• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

December Global Holidays

 

Cos'è il December global holidays doodle di Google? In questo articolo guida andremo a spiegare di cosa si tratta in ogni dettaglio, inserendo l'immagine anche del December global holidayd doodle del 1 dicembre 2020.

 

Ebbene il December Global Holidays è il nome che mamma Google ha dato al doodle del 1 dicembre per festeggiare l'arrivo delle vacanza natalizie che comprendono anche quelle della vigilia di Capodanno e Capodanno.

Anche se come vedremo in quasi tutti i Paesi del mondo dicembre, l'ultimo mese dell'anno è ricco di feste e celebrazioni, non solo in Europa ed in America, ma anche in Asia, in Africa ed in Oceania.

 

 

Ma cosa sono i doodle?

I doodle non altro che sono una modifica grafica del logo Google dedicata a particolari eventi, celebrazioni, ricorrenze, fatti di notevole interesse. Ad esempio Google modifica il suo logo per l'arrivo delle feste natalizie e quindi abbiamo il "December global holidays doodle", o per Halloween, per l'arrivo delle primavera.

Ma anche per l'inizio di eventi sportivi di primo piano come le olimpiadi, i campionati del mondo do calcio, o ancora per anniversari di personaggi che hanno fatto la storia come scenziati, artisti, politici, eccetera.

Il doodle nasce nel 1998 per mano proprio dei fondatori Larry Page e Sergey Brin. Il primo doodle in homepage celebrava il festival del Burning Man proprio il 30 agosto 1998.

 

December global holidays doodle 2020

december-global-holidays

Il doodle December global holidays del 1 dicembre 2020 è una modifica molto carina al logo Google in tema natalizia. Troviamo sempre le classiche lettere del motore di ricerca più famoso al mondo. Parte quindi immediatamente l'animazione in cui compare un uccellino giallo che inizia a decorare le lettere del logo con deliziose luci di Natale, le classiche che troviamo appese ad un albero di Natale.

Pochi sono i mesi dell'anno che presentano tante celebrazioni multiculturali come dicembre. L'ultimo mese dell'anno è un "mondo di vacanze". Diamo un'occhiata ad alcune delle festività di dicembre celebrate in tutto il mondo.

 

 

Celebrazioni nel mondo nel mese di dicembre

Natale e Babbo Natale

december-global-holidays-doodle-google-vacanze-natale-babbo-natale

Nella fede cristiana, il Natale è la celebrazione storica della nascita di Gesù Cristo. Che siano celebrate per questo motivo religioso o esclusivamente come celebrazione culturale, le tradizioni natalizie variano in tutto il mondo. Mentre gli americani e gli europei festeggiano con alberi di Natale, con i regali di Babbo Natale, con immagini di paesaggi innevati, il Natale cade durante l'estate australiana, dove è popolare e tradizione andare in campeggio o in spiaggia durante le vacanze. Alcuni australiani decorano un "Christmas Bush", un albero nativo australiano con piccole foglie verdi e fiori che diventano rossi durante l'estate.

In Inghilterra, le tradizioni natalizie sono simili a quelle degli Stati Uniti, ma invece di lasciare latte e biscotti per Babbo Natale, i bambini lasciano un dolce tradizionale inglese, il mince pie e del brandy per allietare l'arrivo del celebre personaggio.

In Islanda, la capitale Reykjavik si trasforma in un paese delle meraviglie invernale con il suo mercatino di Natale e per i bambini non c'è un solo Babbo Natale, ma ben tredici, conosciuti come Yule Lads. Arriva uno di essi ogni notte nei tredici giorni che precedono il Natale, lasciando piccoli doni nelle scarpe lasciate sui davanzali.

 

 

Hanukkah

Hanukkah, o Chanukah, è una celebrazione ebraica di otto giorni che commemora la ridedicazione del Secondo Tempio di Gerusalemme in seguito alla rivolta dei Maccabei. Coloro che hanno presenziato alla ridedicazione hanno assistito a quello che credevano fosse un vero e proprio miracolo. Anche se non c'era abbastanza olio non contaminato per mantenere accese le candele della menorah per un solo giorno, le fiamme inspiegabimente hanno continuato a bruciare per otto notti.

Conosciuto anche con il nome di Festival delle Luci, Hanukkah inizia il 25 di Kislev nel calendario ebraico (Kislev è il mese in cui cade la festività di Chanukah, detta festa delle luci, nel 25º giorno del mese). Le celebrazioni ruotano attorno all'illuminazione della menorah. In ognuna delle otto notti della festa, un'altra candela viene aggiunta alla menorah dopo il tramonto.

La nona candela, chiamata shamash ("aiutante"), serve per accendere le altre. Solitamente, vengono recitate preghiere e benedizioni e vengono mangiati cibi tradizionali di Hanukkah come frittelle di patate (latkes) e ciambelle ripiene di marmellata (sufganiyot) che vengono fritte nell'olio. Altre usanze di Hanukkah includono il gioco con i dreidel e lo scambio di doni.

 

Kwanzaa

Kwanzaa è una celebrazione creata negli USA dal Dr. Maulana Karenga nel 1966 dopo le rivolte di Watts a Los Angeles. La festa inizia il 26 dicembre e continua fino al 1 gennaio dell'anno successivo. Lo scopo di questi giorni festivi è quella di onorare l'eredità africana presente nella cultura afro-americana.

Qual è il significato di Kwanzaa? Il nome Kwanzaa deriva dalla frase “matunda ya kwanza” che in swahili significa “primizie”.

Ogni famiglia celebra il Kwanzaa a modo suo, ma le celebrazioni spesso includono canti e danze, tamburi africani, narrazione, lettura di poesie e un sostanzioso pasto tradizionale. In ciascuna delle sette notti, le famiglie si riuniscono e un bambino accende una delle candele sul Kinara, quindi si discute su uno dei sette principi, valori ed emblemi della cultura africana. Il 31 dicembre si tiene una festa africana, chiamata Karamu.

 

 

Santo Stefano

Santo Stefano, denominato "boxing day" è una festività che si svolge il 26 dicembre in alcuni Paesi. La festa nacque in Inghilterra durante il Medioevo. Era il giorno in cui si aprivano le cassette delle elemosine, cassette per la raccolta dei poveri spesso custodite nelle chiese, e si distribuiva il loro contenuto, tradizione che ancora avviene in alcune zone. Era anche il giorno in cui tradizionalmente ai servitori veniva concesso il giorno libero per festeggiare il Natale con le loro famiglie.

Il Boxing Day è diventato un giorno festivo nel Regno Unito, Canada, Australia e Nuova Zelanda, tutte nazioni anglofone e facenti parte della sfera inglese. In Inghilterra, le partite di calcio e le corse dei cavalli si svolgono spesso il giorno di Santo Stefano.

Gli irlandesi si riferiscono alla festa come il giorno di Santo Stefano e hanno la loro tradizione chiamata caccia allo scricciolo (uccello passeriforme della famiglia Troglodytidae), in cui i ragazzi allacciano un falso scricciolo a un palo e lo sfilano per la città. Le Bahamas celebrano il Santo Stefano con una parata di strada e un festival chiamato Junkanoo.

 

Omisoka

december-global-holidays-doodle-google-omisoka

Omisoka è la festa del capodanno giapponese, molto simile al nostro Capodanno, ma con una derivazione religiosa. E' considerato il secondo giorno più importante nella tradizione giapponese poiché è l'ultimo giorno dell'anno vecchio e la vigilia di Capodanno, il giorno più importante dell'anno. Le famiglie si riuniscono a Omisoka per l'ultima volta nel vecchio anno per mangiare una ciotola di toshikoshi-soba o toshikoshi-udon, una tradizione basata sul consumo di lunghi noodles realizzati con grano saraceno.

A mezzanotte in molti visitano santuari o templi per Hatsumōde. I santuari shintoisti preparano l'amazake una bevanda tradizionale preparata con riso fermentato e la maggior parte dei templi buddisti ha grandi campane fuse che vengono suonate una volta per ciascuno dei 108 desideri terreni che si ritiene causino sofferenza umana.

Come risparmiare fino al 90% sulle commissioni del bonifico estero

transferwise-widget-cambio

Cliccando sul banner vai direttamente su Wise (ex Transferwise), qui leggi la recensione.

Qui invece puoi leggere le nostre opinioni su sicurezza e affidabilità del servizio.

 

azimo-recensione-guida

Cliccando sul banner vai direttamente su Azimo, qui leggi la recensione.


FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest