• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Come avviare una ditta di consegne a domicilio

 

Da quando gli acquisti online sono aumentati ed anche i negozi fisici recapitano i beni acquistati fino a destinazione, quella delle consegne a domicilio è diventata un’attività in cui vale davvero la pena investire.

 

Il servizio delivery è tra i più apprezzati e ricercati dalle persone, in qualunque settore, dalla ristorazione, all’abbigliamento, alla cosmesi, ai prodotti di supermercato. Comodo e facile da usare, rende gli acquisti un vero spasso. Dopo averli pagati infatti non dobbiamo far altro che aspettare qualche giorno per venirne in possesso senza muoversi dal proprio domicilio.

 

 

La comodità di vedersi recapitare quanto acquistato direttamente sull’uscio di casa è ormai un valore aggiunto che i clienti amano negli ecommerce e ricercano anche nei negozi fisici che offrono questo servizio.

Per cui se hai deciso di intraprendere una libera attività imprenditoriale, la consegna a domicilio può rivelarsi un’opportunità di guadagno di notevole importanza.

Dal momento che il servizio delivery è molto impiegato sia dai negozi reali che da quelli virtuali, per un’agenzia di consegne trovare clienti non è difficile.

In questo articolo guida spiegheremo come fare per avviare una ditta di consegne a domicilio.

 

Aprire una ditta di consegne a domicilio: Costi e guadagni

come-aprire-ditta-spedizioni

Un primo punto da esaminare per l’apertura di una ditta di consegne a domicilio concerne i costi. Trattandosi di un’attività recente, in cui non esiste nemmeno una grande competitività, per avviare un'agenzia di delivery basta davvero un piccolo budget.

Puoi gestire la ditta anche senza personale (eccezion fatta per chi effettua le consegne), e non necessariamente devi disporre di un locale o una sede fisica. Il che ti fa risparmiare su costi di affitto e su utenze. In pratica le poche spese da affrontare concernono l’acquisto di furgoni per le consegne e la stipula di polizze assicurative che rendano gli spostamenti di tali furgoni più sicuri. Ad esempio per risparmiare puoi confrontare le migliori polizze online per il furgone sul portale www.Preventiviassicurazioneonline.com.

In termini di guadagno puoi riuscire a raggiungere grandi soddisfazioni, anche nel giro di poco tempo, dal momento che la richiesta in ambito di consegne a domicilio è vastissima. Dalla spesa a casa ai farmaci a domicilio, dal food delivery ai servizi di accompagnamento o navetta, puoi rivolgerti a target diversi e far crescere la rua attività nel giro di poco tempo.

 

 

I requisiti per aprire un'agenzia di delivery

Anche per i requisiti da avere, non si tratta di un'attività esigente, dal momento che non serve una particolare preparazione, o delle doti specifiche. Non per forza bisogna avere una laurea, né tantomeno bisogna aver seguito dei corsi o aver conseguito dei titoli ad hoc.

Vero è comunque, che avere una buona propensione all’idea imprenditoriale e sapersi approcciare ai clienti, potrebbe essere un plus ulteriore che faciliterà la gestione di tutta l'attività.

Trattandosi di un ambito relativamente nuovo e in cui non ci sono molti competitors in giro sul territorio nazionale, si può aspirare a diventare un vero punto di riferimento per le consegne a domicilio sia nella propria città che al di fuori di essa.

 

Normativa ed iter burocratico per avviare una ditta di consegne

come-aprire-agenzia-delivery

Dopo aver analizzato la questione dei costi e dei requisiti, devi informarti con molta attenzione sulle norme che vigono nella città in cui intendi stanziare la sede dell’attività. In questo ambito infatti, vanno prese in considerazione le disposizioni varate dal Comune di riferimento. Per tale ragione c’è bisogno di studiare il corpo normativo e conoscere tutte le regole al fine di evitare possibili problematiche burocratiche.

E a proposito di burocrazia, sappi che per perfezionare la nascita della tua agenzia dovrai seguire i classici step, come l’apertura della partita Iva presso l'Agenzia delle Entrate competente, l’iscrizione presso il Registro delle Imprese e il perfezionamento della propria posizione presso gli enti previdenziali come l'INPS.

Se propendi per avere un ufficio, ci vorrà anche la dichiarazione inizio attività al comune di appartenenza e la richiesta di permessi per eventualmente affiggere un’insegna.

 

 

La scelta del target di riferimento

A fare la differenza in una ditta di consegne a domicilio, è il pacchetto clienti a cui ci si rivolge. Questo dovrebbe pertanto spingerti ad effettuare un’attenta analisi di mercato relativa alle esigenze della clientela e alle attività dei competitor.

Sono i clienti che hanno bisogno di sentirsi soddisfatti ed essere ben predisposti ad affidarsi al tuo servizio per quello che ricevono più volte nel tempo.

 

Il personale

In agenzia non occorre un corposo personale, ma puoi tranquillamente gestire tu il rapporto con i clienti. Tuttavia dovrai per causa di forza maggiore avere un team che si occupi esclusivamente  della consegna.

Per ogni collaboratore dovrai organizzerai la zona di competenza per le consegne gli fornicari un mezzo di trasporto e il materiale necessario per la consegna (contenitori e borse per trasportare i prodotti in modo sicuro).

 

Sii attento al packaging e ai dettagli

come-aprire-ditta-consegne

Dal momento che si tratta di un’agenzia di consegne a domicilio, per dimostrare che il tuo sia un servizio di qualità e meritevole di essere tenuto in considerazione, devi prestare molta attenzione ai dettagli. Per la tua attività, i dettagli si racchiudono nel packaging dei prodotti, che va realizzato con estrema cura.

Scegli il materiale adatto, personalizza sacchetti e buste con il logo della tua agenzia o con un simbolo ben identificabile. In questo modo renderai l’attività più riconoscibile agli occhi dei clienti.

 

 

Promuovi il servizio di delivery attraverso i tuoi canali Social

Se vuoi aprire una ditta di consegne a domicilio, soprattutto ora che il delivery sta prendendo quota, devi porre in essere una strategia di comunicazione efficace utilizzando i Social Network. Attraverso le piattaforme oggi più in voga, promuovi la tua attività, magari offrendo anche dei prezzi contenuti e un servizio ugualmente di qualità.

Volendo, puoi anche sfruttare le potenzialità di Google My Business, l’autentico biglietto da visita messo a disposizione da Google per il local advertising.

 

Aprire una ditta di consegne a domicilio in franchising

Per evitare di sbagliare e sperperare capitali, per chi non sa come muovere i primi passi nel settore, potresti propendere per un franchising. Un’attività imprenditoriale del genere, pur avendo costi contenuti, va messa in piedi prestando attenzione ai punti giusti. Per questo, affiliarsi ad un’azienda madre potrebbe essere un modo come un altro per avere un’agenzia di consegne a domicilio ma avvalendosi di una maggiore sicurezza.

Affidarsi ad un marchio già esistente è quindi noto, vuol dire avere maggiori garanzie di successo, evitando i tipici errori dettati dall’inesperienza. La ditta madre infatti si offre di preparare i suoi affiliati dalla A alla Z, segue ogni loro piccolo passo, insegnandogli anche l’approccio al mercato e la fidelizzazione del cliente. Al contempo istruisce i neo imprenditori a gestire come si deve i propri capitali.

Inoltre, un’azienda con un’attività già avviata può fornirti gli strumenti e le dritte per essere operativo ed efficiente sin da subito, rendendo la tua agenzia qualitativamente migliore sin dalla primissima apertura. Sebbene infatti non sia questo un settore in cui bisogna avere particolari conoscenze, è giusto affrontare il rapporto con clienti facendosi coadiuvare da chi conosce già il settore nel quale si dovrà lavorare.

Come risparmiare fino al 90% sulle commissioni del bonifico estero

transferwise-widget-cambio

Cliccando sul banner vai direttamente su Wise (ex Transferwise), qui leggi la recensione.

Qui invece puoi leggere le nostre opinioni su sicurezza e affidabilità del servizio.

 

azimo-recensione-guida

Cliccando sul banner vai direttamente su Azimo, qui leggi la recensione.


FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest