• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Quanto guadagna un elettricista

 

Quanto guadagna un elettricista? Qual è lo stipendio medio annuo di un elettricista alle prime armi o specializzato e con tanti anni di esperienza? Qual è la paga oraria media in Italia?

 

Se ad oggi esiste una professione che non conosce (per fortuna) crisi è sicuramente quella dell’elettricista. Pur trovandoci in una situazione di crisi nel mondo del lavoro, stiamo parlando di un professionista che trova sempre il suo bel posticino sul mercato.

 

 

Nel corso degli anni la figura dell'elettricista è cambiata, si è evoluta modernizzandosi, sono nati anche dei percorsi di studio appositi, fatti proprio per dare ai professionisti del futuro una preparazione diversa e ben adeguata al progresso che sta avendo la società.

 

quanto-guadagna-un-elettricista

I settori che si avvalgono di questa figura professionale sono sempre di più, a partire dell’edilizia, passando per le industrie e le fabbriche di impiantistica. Ovunque si necessita di un impianto elettrico, occorre un esperto, formato, e in grado di risolvere con le proprie conoscenze e la propria manualità i problemi del cliente.

Stiamo parlando di un lavoro duro, dove il sacrificio e la dedizione fanno da padroni, ma è vero anche che se seguito nel modo giusto, questo percorso professionale può portare a non poche soddisfazioni, soprattutto in campo economico.

Sia chi esercita l’attività in autonomia che chi lavora alle dipendenze, può ritrovarsi una bella entrata a fine mese, purché ovviamente la persona in questione sia in grado di garantire efficienza e lavori di qualità.

Le componenti che influenzano lo stipendio di un elettricista sono tante. Molti a volte credono si tratti di un lavoro non ben pagato, invece ultimamente è stato molto rivalutato, e grazie anche alla bravura del lavoratore, scaturente anche da una formazione teorica ad hoc, trovare clienti è sempre più semplice. Se l’elettricista è davvero bravo, si distingue da altri colleghi e sa fare la differenza, il guadagno potrebbe diventare allettante.

Le domande a cui vogliamo quindi provare a dare una risposta e che abbiamo posto a chi si muove in questo settore con successo da anni, stiamo parlando di Elettroclick.com - Shop online di Materiale elettrico, sono: qual è il guadagno di un elettricista? Qual è la paga oraria? Quanto davvero fanno la differenza esperienza e conoscenza?

 

 

Il guadagno medio di un elettricista

qual-e-lo-stipendio-elettricista

Da quanto hai già potuto dedurre, un elettricista può guadagnare cifre non di poco conto se impara a muoversi nel mercato di riferimento. Un esperto, capace di far parlare di sé, e capace quindi di raccogliere un bacino di clienti quanto più fitto possibile, supera anche i duemila euro al mese netti come stipendio.

Oltre però alla bravura che come detto viene al primo posto, ci sono altre variabili che possono far lievitare la cifra appena indicata. Ad esempio il luogo in cui lavora l’elettricista, la concorrenza sul mercato, i prezzi che propone, i preventivi (che per trovare un equilibrio tra qualità e convenienza devono sempre aggirarsi su costi abbordabili per il cliente).

Pur essendo un mestiere che non richiede un titolo di studio, la cultura dell’elettricista non solo nel suo campo, ma in linea generale può rappresentare un plus aggiunto che fa lievitare il suolo valore nel mondo del lavoro.

La capacità manuale, la sua dimestichezza con gli arnesi del mestiere, sono altri fattori che positivizzano il guadagno finale, per cui è importante anche poter garantire che il lavoro venga ultimato come si deve.

Facciamo un esempio pratico: se un elettricista ha difficoltà ad approcciarsi con il cliente, è sgarbato, parla male in italiano, non ispirerà fiducia quanto un collega che invece ha una buona dialettica, sa interfacciarsi con i clienti e riesce ad accattivarli con i suoi modi. Insomma, per quanto la bravura sia importante, anche il contorno ha una sua importanza.

Una buona presentazione, sia del lavoro che della persona, porta i guadagni a salire in maniera considerevole. I clienti tenderanno a fidelizzarsi, a parlare di te, e aumenteranno step by step. Accanto a ciò, anche il ruolo e la specializzazione nella materia influenzano lo stipendio mensile: se l’elettricista è un generalista, ovvero che sa muoversi solo con le conoscenze di base, non può aspettarsi di avere un guadagno mensile superiore a 1200/1500 euro. Più invece saranno le branche di sua conoscenza, maggiori saranno i lavori, e di conseguenza cresceranno anche i guadagni.

La remunerazione base per un profilo non molto esperto non va oltre i 20 mila euro all’anno, che tendono a crescere man mano che si sviluppa maturità nel settore. Ci sono di contro dei professionisti altamente esperti e specializzati che all’anno vantano un guadagno di circa 40 mila euro a salire.

Se stai muovendo iprimi passi e qualche azienda ha deciso di prenderti al suo interno come apprendista, allora il tuo guadagno non andrà oltre i 10/15 mila euro netti all'anno. Ovviamente se decideranno poi di assumerti la posizione retributiva andrà rivalutata non solo sulla base delle tabelle del CCNL di settore ma anche sulla base dell’esperienza maturata all’interno dell’azienda stessa.

 

 

I guadagni ad ore per un elettricista, la tariffa oraria

tariffa-oraria-elettricista

Non possiamo non tenere conto del fatto che un elettricista, oltre ad avere conoscenze del suo settore, deve anche masticare un po' di meccanica e un po' di telefonia. Avere conoscenze nei settori come il cablaggio, la manutenzione, o in materia di motori e trasformatori, può rappresentare un valore aggiunto che tende a diventare determinante per la richiesta mossa dalle aziende.

Più saranno le tue materie di competenza e più vedrai crescere l’offerta remunerativa mensile. Detto in altri termini, se si parla di un professionista tuttofare, completo in ciò che sa e in ciò che fa, difficilmente lo stipendio proposto potrà essere esiguo e inadeguato alle proprie aspettative.

Se vogliamo quindi parlare di tariffa oraria possiamo dire che un elettricista specializzato che sa muoversi nel settore fino a svolgere i lavori più particolari possibili, può arrivare a guadagnare anche 100 euro l’ora. Ovviamente maggiore sarà la paga, maggiori saranno le responsabilità che il datore di lavoro gli darà. Se qualcosa va storto durante il lavoro, sarà compito dell’elettricista risolvere il problema.

 

 

Guadagni elettricista: Differenze tra nord e sud

Ci teniamo infine a sottolineare che anche il luogo in cui ti trovi fa la differenza. Al nord Italia, molte categorie di lavoratori sono molto meglio pagate rispetto al meridione.

Vero è comunque che al sud il costo della vita è più basso, e quindi le paghe sono commisurate al caro vita. Per cui la differenza di stipendio, seppur non tanto notevole esiste e in un certo senso si giustifica, fermo restando che bravura e competenze saranno sempre ripagate.

Come risparmiare fino al 90% sulle commissioni del bonifico estero

transferwise-widget-cambio

Cliccando sul banner vai direttamente su Wise (ex Transferwise), qui leggi la recensione.

Qui invece puoi leggere le nostre opinioni su sicurezza e affidabilità del servizio.

 

azimo-recensione-guida

Cliccando sul banner vai direttamente su Azimo, qui leggi la recensione.


FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest