• bonifico

    Bonifico

    Bonifico: Informazioni sul bonifico bancario, postale, internazionale, online

Quanto guadagna un chirurgo estetico?

 

 

Sicuramente la chirurgia estetica è una delle branche della medicina più ambita, soprattutto per i cospicui guadagni che un medico estetico riesce a raggiungere nell’arco dell’anno, nonostante sia considerata però forse la più difficile tra le specializzazioni in campo medico.

 

La chirurgia estetica è tra i settori più remunerativi, anche in considerazione del fatto che qualsiasi tipo di trattamento chirurgico deve essere pagato privatamente dal paziente, medicina estetica che si occupa principalmente di migliorare l’aspetto esteriore della persona intervenendo sia sui tessuti che sulla pelle.

 

 

Sono diversi i trattamenti particolarmente apprezzati dai pazienti dalla mastoplastica riduttiva e additiva, o trattamenti di liposuzione, così come piccoli interventi per cercare di ridurre le rughe tramite trattamenti a base di botulino, lifting, collagene o anche acido ialuronico.

 

guadagni-chirurgo-estetico

Sicuramente la medicina estetica è un settore in continua evoluzione, soprattutto riguardo la scoperta di nuovi trattamenti sempre più innovativi, sicuri ed efficaci, e spesso sempre più costosi. E proprio tale caratteristica ci aiuta a capire quanto possa guadagnare un medico chirurgo estetico. Prima di iniziare a leggere il clou del testo vorrei consigliarti un articolo completo su tutti i guadagni lavoro per lavoro: clicca qui!

 

 

Quanto guadagna un medico estetico?

quanto-guadagna-medico-estetico

Lo stipendio di un medico estetico è decisamente commisurato sia alla difficoltà del lavoro che si è tenuti a svolgere, ai rischi legati alle tipologie di interventi effettuati, ma anche in base alla difficoltà degli studi che si dovranno affrontare.

Il guadagno di un medico estetico varia a seconda della specializzazione, ma anche dalla propria esperienza, professionalità, ma soprattutto dalla cerchia di conoscenze e dalla capacità di sponsorizzarsi correttamente, ma non è assolutamente un utopia affermare che i guadagni di un chirurgo potrebbero toccare i 200.000€ all’anno, per ben 16 mila euro mensili.

I guadagni piuttosto corposi di un medico chirurgo estetico sono giustificati sia dal percorso di studi che dalla pratica che una persona deve affrontare per poter diventare un professionista esperto, ovvero solamente dopo anni di sacrifici e dedizione alla professione.

Ma oltre alla professionalità incide pesantemente sul guadagno anche il costo delle operazioni di chirurgia estetica, dato che un semplice intervento di lifting al viso costa almeno 2.000€. Costi che diventano decisamente elevati per interventi più invasivi come le operazioni di mastoplastica riduttiva o additiva per una cifra di 12.000€, oltre a interventi di liposuzione su fianchi e cosce.

Generalmente il costo di un intervento di chirurgia estetica varia sia in base alla difficoltà dell’intervento ma anche in base alla zona da trattare, più estesa è la zona maggiore sarà il costo dell’intervento.

A differenza di interventi eseguiti tramite operazioni chirurgiche come per la liposuzione a cosce e fianchi che presentano dei costi piuttosto elevati, piccoli interventi di chirurgia estetica volti a migliorare l’aspetto della pelle, meno invasivi come semplici punture di acido ialuronico presentano dei costi accessibili a chiunque.

 

 

Perché e come diventare un medico estetico

Per diventare un medico chirurgo estetico sono necessari diversi anni di studio, dal superamento del test di ammissione tra migliaia di studenti, e successivamente la frequentazione di un articolato percorso di studi accademico di cinque anni per laurearsi in medicina, per poi specializzarsi in chirurgia estetica. Limitarsi allo studio però non basterà a diventare un professionista e toccare guadagni importanti, servirà inoltre dedizione e passione nella professione.

Un chirurgo plastico si occupa di migliorare o correggere delle malformazioni del corpo che possono essere sia congenite che acquisite, eseguendo interventi sia di chirurgia ricostruttiva che estetica. Il chirurgo estetico elimina le imperfezioni del corpo, del viso e della pelle limitando gli effetti dell’invecchiamento, eseguendo interventi di lifting, o anche rimodellando il corpo dei pazienti tramite liposuzioni, o interventi di mastoplastica additiva per aumentare o diminuire il seno.

Il chirurgo estetico opera eseguendo interventi che possono essere più o meno invasivi per i pazienti, e sicuramente il costo dei trattamenti subiscono una variazione sia in base alla tipologia di operazione alla quale ci si dovrà sottoporre,  sia in base alle tecniche utilizzate dal medico chirurgo.

 

Percorso di guadagno di un chirurgo estetico

quanto-guadagna-chirurgo-estetico

Ad inizio carriera un chirurgo percepisce uno stipendio di 2.500 euro al mese, importo che varia a seconda dei turni, degli extra, della struttura ospedaliera presso la quale si lavora se pubblica o privata. Mentre un esperto può arrivare a guadagnare un minimo di 60.000€ lordi all’anno, stipendio che sale vertiginosamente per un professionista specializzato con uno stipendio che non sarà mai inferiore ai 200 mila euro lordi all’anno.

I cospicui guadagni ottenuti da un chirurgo estetico potrebbero invogliare chiunque ad intraprendere la carriera di medico, ma bisognerebbe fare i conti con le attitudini personali che potrebbero spingerci in tale esperienza erroneamente. Non basta aspirare ad un corposo guadagno economico, in quanto fare il chirurgo estetico richiede una grande precisione, pazienza, calma, meticolosità ma anche predisposizione alla cura e alla gestione dei rapporti col paziente, oltre a dover possedere dimestichezza con l’utilizzo di tecnologie e strumenti operatori.

 

 

Guadagno con la medicina estetica non invasiva

Nonostante gli interventi di chirurgici estetici particolarmente invasivi siano piuttosto costosi, tanto che i medici chirurghi riescono a raggiungere guadagni piuttosto elevati, anche gli interventi estetici non invasivi consentono di ottenere stipendi mensili piuttosto corposi, grazie anche alla diffusione dei trattamenti più in voga.

Fanno parte della medicina estetica anche tutti i trattamenti non invasivo chirurgici, come gli iniettabili e gli elettromedicali. Tra gli iniettabili troviamo i trattamenti riempitivi con filler a base di acido ialuronico, ma anche trattamenti per distendere le rughe con base botulinica, e trattamenti di bio rivitalizzazione cutanea, così come gli elettromedicali tra cui il laser che può essere utilizzato in svariati contesti, e che vengono utilizzati da medici che hanno un potenziale di spesa e un giro di pazienti già avviati.

Le procedure di medicina estetica nel nostro Paese sono in continua crescita, soprattutto per tutte le procedure che prevedono una minore invasività e con la possibilità di risultati sempre più naturali, come per semplici filler alle labbra o per riempimento di rughe sul viso.

Interventi che hanno dei costi inferiori rispetto ad operazioni chirurgiche importanti più remunerative, ma che però toccano un bacino di pazienti più elevato e che consentono ugualmente di ottenere degli importanti guadagni economici a tutti i medici che si occupano di estetica non invasiva.

Come risparmiare fino al 90% sulle commissioni del bonifico estero

transferwise-widget-cambio

Cliccando sul banner vai direttamente su Transferwise, qui leggi la recensione.

 

azimo-recensione-guida

Cliccando sul banner vai direttamente su Azimo, qui leggi la recensione.

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest