• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Srl o ditta individuale? quando conviene aprire una o l'altra

 

Qualsiasi tipologia di imprenditore quando ha avviato la propria attività ha dovuto scegliere la forma giuridica dell’impresa che si stava fondando. E probabilmente dopo aver chiesto un parere al proprio commercialista di fiducia, soprattutto in caso di attività medio piccole, è stato consigliato di optare per l’apertura di una ditta individuale per avere meno adempimenti e una gestione decisamente più snella.

 

È raro che i commercialisti consiglino l’apertura di una SRL soprattutto nel caso in cui si trovino a dover collaborare con un piccolo libero professionista poco avvezzo a dover occuparsi dei vari aspetti burocratici da risolvere. E dato che la gestione di una SRL richiede diversi adempimenti per l’imprenditore viene spesso sconsigliata dai commercialisti, nonostante invece sarebbe molto più vantaggiosa sia in termini di tassazione che per i rischi patrimoniali di titolari e soci.

 

 

È possibile che vengano fornite spesso informazioni ridondanti che potrebbero rivelarsi successivamente fuorvianti per l’imprenditore che deve scegliere di aprire una SRL o una ditta individuale. In molti raccontano che per avviare una SRL è necessario sottoscrivere almeno 10.000 euro di capitale, o che potrebbero non essere concessi dei fidi.

 

aprire-ditta-individuale-o-srl

Ma prima di effettuare una scelta tra le due forme giuridiche è bene conoscere le opportunità offerte dalle leggi attuali, come la possibilità della costituzione di SRL semplificata con pochi euro e con un capitale sociale che varia da 1 a 9.999 euro.

La scelta della forma giuridica è una fase molto delicata per un imprenditore, proprio perché la riuscita del proprio business dipende necessariamente da questo passaggio. Dovendo tenere presente non solo la fase di costituzione, ma anche gli aspetti fiscali che caratterizzano entrambe le forme giuridiche.

In questo articolo andremo a vedere le differenze tra ditta individuale e società SRL, quali sono i vantaggi e svantaggi dell'una e dell'altra, quando è conveniente aprirle e considerazioni finali.

 

Tutte le caratteristiche di una ditta individuale

aprire-ditta-individuale-quando-vantaggi-svantaggi

Per poter aprire una ditta individuale si dovranno espletare alcuni adempimenti burocratici non particolarmente complessi, ma da dover svolgere con molta attenzione per evitare possibili errori. Inizialmente si dovrà compilare il modulo di inizio attività presso gli uffici dell’Agenzia delle Entrate, oltre a dover aprire la partita IVA per imprese individuali compilando l’apposito modello.

È possibile scegliere di compilare tutta la documentazione in autonomia o decidere di affidarsi ad un commercialista. Una volta espletata la prima parte burocratica alla ditta individuale viene affidato un numero di partita Iva e oltre a dover completare le formalità previste sarà necessario iscriversi presso il Registro Imprese, oltre all’Inps e all’Inail.

 

 

Vantaggi e svantaggi dell’avvio di una ditta individuale

Sono in molti a prediligere l’apertura di una ditta individuale proprio per le sue caratteristiche, essendo semplice in quanto prevede adempimenti minimi, ma anche poche formalità da dover espletare nella fase di avvio, oltre a non servire alcun capitale iniziale per la sua apertura.

L’apertura di una ditta individuale prevede l’assenza di soci, e di conseguenza l’imprenditore sarà libero di poter prendere decisioni in totale autonomia, inoltre per la ditta individuale non esiste l’obbligo di tenuta di libri sociali ad esclusione di quelli previsti secondo normative fiscali.

Una delle caratteristiche più apprezzate dell’apertura di una ditta individuale è la facilità di chiusura e di eventuale liquidazione, in quanto basterebbe esclusivamente chiudere la partita IVA e comunicare la cessazione attività all’Inps, Inail e Camera di Commercio.

Ma per poter scegliere di aprire una ditta individuale oltre a dover valutare ogni singola caratteristica è fondamentale inoltre ponderare vantaggi e svantaggi, tra cui una maggiore responsabilità per l’imprenditore che dovrà rispondere personalmente con il proprio patrimonio personale alle obbligazioni dell’impresa. Inoltre l’apertura di una ditta individuale comporta una tassazione poco favorevole, dato che è prevista un’aliquota fiscale che aumenta proporzionalmente all’aumentare degli utili.

In questa circostanza l’imprenditore sarà costretto a subire aliquote fiscali pari al 38% fino al 43%, cifre che saranno imputabili al solo titolare.

 

Tutte le caratteristiche dell’apertura di una SRL

aprire-societa-srl-quando-vantaggi-svantaggi

Quando si decide di aprire una SRL un ulteriore dettaglio da dover valutare è la possibilità di avviare una SRLS semplificata o se invece preferire la tradizionale società a responsabilità limitata SRL. Per entrambe le tipologie di forme giuridiche sarà necessario compiere molti più adempimenti rispetto ad una ditta individuale.

Per avviare una società SRL è necessario redigere uno statuto tramite un atto pubblico da un notaio, oltre a dover aprire una partita Iva e una posta elettronica certificata intestata alla società. Ogni singolo socio dovrà versare la propria quota sul capitale sociale e iscrivere successivamente la ditta presso il Registro delle Imprese, così come all’Inps e all’Inail.

Essendo decisamente più elaborato l’intero iter burocratico è consigliabile rivolgersi ad un commercialista per poter curare regolarmente ogni aspetto. Caratteristiche che rendono sicuramente più dispendiosa l’apertura di una SRL rispetto alla costituzione di una ditta individuale.

È bene precisare però che nel caso di apertura di una SRLS sia le spese di costituzione che di gestione annuale saranno di poco superiori, e che l’unico costo a poter gravare maggiormente sarà l’onorario del commercialista.

Sicuramente l’avvio di una SRL semplificata rappresenta un’ottima alternativa alla ditta individuale, novità introdotta a partire dal 2012 con il principale scopo di fornire agli imprenditori diverse agevolazioni fiscali per poterli mettere nella condizione di poter gestire nuove aziende, motivo per il quale i costi sono stati decisamente ridotti.

 

 

Vantaggi e svantaggi di una SRL

I vantaggi legati all’apertura di una SRL sono innumerevoli, primo tra tutti le spese notarili che sarebbero pari a zero oltre a tutte le spese iniziali per l’avvio dell’attività perché ridotte al minimo. Inoltre in caso di fallimento il patrimonio personale di ogni singolo socio non sarebbe assolutamente a rischio.

Anche le caratteristiche relative alla tassazione di una SRL risultano avere degli aspetti positivi, dato che l’aliquota fiscale è fissa pertanto non si avranno spiacevoli sorprese date da possibili aumenti proporzionali, oltre al fatto che eventuali ulteriori soci possono entrare a far parte della SRL in qualsiasi momento.

Tra i possibili svantaggi sicuramente i costi che devono essere sostenuti per il commercialista,  dato che gli adempimenti fiscali risultano per una SRL essere decisamente più complessi. Non si dovrà inoltre sottovalutare che un capitale sociale troppo basso potrebbe rendere impossibile ogni tipologia di investimento soprattutto nella fase iniziale.

 

SRL o ditta individuale?

differenze-ditta-individuale-societa-srl

Dover decidere di avviare un’attività tramite SRL o Ditta individuale non è affatto semplice, ma lasciarsi consigliare da professionisti del settore per evitare di compiere una scelta troppo azzardata o poco consona con le proprie esigenze è un fattore fondamentale soprattutto nella fase di avvio impresa.

Vagliare al meglio ogni ipotesi è necessario per poter effettuare una scelta più consapevole, d’altronde entrambe le forme giuridiche presentano vantaggi ma anche alcuni svantaggi. La ditta individuale è consigliabile sicuramente alle piccole realtà che si sta affacciando al mondo imprenditoriale, ma che allo stesso tempo vogliono limitare sia responsabilità economiche che semplificare l’aspetto burocratico.

Ma se col tempo il volume d’affari della propria attività imprenditoriale dovesse aumentare considerevolmente, o nel caso in cui il proprio business sia piuttosto rischioso si dovrebbe pensare di usufruire dei vantaggi dell’apertura di una SRL, che in questi casi specifici porterebbe più vantaggi di una ditta individuale.

L’incremento del fatturato oltre che un maggiore rischio dal punto di vista economico per la propria attività si muovono di pari passo e nasce così l’esigenza per l’imprenditore di dover effettuare verifiche e controlli sulla propria impresa, e proprio in queste circostanze che è caldamente consigliato di trasformare la propria ditta individuale in una SRL.

Come risparmiare fino al 90% sulle commissioni del bonifico estero

transferwise-widget-cambio

Cliccando sul banner vai direttamente su Transferwise, qui leggi la recensione.

 

azimo-recensione-guida

Cliccando sul banner vai direttamente su Azimo, qui leggi la recensione.

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest