre il fatto che quanto stabilito, è più conveniente rispetto alle percentuali applicate dalle banche.

È per tale ragione che questa nuova operazione finanziaria viene considerata più conveniente rispetto al mutuo chiesto in banca (anche perché oggi gli istituti di credito sono diventati molto più rigidi circa i requisiti che una persona deve avere per poter ricevere la somma di denaro richiesta).

Di sicuro dunque, in ogni caso avremo a che fare con uno strumento interessante, altamente competitivo volto a mettere in condizioni migliori il debitore, che sicuramente non dovrà fare a pugni con il tempo e con interessi esosi che non riesce a pagare.

Quanto detto sinora è vero sì, ma a patto che quest’ultimo restituisca la somma entro i tempi stabiliti. In caso contrario infatti si ritroverà dinanzi ad una seconda opportunità, ovvero il creditore gli consentirà di nuovo di poter restituire la somma, ma con una percentuale d’interesse cresciuta.

Si consiglia inoltre di prestare sempre la dovuta attenzione alle eventuali commissioni fisse e/o variabili per ogni richiesta, dipendenti anch’esse dalla classe di appartenenza di rischio dell’utente.

 

 

Contratto di prestito tra privati

Quando decidiamo di affidarci alla soluzione del prestito tra privati, è importante cautelarsi, sia che siamo creditori, sia che siamo debitori. Questo è il motivo per il quale occorre stipulare un contratto, o almeno una scrittura privata, che abbia il medesimo contenuto di un contratto di mutuo. In tal modo il debitore sa che deve rispettare il contenuto del documento controfirmato.

Prevedendo la mancanza di pagamento del dovuto, il contratto dovrebbe contenere anche l’indicazione di un garante che tuteli il creditore. Il contratto generalmente non viene autenticato o registrato, ma è comunque vincolante tra le parti, le quali reciprocamente si impegnano a rispettare.

 

Vari tipi di prestiti tra privati senza interessi

prestito-tra-privati-come-funziona

Trattandosi di uno strumento alternativo, il prestito tra privati è modificabile in base all’esigenza del singolo. D'altronde parliamo di finanziamenti che non hanno intermediari e in alcuni casi (purtroppo) che non hanno garanzie.

 

Vediamo dunque alcune delle più gettonate situazioni inerenti l'operazione finanziaria del prestito tra privati:

  • Prestito tra amici e parenti

Lo scambio di denaro può avvenire legalmente tra parenti o tra due amici, senza che si applichi per causa di forza maggiore un tasso di interesse applicato.

Sebbene ci siano ottimi rapporti con il creditore, o con il debitore, è opportuno cautelarsi sempre. In questo caso si consiglia di stilare una scrittura privata vincolante tra le parti. In tal modo non si incorre nel rischio di perdere il denaro.

 

  • Prestiti tra privati con cambiali

Volendo esiste anche l’alternativa del prestito tra privati con cambiali. In questo caso il creditore decide di avvalersi di un titolo esecutivo prontamente spendibile per poter rivendicare al momento opportuno i propri diritti.

 

Prestito tra privati senza garanzie

Abbiamo poc’anzi spiegato che la particolarità del prestito tra privati è la molteplicità di vantaggi rispetto al classico prestito operato da istituti finanziari. Il prestito tra privati senza garanzie pone numerosi vantaggi nei confronti del ricevente. Più precisamente il ricadente non ha obbligo di dimostrazione di una fonte di reddito o di un terzo garante della sua posizione. Tuttavia deve comunque avere simbolicamente un elemento tale da convincere il creditore ad erogare il prestito.

Senza garanzie dunque potrebbe essere possibile chiedere un prestito e dare come pegno della propria posizione l’immobile di proprietà. Più semplicemente viene istituita un'ipoteca sulla casa, che varrà in assenza della restituzione della somma dovuta. Allo stesso modo si può dare per pegno la casa senza istituire ipoteca. Qualora l’immobile sia affittato ad esempio, si può dimostrare di poter pagare il debito attraverso il canone di locazione.

 

 

Prestito infruttifero tra privati

prestito-tra-privati-famigliari-parenti-infruttifero

Un prestito infruttifero è una forma di finanziamento tra privati e parenti che non stabilisce la suddivisione in rate. Questo vuol dire che la somma ricevuta viene restituita per intero dal richiedente ma senza maggiorazioni.

Questo tipo di finanziamento si pone in essere senza utilizzare costi di apertura e senza stabilire nemmeno una tempistica per la restituzione. Tuttavia per poter avere accesso a questa tipologia di prestito bisogna conoscere nei minimi dettagli il contenuto della normativa vigente, così da non incontrare ostacoli. Le operazioni devono in questo caso più che mai risultare tracciabili, trasparenti e alla luce del solo, per evitare il rischio di strozzinaggio o per evitare movimenti anomali sul proprio conto corrente, e che sia “magicamente“ a di sopra delle possibilità individuali.

 

Prestito tra privati senza busta paga

I prestiti senza busta paga sono fattibili, così come abbiamo spiegato per quelli senza garanzia. Ma resta sempre il fatto che il creditore voglia la prova di potersi rifare su qualcosa per recuperare la somma prestata. Ecco dunque che in assenza di una busta paga è possibile chiedere un prestito fiduciario o con fideiussione.

Nel primo caso parliamo del cosiddetto prestito con garanzia immobile, senza busta paga. Chi è possessore di un immobile dunqueappone un’ipoteca su di esso o su un qualunque bene o servizio che produca delle entrate, e che sia una certezza per il privato che presta soldi.

Nel secondo caso poi si può ottenere attraverso un terzo soggetto, fideiussore, il quale si impegna a restituire il capitale nel caso in cui il debitore risultasse insolvente. Il fideiussore a sua volta però deve basare il suo impegno su una fonte certa di entrate, che può essere uno stipendio, un utile aziendale, il possesso di un immobile o una qualsiasi garanzia che sia sufficientemente solida affinché la finanziaria conceda il credito.

Come risparmiare fino al 90% sulle commissioni del bonifico estero

transferwise-widget-cambio

Cliccando sul banner vai direttamente su Transferwise, qui leggi la recensione.

 

azimo-recensione-guida

Cliccando sul banner vai direttamente su Azimo, qui leggi la recensione.

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest