• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Com'è cresciuto il mercato online di integratori alimentari post lockdown: dossier

 

Dall’inizio dell’emergenza Covid i consumatori hanno dovuto cambiare il loro approccio a riguardo degli acquisti e del modo di comprare su ciò che consideravano necessario. In particolare, in vista del fatto che il lockdown ha costretto tutti a rimanere chiusi in casa, è andato sempre più intensificandosi l’uso dell’acquisto sul web. Abitudine questa che ha coinvolto molti prodotti, tra cui, anche gli integratori alimentari, visti come una manna dal cielo per esorcizzare questo maledetto virus.

 

Il settore degli integratori sta prendendo quota sugli ecommerce, con un giro d’affari considerevole che è cresciuto esponenzialmente in valore percentuale nell'ultimo anno.

 

 

È boom di ecommerce

ecommerce-integratori-alimentari-covid

Possiamo parlare di un vero boom per gli ecommerce, ormai sempre più utilizzati in Italia, anche per le compere di tutti i giorni. Se fino a qualche mese fa i prodotti maggiormente venduti nella rete erano viaggi, assicurazioni, ticket, dispositivi elettronici e abbigliamento, oggi il mercato online si è ampliato ancora di più con un numero sempre più alto di richieste su tante altre tipologie di prodotti.

Di questo boom ha risentito anche il settore alimentare e soprattutto gli integratori, che hanno raggiunto l’apice della domanda in piena emergenza Covid-19.

Il volume d’affari che gli ecommerce hanno visto crescere negli ultimi mesi ha coinvolto tutti gli Stati, non solo l’Italia. Basti pensare che in Paesi come Stati Uniti, Germania e Regno Unito che vengono considerati Paesi già maturi, digitalmente più evoluti e dove l’ecommerce è un canale consolidato sia per i consumatori (ma soprattutto per tutti gli operatori del settore), gli acquisti online sono quasi raddoppiati. L’Italia sta ora provandosi a mettersi in carreggiata.

 

 

Gli integratori alimentari Online

ecommerce-integratori-alimentari-covid-business

Gli integratori alimentari fanno parte di una categoria molto delicata, la cui penetrazione nel mercato online è ancora agli inizi. I dati lasciano comunque pensare che in un futuro imminente la domanda salirà anche per questo tipo di prodotti di nicchia, dal momento che molte persone hanno già sperimentato l’acquisto sul web degli integratori alimentari durante la quarantena forzata, ritenendosi pienamente soddisfatti.

Oggi la rete comunicativa, le informazioni affidabili e serie su internet sono tante. Per cui il consumatore è entrato nell’ottica di potersi divincolare dai consigli del farmacista o del parafarmacista: ha capito dunque che l’integratore più adatto alle proprie esigenze può essere scelto in totale autonomia, anche stando comodamente a casa.

Tale deduzione nasce sulla base degli acquisti frequenti e considerevoli effettuati in tale direzione durante il periodo di chiusura vissuto qualche mese fa. Le aziende hanno visto crescere le richieste dei clienti, i quali non potendo uscire (se non per comprovati motivi di necessità) per causa di forza maggiore hanno dovuto fare i conti con l’acquisto online per fare le spese e gli acquisti di quanto avevano bisogno.

 

 

Le analisi di mercato

Quanto sinora detto emerge da alcune analisi di mercato e del suo andamento che molti enti e associazioni (come Integratori Italia – Unione Italiana Food, che ha studiato i dati di New Line Ricerche di Mercato; nonché Avedisco, Associazione vendite dirette servizio consumatori) hanno elaborato osservando il comportamento degli italiani durante l'emergenza coronavirus.

Appare dunque evidente come il consumatore abbia cambiato approccio all’acquisto degli integratori alimentari, di cui non si sono privati nemmeno durante il periodo di isolamento da lockdown. Anzi, forse anche lo stress psichico provocato da quella chiusura forzata, ha favorito l'incremento degli acquisti vitaminici, o di qualunque altro tipo di integratore.

Più nel dettaglio la vendita online di integratori è cresciuta a dismisura per probiotici e sali minerali, nonché per vitamine con una percentuale di oltre il 30%. Molto richiesto sono stati anche gli integratori utili a favorire il riposo notturno (+21,2%) e quelli assunti per il rafforzamento del sistema immunitario (+30,2%), con prodotti che sono esplosi come l'integratore con fermenti lattici Yovis. L'aumento degli acquisti dei multivitaminici inoltre ha riguardato anche la GDO, con un corposo +5,7%.

La situazione di emergenza sanitaria ha pertanto agevolatol’uso del canale delle farmacie e parafarmacie online. Queste strutture ha conosciuto negli ultimi quattro anni un tasso di crescita annuale medio del 42%, mentre solo nei primi tre mesi del 2020 hanno registrato un incremento del 64%. Sempre stando ai dati elaborati dai vari enti, gli italiani hanno deciso di non privarsi di vitamine, bevande all’aloe e pasti sostitutivi.

 

 

Integratori alimentari: Un settore che non conosce crisi

business-integratori-alimentari-post-covid

Tutto ciò porta ad una semplice, ma interessante deduzione. Ovvero che quello del mercato online degli integratori alimentari è un settore in crescita, favorito sì dal lockdown, ma destinato a perdurare in Italia anche ora che il peggio sembra essere passato.

Si tratta cioè di un modello di business che sta superando la sfida della diffidenza e della tradizione, che sta cioè permettendo alle persone di evolversi mentalmente e di adattarsi ai nuovi scenari digitali, pur mantenendo la forza del rapporto umano.

Il doversi necessariamente fermare, il non poter andare a lavoro, il dover stare a casa continuamente tentati dall’aprire le ante della dispensa, hanno spinto le persone a cercare l’alternativa per uno stile di vita sano. Alternativa che hanno trovato negli integratori e in tutti quei prodotti che vengono assunti proprio per facilitare la salute e il benessere del proprio corpo.

Non si può non notare come, nella grande calamità che il Covid ha rappresentato e sta rappresentando sotto altri punti di vista, in questo contesto d’emergenza pare essere un trampolino di lancio, che porta con sé effetti rilevanti anche durante la fase di post quarantena.

Per quanto devastante sia stata la situazione sanitaria, nel complesso, farmacie, parafarmacie (con la vendita sul web) e e-commerce hanno visto un aumento delle vendite, con una chiusura del primo semestre dell’anno in positivo. Ad agosto infatti grazie al mercato online degli integratori alimentari, queste attività  hanno chiuso con una buona performance a +2,4% a fatturato e +2,1% a volumi.

L’utilizzo degli integratori alimentari è ormai divenuto un qualche cosa di indispensabile per i consumatori, che hanno deciso dicontinuarea consumare certi prodotti, o ne hanno sperimentato per la prima volta l’assunzione,  anche e soprattutto durante la fase più acuta della pandemia.

Sarà il ruolo riconosciuto di supporto al mantenimento di un buono stato di salute e alla prevenzione primaria, sarà che l’utilizzo porta a tanti altri benefici, ma d’ora in poi il mercato online degli integratori alimentari andrà sempre in crescendo, per incassi considerevoli, oltre i limiti dell’immaginabile.

Come risparmiare fino al 90% sulle commissioni del bonifico estero

transferwise-widget-cambio

Cliccando sul banner vai direttamente su Wise (ex Transferwise), qui leggi la recensione.

Qui invece puoi leggere le nostre opinioni su sicurezza e affidabilità del servizio.

 

azimo-recensione-guida

Cliccando sul banner vai direttamente su Azimo, qui leggi la recensione.

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest