• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Quanto costa un funerale?

 

Quanto costa un funerale? Tutti i prezzi dal funerale economico low-cost al funerale extra lusso. Quanto costa un funerale con inumazione, tumulazione e cremazione.

 

Per quanto sia triste pensarlo, la vita di ognuno di noi è destinata presto o tardi a concludersi con la morte. Sebbene si tratti di un evento traumatico quando la morte concerne un nostro caro, non dobbiamo farci cogliere impreparati dallo spiacevole evento, e dobbiamo affrontare il discorso esequie con un certo margine di freddezza, per quanto la situazione lo consenta.

 

 

Durante l’organizzazione della sepoltura, nella scelta di ciò che consideriamo più confacente alla nostra necessità, è giusto valutare anche il prezzo del funerale. Ma quanto costa un funerale e quali sono gli aspetti che fanno lievitare il prezzo? Abbiamo posto la domanda a chi si occupa e offre ogni giorno questi servizi, gli amici di onoranzefunebriamilano.it.

 

 

Quanto costa un funerale? Considerazioni generali

quanto-costa-un-funerale

Stiamo parlando di una situazione delicata, di un momento che offusca la mente, dove il dolore ti prende e dove l’ultima cosa che andresti a badare sarebbe proprio il costo. Eppure anche nel caso della morte non si può non parlare dell’aspetto economico, dal momento che le valutazioni da fare sono tante,  così come sono molteplici i servizi offerti dalle agenzie di onoranze funebri.

Una prima considerazione da fare, non a caso, è proprio correlata al fatto che un funerale può costare più o meno tanto a seconda del tipo di sepoltura, dei servizi ulteriori che si richiedono, della tipologia di cerimonia che si vuole organizzare.

Ma soprattutto tutto dipende dal budget che si ha a disposizione. Che si tratti di una cerimonia sobria o di una cerimonia lussuosa, che sia lowcost o semplice, è importante scegliere in che modo salutare per l'ultima volta la persona cara che si è perso.

Se vogliamo parlare di costi medi, un funerale completo, incluso di quei servizi necessari a cui quasi nessuno rinuncia, ma senza strafare, ha un costo che oscilla tra i 1500 e i 3000 euro (a cui aggiungere poi anche i diritti comunali). Piu la qualità di ciò che si sceglie sale, più il prezzo lievita, e come vedremo più avanti in base alla sepoltura, è possibile che un funerale possa costare anche più di 4 mila euro.

 

Quali fattori incidono sul prezzo del funerale?

Per capire il motivo per il quale il costo di un funerale può lievitare, vanno considerati alcuni aspetti. In primis il tipo di cassa, così come il materiale impiegato per la sua realizzazione nonché la lavorazione della bara stessa.

In secondo luogo vi è il servizio di vestizione, igienizzazione della salma, senza dimenticare il trasporto della cassa con il defunto dal luogo della cerimonia fino al cimitero. Anche il tipo di sepoltura andrà ad inficiare sul costo finale del funerale.

Questo certo non vuol dire che per risparmiare o spendere meno, uno di questi servizi deve essere escluso. A fare la differenza è la qualità del servizio, il tipo di richiesta che si fa alle onoranze funebri per tutto l’iter.

Il prezzo finale del funerale tende poi a lievitare ulteriormente se si richiedono dei plus ulteriori, ovvero dei servizi accessori, come ad esempio l’impiego della camera ardente, la preparazione di omaggi floreali, i necrologi da affiggere in città, l’avviso di lutto, il drappo fuori l’abitazione, la realizzazione e preparazione della lapide e tanto altro ancora.

 

 

Quanto costa un funerale? Necessità di un preventivo

In base a quanto detto sinora, e onde evitare che il conto presentato dalle onoranze funebri possa essere salato, sarebbe opportuno farsi fare un preventivo prima di dare il via alle organizzazioni delle esequie. In questo modo avrai maggiore contezza della spesa che devi affrontare, e qualora la somma proposta non sia confacente alle tue esigenze e alla tua tasca, avrai l’opportunità di invertire il senso di marcia, magari rivolgendoti ad un’agenzia funebre che ti faccia risparmiare proponendo gli stessi servizi alla medesima qualità.

Ci sono molte persone che per fronteggiare le spese di un funerale sono costrette a farsi fare un prestito o a rateizzare la somma dovuta. Stante a delle statistiche recenti condotte sul suolo nazionale, un terzo dei nostri connazionali si rivolge ad istituti di credito per il pagamento dei funerali dei propri parenti.

 

Quanto costa un funerale con inumazione?

quanto-costa-un-funerale-con-inumazione

E veniamo ora alla distinzione pratica dei funerali e ai rispettivi prezzi. Un funerale con inumazione comporta un servizio di sepoltura del feretro a terra. Questo permette ai parenti del defunto di risparmiare sull’acquisto di un loculo cimiteriale. Il costo del funerale in questo caso si aggira intorno ai 2000€ a salire (in virtù sempre dei servizi per cui si opta, come abbiamo spiegato poc’anzi).

 

 

Quanto costa un funerale con tumulazione?

Un funerale con tumulazione comporta invece un servizio di sepoltura del feretro all’interno di un loculo. Chi si occupa quindi dell’organizzazione delle esequie deve far rientrare nel proprio budget anche l’acquisto di un loculo, il cui prezzo varia in base al comune in cui si vuole seppellire il defunto.

In questo caso, oltre alla cassa, c’è bisogno anche di utilizzare una doppia cassa in zinco, per una maggiore protezione del feretro (che comunque a lungo andare sarà interessato dal naturale processo di decomposizione). Bisogna poi far realizzare una lapide, sia essa in marmo o in travertino, con decorazioni, scritte, dediche, portafoto e lumi, che cambiano in base a quanto si vuole spendere.

Il costo di un funerale con tumulazione si aggira intorno ai 4000 Euro (ed anche più).

 

Quanto costa un funerale con cremazione?

quanto-costa-un-funerale-con-cremazione

Molto di tendenza negli ultimi anni è diventato il funerale con cremazione finale. Come nel resto del mondo, anche dalle nostre parti è diventata pratica diffusa, sebbene necessiti di un’autorizzazione precisa. Per poter far cremare una salma, occorre infatti che il defunto abbia in vita espresso questa volontà in maniera chiara, attraverso una disposizione testamentaria con conseguente iscrizione alla società per cremazione o con la trasmissione verbale dei parenti più prossimi.

Solo in presenza di ciò, viene rilasciato l’atto di autorizzazione nel comune presso cui si verifica il decesso o in alternativa in quello di residenza.

Qualcuno, al di là delle proprie credenze personali religiose e morali, è convinto che con la cremazione si risparmi sul costo finale del funerale. In realtà è l’esatto opposto, in quanto non solo avviene la normalissima celebrazione funebre con annessi e connessi che ti impongono le classiche spese di organizzazione, ma poi si deve affrontare anche la spesa per il servizio di cremazione.

La spesa per il servizio di cremazione, comunque, è regolata da una tabella ministeriale, che si adegua ogni anno al tasso di inflazione. In generale comunque, si aggira intorno a 500 Euro (e più) oltre IVA. A questo punto si devono aggiungere anche le spese inerenti al disbrigo delle pratiche burocratiche, all’affidamento o alla eventuale dispersione delle ceneri.

In pratica non vi è risparmio nemmeno sulla scelta della bara, dal momento che per una cerimonia funebre di tutto rispetto, sarebbe inopportuno selezionare una cassa di conservazione di bassa qualità, pur dovendo essa stessa esser bruciata con il feretro.

 

 

Quanto costa un funerale economico lowcost?

Come avrai avuto modo di capire il funerale in generale non ha un costo irrisorio. Tuttavia per venire incontro alle esigenze di chi non ha le possibilità economiche di spendere cifre esorbitanti, molte agenzie di pompe funebri propongono pacchetti lowcost di circa 1000 Euro. Un vero affare per chi ha bisogno di risparmiare e vuole ugualmente dare una sepoltura dignitosa al proprio caro defunto.

Sono tante le onoranze funebri a proporre questo servizio a basso costo: cerca solo di fare attenzione alla qualità di quello che ti viene offerto, e soprattutto verifica che la parte burocratica sia curata nei minimi particolari. In fondo la truffa è sempre dietro l’angolo, dal momento che non c’è sentimento di dolore o di immane tristezza a frenare gli accattoni pronti ad arricchirsi sulla pelle altrui.

Come risparmiare fino al 90% sulle commissioni del bonifico estero

transferwise-widget-cambio

Cliccando sul banner vai direttamente su Wise (ex Transferwise), qui leggi la recensione.

Qui invece puoi leggere le nostre opinioni su sicurezza e affidabilità del servizio.

 

azimo-recensione-guida

Cliccando sul banner vai direttamente su Azimo, qui leggi la recensione.


FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest